Bjobj: Tonico Struccante Delicato | Recensione

Partiamo da una considerazione: non stiamo parlando di uno struccante. Nonostante la confezione lo dica, tonico struccante,  la necessità di essere realisti deve superare qualsiasi etichetta. Quindi io l’ho comprato con lo spirito di chi ha voglia di spendere tredici euro per un tonico che sì, forse potrebbe anche rimuovere un po’ di trucco, ma non speriamoci troppo eh.

Contiene estratti di rosa, tiglio e meliloto e si può applicare sugli occhi, a me non brucia e dubito  che possa dare fastidio a qualcuno, è di una delicatezza rara: su Saicosatispalmi c’è l’inci, breve e verdissimo (certo, non si può mai dire, magari a qualcuno può far implodere le cavità oculari, chi sono io per negare questa possibilità). Io lo trovo perfetto anche per rimettere in sesto il set di borse sotto gli occhi che mi spuntano quando dormo poco o male.

La cosa che più me lo ha fatto amare è l’odore: sa di fresco, di ghiacciolo fruttato (ma non stucchevole), del tipo che se potessi lo berrei con una cannuccia sdraiata sul divano. Sulla pelle è delicatissimo, ottimo dopo la fase di strucco; risulta super frescolino e d’estate l’ho tenuto pure in frigo per aumentarne l’effetto tonificante. Rimuove il trucco leggero leggero, quindi niente mascara e matita (allora a che serve? eh, ve l’avevo detto io che era un tonico!) e per questo lo trovo adatto all’estate, sia perché mi trucco meno, sia perché l’effetto rinfrescante è un toccasana.

Foto inutile con sfondo natalizio (è l’unico albero che possiamo permetterci nel nostro bivani)

La confezione da 200 ml (pao di 6 mesi) mi è durata un sacco, ma è anche vero che spesso l’ho alternato all’acqua di Avène e per molti mesi è rimasto a Milano foreveralone.

L’unico motivo per cui non lo ricomprerei è il prezzo, per il resto lo trovo adorabile, se così si può definire un tonico. Ma vabe’, poi per ora ho un debole per Bjobj e credo che potrebbero infinocchiarmi anche acqua del rubinetto (rigorosamente calcarea). Per chi non conoscesse questa marca, è reperibile nei negozi eco-bio (tipo Naturasì, va’), non testa sugli animali e il prodotto in questione è pure vegano.

A parte ciò, ho aspettato di finire la confezione per scriverne, non volevo farmi prendere dall’entusiasmo del momento (che comunque non è scemato).

Mai provato qualcosa del genere? tonici leggeri da consigliare? psicoterapeuti per me? ditemi!

40 Comments
  • lidalgirl
    Posted at 01:25h, 11 dicembre Rispondi

    Devo provarlo, a me tutte queste acquette che rimettono al mondo i miei occhi delicati e rognosi (da brava nerd immagini anche quanto li metta alla prova*). Simili a questa è quella Liz Earle (che però non ha inci verde e cosa di più, ma in compenso leva tutti i residui di matita mascara eccetera) e idrolati come quello puzzolento ma efficacerrimo di Fiordaliso, che lenisce e sugli occhi è una manna. Non strucca un’acca e non sistema il pH, ma who cares…

    *tipo SOS Tata, dannazione a Tata Adriana.

    • gliuppina
      Posted at 10:43h, 11 dicembre Rispondi

      gli idrolati mi ispirano un sacco! ma puzzano tutti o solo quello al fiordaliso? viva le acquette dalle presunte proprietà magiche, viva!

