Feticci Cosmetici #1- Clinique: All About Eyes Concealer

Questo post è nato nella mia mente bacata il primo giorno in cui ho aperto il blog (che in realtà era un povero tumblr snobbato da tutti), perché parla di quei trucchi che ricompro da anni e che non riesco a sostituire con altri – sebbene esistano con gran serenità prodotti migliori, o più economici, eccetera.

Dovrebbero essere quindi dei GIGA-WIN (dei prodotti super promossi, per dirla alla youtuber e non alla menomata mentale quale sono), ma sinceramente credo che siano cosmetici dalla riuscita iper-soggettiva, o almeno, per me sono i capisaldi del Poter Uscire di Casa Senza Provare Vergogna, quindi di solito mi affido solo a me stessa e ciao.

(Avete capito qualcosa? io no.)

Per evitare di scrivere un post dall’interesse (e dalla lunghezza) pari a quello suscitato dal famoso Catalogo delle Navi dell’Iliade, oggi mi limiterò a parlare di un solo prodotto.

Ecco. Salve, sono Elena e ho un problema di dipendenza. Metto il correttore/copriocchiaie dall’età di tredici anni [N.B. al momento ne ho 26] circa ed è sempre della stessa marca: Clinique. Ho cambiato tipologia negli anni, provando – termini tecnici, attenzione – quello col pennellino di spugna e quello a penna (pessimo) ma mi sono assestata sul tubetto “All about eyes concealer” da almeno cinque anni, se non di più (colore 3 o 4 negli ultimi tre anni, prima il 2).

Tutto è iniziato perché prima era mia maTre a comprarmi i cosmetici, e dato che ero giovIne giovIne prendeva sempre prodotti Clinique, con la loro aria così sana, medica, come se il mio correttore non fosse a base di petrolio, siliconi e altri amici simpatici.

Ho provato a sostituire l’All About Eyes ma non ci riesco. Adoro la consistenza molto idratante (vai di siliconi), che non secca e non fa eccessive pieghette, e ovviamente amo le due tonalità (dipende un po’ dalla stagione, dal tenore delle mie occhiaie che di base sono viola, ma con palpebre marroncine – bleurgh) che si adattano discretamente alle mie fonti di disperazione primaria. Inoltre sostiene di avere un’azione anti-gonfiore, ma sinceramente è l’unica cosa di cui ancora non soffro, per cui non saprei dirvi.

Il colore sembra adatto a una ragazza quanto meno mediorientale, ma vi assicuro che per coprire il viola profondo della mia zona-Panda un color Pelle Svedese non va affatto bene. (Oggi sono in vena di tecnicismi, scusate).

Al momento dunque, nonostante svariati tentativi, non riesco a cambiare correttore (sull’argomento è meglio scrivere un post a parte sennò Omero dimostrerà un dono di sintesi superiore al mio).

Anche Clinique, come Chanel, è una marca che mi fa davvero poca simpatia: quando scoprii di cos’era fatta la cremina gialla delle tre fasi mi si aprirono gli occhi come se avessi preso la pillola (giusta) di Matrix (disclaimer: sono una pippa quanto a riferimenti cinematografici, potrei aver detto una cazzata), ciò non toglie che il suo correttore rimane per me un feticcio di cui non riesco a liberarmi, amen.

Chiaramente se qualcuno avesse provato questa mia divinità cosmetica o avesse dei suoi feticci/totem di cui parlare si faccia avanti, funziona da terapia.

21 Comments
  • lidalgirl
    Posted at 21:31h, 26 ottobre Rispondi

    Se non contiene petrolati pazienza per i siliconi, purtroppo correttori con formulazioni migliori non rimediano a problemi seri di occhiaie. Non ancora per ora… Basta compensare con una buona crema contorno occhi 😉

    • gliuppina
      Posted at 21:41h, 26 ottobre Rispondi

      contiene sì petrolati,la dannata cera microcristallina 🙁 tra l’altro l’ho scoperto ora perché non avevo mai letto gli ingredienti prima. Sigh.

