Struccanti Bifasici: Esosi, Economici & Home Made

Chi di mattina si spara diverse passate di matita waterproof corredata da mascara effetto ciglia finte, sa che la sera è il momento di maggiore scoramento, quando la pila di dischetti struccanti ci guarda con aria di sufficienza in attesa che cominci la dolorosa fase di strucco. Per cotal motivo l’argomento Struccante Bifasico è assaj toccante e delicato, e il mondo sentiva il bisogno di questa dissertazione. Ordunque, tre tipi di struccanti per tutti i gusti.

L’Esoso.
Il mio preferito nel campo della cosmetica priva di scrupoli, etica, simpatia e alito fresco è quello di Clinique: Take The Day Off, confezione lilla. Costa tra i 19 e i 22 euro ed è perfetto, scrosta lo scrostabile in modo delicato e veloce, non irrita e via dicendo. Il prezzo è di certo un deterrente, per cui ho cominciato a cercare sostituti.

L’Economico.
Nel magico mondo della cosmetica da supermercato la mia marca preferita è la Nivea, sia per la mia filogermanicità, sia perché è una delle poche marche da super che usa almeno un po’ di estratti naturali insieme a tante schifezze. Lo struccante bifasico Nivea si chiama “Struccante Occhi Doppia Azione”, e strucca bene, se non fosse che manda a fuoco il mio contorno occhi. Non brucia gli occhi, beninteso, ma solo il contorno. Beh, non era il caso di continuare a usarlo. Per cui sono approdata all’home-made.

L’home-made.
Nella boccetta del “Take The Day Off” ormai vuota ho versato tre parti di acqua di rose Robinson (piena di conservanti orrendi, lo so), tre di olio di mandorle dolci puro e una di olio di jojoba (anch’esso puro). Si ottiene uno struccante bifasico perfetto: strucca velocemente e contemporaneamente idrata la pelle, non brucia gli occhi e soprattutto ha un costo irrisorio. Ricordatevi solo di agitare prima dell’uso. Oh, yeah.

8 Comments
  • Gift Box de “I Provenzali” – [Happy B-day Anna!] « Vanity Nerd
    Posted at 16:44h, 25 aprile Rispondi

    […] la prima volta. In fondo contiene solo un po’ di profumo, ma se dovete usarlo sul volto per fare lo struccante sarebbe meglio scegliere la versione […]

  • La mia skincare routine serale « Vanity Nerd
    Posted at 20:50h, 25 settembre Rispondi

    […] di essere clemente. Data la calda stagione ho accantonato il Non Ti Scordar di Me in virtù di uno struccante bifasico homemade  per gli occhi, mentre per il viso sto provando l’acqua micellare Bioderma. Preferirei […]

  • [Inutili]TAG:“Tanto non lo comprerò mai!” « Vanity Nerd
    Posted at 16:27h, 21 novembre Rispondi

    […] ho sentito parlare da pochissimo e no, non mi serve. Ho il mio bifasico home-made (segue un “gne gne […]

  • Elena
    Posted at 15:15h, 30 novembre Rispondi

    dopo aver letto questo post, ieri ho provato a struccarmi semplicemente con l’olio di mandorle ed è andata benissimo! domanda: l’acqua di rose a cosa serve? è perchè non sia troppo oleoso?

    • gliuppina
      Posted at 16:24h, 30 novembre Rispondi

      esatto! serve anche un po’ a “pulire” i residui lasciati dall’olio, ma tanta gente si strucca tranquillamente solo con olio (di cocco, solitamente: credo costi un po’ meno) e poi si risciacqua o passa un panno pulito.
      Sono contenta sia andata bene! :)

      • Elena
        Posted at 18:41h, 30 novembre Rispondi

        direi più che bene:oggi mi sembrava anche di avere le palpebre più “leggere” del solito… ultimamente ho usato l’acqua micellare di sephora, ma mi sa che è un po’ troppo aggressiva. voglio provare con l’olio per un po’ di giorni, per vedere l’effetto. Ho quello di mandorle della bottega verde che mi hanno regalato, e fino ad ora l’avevo usato solo per la poco nobile occasione del dopo depilazione…

        • gliuppina
          Posted at 18:51h, 30 novembre Rispondi

          è ottimo anche come idratante sulla pelle bagnata! lascia la pelle super elastica e liscia :)
          l’acqua micellare sephora so che ad alcune brucia addirittura il viso, io ho la bioderma e mi ci trovo bene, ma sugli occhi uso sempre-sempre questo bifasico. L’olio idrata pure, male non fa 😉

  • [yawn!] Skincare Routine: aggiornamento semi-primaverile | Vanity Nerd
    Posted at 20:48h, 09 maggio Rispondi

    […] Me di Lush, a volte l’olio di cocco – al momento ancora solido – altre volte il bifasico homemade che faccio su richiesta di mia sorella. Cambio senza alcuna logica precisa, ma l’unico che […]

Post A Comment