      • lidalgirl
        Posted at 18:57h, 12 dicembre Rispondi

        di quelli che ho provato finora (=due) solo lui, quando apro quello alla camomilla ti faccio sapere 😉

  • Daniela@S&R
    Posted at 01:38h, 11 dicembre Rispondi

    L’ho usato e non l’ho amato nemmeno un po’ 😀 Il fatto che fosse anche struccante (ma che non struccasse) e che facesse una leggera schiuma mi ha sempre lasciato perplessa. Il prezzo nemmeno aiuta xD Però ho un buon ricordo del profumino <3

    • gliuppina
      Posted at 10:45h, 11 dicembre Rispondi

      Ouille! Il mio non ha mai fatto schiuma, se così fosse stato l’avrei bocciato probabilmente (odio l’idea, giuro!). Se avesse anche puzzato sarebbe stato il top dell’orrore mi sa 😀

  • cruezadema
    Posted at 01:53h, 11 dicembre Rispondi

    Bjobj è un marchio che mi piace,sto usando la pasta all’argilla e mi sta piacendo molto,la più delicata mai provata *_*
    questo tonico mi stuzzica ma ho un pò di roba simile da smaltire(acqua di Avène e un tonico fitocose) e una gran voglia di provare qualche idrolato..(e tu mi dirai “e che mi frega” divagare è un arte e io sono una maestra :°P)

    • cruezadema
      Posted at 01:54h, 11 dicembre Rispondi

      un’arte,errore imperdonabile.

    • gliuppina
      Posted at 10:48h, 11 dicembre Rispondi

      E invece mi frega, tzè! anche io vorrei provare un idrolato, per questo al momento non ricomprerò questo qui (tanto ho boccioni su boccioni di Acqua di Avène al mio fianco!).
      La pasta all’argilla mi ispira sempre un sacco, non so se mi possa servire in effetti (ho ancora due bustine di caolino in polvere che dovrei terminare) ma l’ho sempre desiderata 😀

  • Misato-san
    Posted at 02:08h, 11 dicembre Rispondi

    mai provato, questo è un marchio ecobio che conosco da mille anni ma non ne ho mai testato niente… la faccenda borse etc mi intriga, devo dire.
    Cosa potresti provare? un tonico Fitocose, secondo me XD

    • gliuppina
      Posted at 10:50h, 11 dicembre Rispondi

      Io oltre allo shampoo (mio amor!) sto provando anche la crema viso, è amore totale. Però su questo tonico ho letto tante opinioni diverse, per il prezzo che ha è un po’ un rischio 😛 anche se non conosco i prezzi Fitocose, magari siamo lì…hanno buoni profumi? il fattore olfattivo su di me ha un’importanza notevole!

      • Misato-san
        Posted at 01:18h, 12 dicembre Rispondi

        la metà del tuo costa XD io lo pago sui 7 euro… XD
        odore non pervenuto, ne ho provato uno solo e secondo me non sa di nulla ^^

  • frivolezzeinrosa
    Posted at 10:31h, 11 dicembre Rispondi

    Non conoscevo questo marchio, e sinceramente sono molto curiosa di sapere come si pronunci, queste J mi confondono non poco.
    Come tonico non posso che consigliarti l’acqua di rose bio dell’alchimia natura, ho finito oggi una minitaglia e mi è piaciuto davvero tanto!

    • gliuppina
      Posted at 10:51h, 11 dicembre Rispondi

      Eheheeh io lo pronuncio “bi-o-bi”, chissà se sia il modo corretto!
      L’alchimia natura non la conosco, mi informo subito 🙂 grazie!

  • Dalila Motta
    Posted at 11:21h, 11 dicembre Rispondi

    io l’ho sempre pronunciato Biobì con l’accetto sull “ì” dato che è un marchio francese, ma non so se sia giusto 🙂
    Riguardo al marchio insè, è stato uno dei miei primi esperimenti e purtroppo non è decisamente cosa adatta a me: le creme mi hanno ustionato la faccia (cè alcool a gogo), lo shapoo all’acqua di mare mi faceva venire la forfora e mi grattavo tipo scimmia ^^;; la mascher aper capelli al’avena me li appiccicava, rendendo il lavaggio piuttosto difficile. Per cui ora ogni volta che leggo Bjbj scappo a gambe levate 😀
    Io il tonico è di quei prodotti che proprio non considero. Lo trovo abbastanza inutile e dannoso, dato che quasi tutti i tonici usati mi mandavano a fuoco la pelle 😀 pertanto perchè perseverare?
    Uso molto gli idrolati di rosa e le acque termali, ma solo d’estate, d’inverno ho troppo freddo 😀