      • lidalgirl
        Posted at 21:56h, 26 ottobre Rispondi

        hai provato qualcosa di mac, tipo pro longwear? è un silicone unico, però niente petrolati e copre bene 😉

        • gliuppina
          Posted at 00:25h, 27 ottobre Rispondi

          Ho provato (e comprato!) il select cover up ma il tizio al negozio mi ha fatto prendere un NC20 che per il viola delle occhiaie non va proprio bene (ero troppo lobotomizzata e quando me l’ha provato sembrava non male). Per il resto la consistenza e la coprenza mi piacevano! Che tonalità dovrei prendere secondo te? lo chiedo perché quando entro da Mac vado nel panico e non capisco più nulla D:
          (il pro longwear visto su internet mi ispira molto)

          • lidalgirl
            Posted at 01:06h, 27 ottobre Rispondi

            NW magari? Fattelo provare la prossima volta 😉
            Il Pro Longwear copre di più, ma resta più asciutto quindi sotto ci vuole imho una crema un po’ più seria delle solite robine siliconiche (o comunque di quelle non anti-age). Sono ancora in fase test però, continuo a farmi dare campioncini da MAC XD

          • lidalgirl
            Posted at 01:07h, 27 ottobre Rispondi

            (anche perché ho quelli di Bobbi Brown -cattivi petrolatosi, scoperto solo dopo ahimé- da finire -intravvedo il metallo in fondo in entrambi, ma ce ne vorrà di tempo, finché non mi laureo e non entro nel mondo reale-)

  • Sharon ~ Consigli Makeup
    Posted at 21:33h, 26 ottobre Rispondi

    Il mio primo cosmetico è stato proprio il correttore, mio amico fedele *.*
    Solo che mia madre mi comprò una mezza ciofeca della L’Oreal, se non ricordo male. Per coprire davvero qualcosa facevo strati e strati di prodotto, bleah.
    Comunque ero curiosa di leggere qualcosa a proposito di questo della Clinique, in profumeria ne ho adocchiato anche uno con la rotellina ma dal tubetto bianco.
    A ogni modo… il correttore perfetto non l’ho ancora trovato e con i fondi compatti di Clinique mi sono sempre trovata bene.

    • gliuppina
      Posted at 21:45h, 26 ottobre Rispondi

      🙂
      Quello bianco, oltre a costare un accidenti, l’ho provato in profumeria e non mi è piaciuto 🙁 è una specie di crema colorata per il contorno occhi, dovrebbe avere più una funzione “curativa” che correttiva. Dipende molto da cosa ti serve, secondo me!
      questo qui, ingredienti a parte, mi sento di consigliarlo 🙂

  • swlabrmakeup
    Posted at 23:16h, 26 ottobre Rispondi

    Lo sai che mi hai incuriosita non poco? Se domani vado in profumeria, lo provo di sicuro!

    • gliuppina
      Posted at 00:31h, 27 ottobre Rispondi

      se lo provi fammi sapere cosa ne pensi! sicuramente non è un correttore professionale come può essere uno di Mac o Make up for ever, ma dipende sempre da cosa si cerca 🙂

  • Julia
    Posted at 19:03h, 27 ottobre Rispondi

    Io ho da smaltire l’infinito kit di correttori di Benefit, ma alterno con quelli minerali della nostra amica di The All Natural Face. Diciamo che se uso le polveri, idrato il contorno occhi con l’Elicina così ho la mia bella dose di siliconi assicurata. Sai mai.

