Lush, viso: Erbalibera & Non Ti Scordar di Me [win]

Destreggiarsi nella selva profumata di Lush non è facile. Finché si trattava di comprare palle frizzose da bagno me la cavavo piuttosto bene, ma avevo circa dodici anni e non avevo bisogno di tanto altro. Ora che sono diventata pesantemente nerd, prima di avventurarmi tra i prodotti Lush ho dovuto fare le mie dovute ricerche. Al momento sono approdata a due  prodotti di cui non riesco a fare a meno e che vi consiglio spassionatamente.

Erbalibera: è un detergente per il viso leggermente scrubbante che profuma effettivamente di erba.Se ne prende un pezzetto (non troppo piccolo), lo si scioglie con l’acqua e lo si passa sul viso, insistendo sulle parti più moleste. La mia pelle ha la duplice rottura di essere sensibile ma leggermente mista, eppure questo prodotto – per quanto a prima vista poco delicato (contiene caolino e ortica, amica della nostra infanzia bucolica) – pulisce a fondo senza provocarmi rossori o altro. Certo, ha promesso di sgominare i punti neri ma non sapeva con chi avesse a che fare. Io comunque sono alla terza confezione. Occhio che però scade presto e nei negozi rifilano barattolini a breve scadenza. Me ne sono lamentata e mi hanno consigliato di usarne di più per finirlo prima! Io comunque ho usato la penultima confezione per altri venti giorni dopo la scadenza ed non ho avuto problemi. Se invece acquistate sul sito, vi garantiscono un prodotto appena fatto (confermo).

Non Ti Scordar di Me: Questo è uno di quei prodotti che ti cambiano la vita, nel loro piccolo. Sì, perché quando la mattina non lesini matita per occhi e ombretti, la fase di struccaggio può rivelarsi una tortura per gli occhi. Ma parliamo di questo affare: si tratta di una crema struccante con miele e rosa. Struccante in crema: bizzarro! Ebbene, questa formulazione permette di non dover sfregare il dischetto sugli occhi, perché massaggiando la crema sulle palpebre il trucco (anche waterproof) si scioglierà tra le dita. L’effetto panda sarà esilarante (spesso io assomiglio a  un mix tra il Joker di Heath Ledger buonanima e un procione adirato), ma con un dischetto imbevuto d’acqua (io uso l’Avène, lo ammetto) andrà tutto via in un baleno, senza bisogno di sfregare.
L’unico contro di Non ti Scordar di Me è di tipo etico, perché contiene cera d’api. Avendo letto che non esistono più solamente i bravi apicoltori amorevoli ma soprattutto gente senza scrupoli che maltratta perfino le povere apine, devo riflettere sul futuro di questo prodotto.

12 Comments
  • edi
    Posted at 07:53h, 13 febbraio Rispondi

    eh, lush: io lo amo infinitamente, ma ammetto di avere molte difficoltà nel gestire i prodotti perché decisamente poco pratici.

    • gliuppina
      Posted at 13:11h, 13 febbraio Rispondi

      Non posso negarlo, la sera ci metto un po’ di più a lavarmi il viso e a struccarmi, ma per me ne vale la pena!

  • Nine Fingers One Toe
    Posted at 14:18h, 13 febbraio Rispondi

    E dire che io il Lush ho smesso di frequentarlo diversi anni fa… Urge visita con vademecum di Vanity Nerd alla mano. Povere finanze.

  • La mia skincare routine serale « Vanity Nerd
    Posted at 20:50h, 25 settembre Rispondi

    […] vi tedierò ancora e ancora. Oggi spero di essere clemente. Data la calda stagione ho accantonato il Non Ti Scordar di Me in virtù di uno struccante bifasico homemade  per gli occhi, mentre per il viso sto provando […]

  • [Win. Really?]: Garnier Pure 3 in 1. « Vanity Nerd
    Posted at 19:32h, 03 ottobre Rispondi

    […] commercializzato).  Volevo un prodotto antipigrizia, facile  da reperire e da usare (prima usavo Erbalibera di Lush), lo […]

  • [Inutili]TAG:“Tanto non lo comprerò mai!” « Vanity Nerd
    Posted at 16:28h, 21 novembre Rispondi

    […] – Qualche prodotto LUSH? Nonostante i prezzi pazzi, sì. Amo Lush da quando ero infante e ora posso comprare prodotti più utili delle ballistiche. Tipo questi. […]

  • [Random] Win & Fail 2012 « Vanity Nerd
    Posted at 16:59h, 21 gennaio Rispondi

    […] 2012 è stato indubbiamente l’anno di Non ti Scordar di Me e del mio personalissimo bifasico homemade. Però avevo sentito parlare di questo struccante da […]

  • [yawn!] Skincare Routine: aggiornamento semi-primaverile | Vanity Nerd
    Posted at 20:48h, 09 maggio Rispondi

    […] con cui mi strucco gli occhi, ma il succo in fondo è sempre lo stesso: gli oli. A volte uso Non Ti Scordar Di Me di Lush, a volte l’olio di cocco – al momento ancora solido – altre volte il bifasico […]

  • fifty shades
    Posted at 21:51h, 09 maggio Rispondi

    Ho provatto entrambi i prodotti. Con Non ti scordar di me è stato amore e odio, l’ho acquistato perchè mi piaceva d’idea di utilizzare una crema per struccarmi, tuttavia per la mia pelle mista risultava troppo pesante. Mi restava la sensazione di unto anche dopo aver provveduto a rimuovere tutto con acqua. Ho faticato davvero a terminarlo e alla fine ho deciso di non riacquistarlo. :-(
    Erbalibera come tu stessa hai detto è uno scrub e la mia pelle non l’ha tollerato, tra rossori e secchezza. L’ho abbandonato ancor prima di finirlo…
    Mi dispiace perchè mi entusiasmavano i loro prodotti, ma ora è come se fossi scottata…
    L’unico prodotto che desidero ancora provare è Maisenza, tra l’altro in estinzione.

    Felice per te che non puoi farne a meno 😀

  • Prodotti Finiti dell’ultimo periodo | Vanity Nerd
    Posted at 10:29h, 08 ottobre Rispondi

    […] Recentemente ne ho comprato tre confezioni per non rimanere a secco, tanto mi piace. Brucia gli occhi se finisce dentro la congiuntiva, per il resto quando sono poco truccata lo uso volentieri (è stato lo struccante dell’estate, quando usavo solo mascara, correttore e un po’ di matita). Per trucchi più impegnativi uso gli oli o il famoso Non Ti Scordar Di Me. […]

  • Skincare: Struccanti del periodo (Akamuti, Lush, ViviVerde Coop, Bioderma) | Vanity Nerd
    Posted at 13:52h, 13 febbraio Rispondi

    […] Avevo lasciato una confezione di questo struccante a casa di Andrea (ciao Andrea), inutile dirvi che al centesimo struccaggio con l’olio di cocco + esercito di cotton fioc e congiuntiva in via di esplosione sono andata a riprendermelo. Non che lo usasse lui, eh, era mio ma lo tenevo lì. Ad ogni modo non ho nulla da aggiungere rispetto ai post che vi ri-linko qui qui qui qui e qui. […]

  • [Win] Lush – Maisenza/Let The Good Times Roll (detergente per il viso) | Vanity Nerd
    Posted at 09:02h, 26 giugno Rispondi

    […] come quello di Ambra nei primi e tragici anni Novanta: prima di lui utilizzavo Erbalibera (vedi qui), che mi piaceva – sì – ma non era perfetto. Il principio era simile, un detergente […]

Post A Comment