    • gliuppina
      Posted at 12:51h, 11 dicembre Rispondi

      Anche io lo pronuncio così, la mia spiegazione qua su non rendeva affatto l’idea, ne convengo XD
      Cavolo, mi dispiace che ti sei trovata così male. Concordo sullo shampoo acqua di mare, andava bene d’estate quando lavavo i capelli ogni giorno, ma all’arrivo dell’autunno anche a me faceva venire la forfora (e io non l’ho mai avuta! maledetto shampoo!).
      Questo tonico devo dire che è estremamente delicato, ma l’acqua termale rimane il prodotto delicato per eccellenza, specie se si ha una pelle molto sensibile! io d’inverno spruzzo l’acqua o metto il tonico solo quando sono già imbacuccata con vestaglia e pigiamone 😀

      • Dalila Motta
        Posted at 18:11h, 11 dicembre Rispondi

        in realtà ho letto solo ora il tuo messaggio qua sopra ^^;; sono rimba!
        Dispiace tanto anche a me, perchè tra le marche bio, sicuramente la Bjobj è una di quelle che si trovano con più facilità, ma io purtroppo ci ho fatto l’abitudine, ho una pelle maledetta 🙁
        Io sono una freddolosa terribile, già solo al pensiero di dovermi spruzzare qualcosa di liquido e freddo sul viso, mi sento male XD anche se ho il pigiamone!
        Comunque c’è da dire che d’inverno riescoa sopravvivere anche senza acqua termale ( idorlato, d’estate proprio no 😀

        • Dalila Motta
          Posted at 18:26h, 11 dicembre Rispondi

          dimenticavo… c’è un modo di seguire il tuo blog via mail? così non mi perdo i post 😀

          • gliuppina
            Posted at 20:49h, 11 dicembre Rispondi

            Ottima domanda! non mi ero accorta che mancava il riquadro per iscriversi, l’ho appena inserito 🙂 grazie!

  • The Sound of Beauty
    Posted at 13:21h, 11 dicembre Rispondi

    Evviva! Finalmente una marca ecobio che riesco a reperire anche io dal mio scrausissimo negozietto biologico, pusher ufficiali di wurstel vegan! Sinceramente però non ho ancora provato nulla perchè non avevo mai letto nulla su questa marca e l’ho sempre un pò snobbata (uh io non sono una persona facilmente suggestionale.. no.. no). Però mi piacciono le cosine aromaterapiche, mi mettono tanta pace interiore!
    Io di tonici sto usando acqua di luna Lush (giuro non sono una promoter lush che ad ogni post è costretta a consigliarti qualcosa di loro!!) e mi piace soprattutto perchè è leggermente astringente: ma se cerchi qualcosa di aromaterapico fuggilo come la peste, perchè c’è tea tre e l’odore ricorda molto l’asfalto della A1 quando ci sono 50 gradi all’ombra. Io non l’ho mai provata, ma la prossima che comprerò sara l’acqua alla lavanda di Sanoflore che anche questa ha funzione astringente ( astringetevi maledetti blackheads!) perchè con la crema mi ci sto trovando da dio!

    • gliuppina
      Posted at 20:43h, 11 dicembre Rispondi

      Io a Palermo ho da terminare Acqua di Sole (se non dico cavolate) che non sto amando particolarmente… non la sopporto proprio per l’odore inutile misto al fatto che non la trovo particolarmente astringente (anche io lotto un po’ invano contro i punti neri). Quindi non ti prenderò per promoter Lush, promesso 😀
      La Sanoflore non la conosco, me la segno!