    • gliuppina
      Posted at 01:15h, 29 ottobre Rispondi

      Quelli in polvere sembrano ottimi, il giallino non è affatto male ^__^
      ma il kit benefit che forma possiede? io ho Boing e lo odio, odio, odio! *maga magò mode on*

  • Elena
    Posted at 21:44h, 21 novembre Rispondi

    ciao, sono elena (sì, omonima) e anch’io ho un grosso problema con le occhiaie…-___-
    sono viola/verde/nere, e siccome sono meno giovane di te (sigh) ora si stanno anche scavando stile cratere… ultimamente però ho trovato una soluzione che mi soddisfa abbastanza: mischio un correttore arancio con un camouflage coprentissimo e chiarissimo, e devo dire che per la prima volta in anni e anni, sono soddisfatta del risultato!

    • gliuppina
      Posted at 00:37h, 22 novembre Rispondi

      Ciao omonima! 😀 dovrei sperimentare anche io, anche perché ultimamente il Clinique si è rivelato per nulla efficace. Una volta lo mischiavo a un po’ di rossetto rosso-arancio, ma sinceramente era uno sbattimento troppo grande e forse un paio di correttori sarebbero più comodi 🙂

  • [Make-up] Win & Fail del 2012 « Vanity Nerd
    Posted at 09:09h, 11 gennaio Rispondi

    […] Clinique –  All About Eyes Concealer n.4 […]

  • [Inutili]TAG – I cosmetici che uso di più | Vanity Nerd
    Posted at 22:32h, 17 aprile Rispondi

    […] Il correttore che usi più spesso: che tedio! è sempre lui, l’All About Eyes Clinique nel colore 04. Non mi delude mai, lo ammetto, in barba a tutto. Quando smetterò di comprare correttori sbagliati […]

  • [inutili]TAG – L’ultimo arrivato [acquisti dissennati del periodo] | Vanity Nerd
    Posted at 08:16h, 05 luglio Rispondi

    […] nell’ennesimo fard o ombretto. Mia opinione, ovviamente. 3. Ultimo correttore Sempre lui: All About Eyes di Clinique. Non posso resistergli! 4. Ultima terra Sono alla ricerca di una terra compatta e di *superlativa* […]

  • [DramaTag] My top 5 «I’m late!» – (aka i miei 5 Prodotti AntiFretta) | Vanity Nerd
    Posted at 15:01h, 27 luglio Rispondi

    […] ho già parlato qui e forse non c’è molto da aggiungere. Non uscirei senza correttore per le occhiaie nemmeno […]

  • Prodotti Finiti dell’ultimo periodo | Vanity Nerd
    Posted at 17:19h, 09 ottobre Rispondi

    […] E’ il mio prodotto feticcio di cui non riesco a fare a meno, ne ho già un’altra confezione ancora chiusa che però dovrà aspettare perché nel frattempo ho comprato il Coleur Caramel (fichissimo, issimo). In realtà questo tubetto ha ancora un po’ di prodotto: il suo grande pro è quello di non finire mai, un po’ come i famosi rotoloniregina. Non ho memoria di quando io abbia comprato questo esemplare, ma gli voglio davvero bene pciù pciù. [un post lungo et barboso  qui] […]

  • Arianna
    Posted at 23:47h, 11 novembre Rispondi

    i feticci bisogna tenerseli cari perchè danno sicurezza ecco. Io ero dipendente dall’erase paste di benefit provato nel kit “confessions of a concealholic” siccome dura in eterno e siccome volevo ribellarmi al feticio mi sono fatta traviare da una commessa e ho comprato un make up forever (ciaociao 30 euri!)…Sbagliato!! mi secca da morire la pelle e le mie occhiaie da viola/blu diventano grigine.
    Adesso bramo il couleur caramel “beige albicocca” lo vogliovogliovoglio ^^;

  • Make-up: la mia base viso (fondotinta, correttore e altre amenità) | Vanity Nerd
    Posted at 15:16h, 10 gennaio Rispondi

    […] ho cambiato correttore. Dopo decenni di dominio assoluto dell’All About Eyes di Clinique sono approdata a un prodotto un po’ più profescional e davvero ottimo: il Radiant Creamy […]

Post A Comment