  • Anna
    Posted at 18:29h, 11 dicembre Rispondi

    Ma che carino! Io la Bjobj la fisso sempre con fare guardingo quando sono al natura sì… tergiverso e alla fine scelgo la Lavera! Magari la prossima volta tergiverserò un po’ di più e scapperò alla cassa con lui però! XD

    Io adesso ho il tonico al mirtillo della fitocose, è rinfrescante anche lui visto che ha la menta, è delicato e non ha troppo alcol… Il profumino è quello proprio di frutti di bosco con l’aggiunta della menta, un po’ strano in effetti, ma a me piace molto! ^^

    • gliuppina
      Posted at 20:41h, 11 dicembre Rispondi

      Ehehe non mi stupisce che tu abbia scelto il mirtillo ; ) dovrò provarne uno Fitocose, me l’avete consigliato in tante!
      Credo che Bjobj sia più caro di Lavera, che almeno online ha prezzi un po’ più umani!

  • Insane Bazar
    Posted at 21:00h, 11 dicembre Rispondi

    Non ho mai provato prodotti della Bjobj, però mi incuriosisce… non sono abituata ad usare il tonico (lo so, sono pessima e molto pigra 😉

    Miss Piggy di insanebazar.com

    • gliuppina
      Posted at 23:28h, 11 dicembre Rispondi

      Figurati, nemmeno io lo uso spesso, specie d’inverno 😀 risolvo tutto con l’acqua termale che mi aiuta a calmare i rossori e stop!
      Bjobj mi piace molto, peccato per i prezzi!

  • dramanmakeup
    Posted at 21:33h, 11 dicembre Rispondi

    Mi attira moltissimo, altroché!
    Appena trovo uno psicologo bravo per me te lo passo :*

  • ironiaprimaditutto
    Posted at 00:17h, 12 dicembre Rispondi

    Io come tonico, non so se si possa definire tonico, uso da anni (da quando avevo 13 anni!) l’acqua di rose della Roberts. Devo dire che a volte, in quelle giornate in cui sono sveglia ma in realtà sto ancora dormendo, mi aiuta a tirarmi su. (O almeno ho questa impressione! 🙂 )
    Questo qui invece non l’ho mai provato, ma mi attira moltissimo l’effetto frescolino e il profumo di ghiacciolo fruttato.
    Deve essere davvero fresh!

    • gliuppina
      Posted at 00:40h, 12 dicembre Rispondi

      L’acqua di rose Roberts ha il suo fascino 😀 Additata da tutti come il male in persona poiché ricca di conservanti e altre bestie di satana, io la uso per fare lo struccante fatto in casa, e ogni tanto per dare sollievo agli occhi. Se guardo l’Inci mi sento male, ma tento di non farci caso.
      Questo è super fresh, forse troppo per l’inverno!

  • swlabrmakeup
    Posted at 00:33h, 12 dicembre Rispondi

    Non ho mai provato nulla della Bjobj, non so nemmeno se dalle mie parti questo brand sia venduto oppure no 🙁 A me incuriosiscono tantissimissimo i tonici che non servono essenzialmente a nulla, ahah (ora mi sento meno sola XD) *__*

    • gliuppina
      Posted at 00:36h, 12 dicembre Rispondi

      lui è uno di quelli, uahuahuah XD se hai un naturasì vicino è probabile che vendano Bjobj!

  • Elisa
    Posted at 11:26h, 12 dicembre Rispondi

    Vabbè, dico la mia. Non so se c’azzecca, ma al massimo mi tirate una testata. Io mi sono innamorata dell’Acqua di Chinotto. E’ un tonico che si trova solo da Eataly (e allora perchè lo consiglio, se ha una reperibilità così scarsa? Perchè è favoloso!). La marca è Dottoressa Reynaldi, laboratorio di cosmesi naturale. Realizzato in collaborazione con Lurisia (sì, è un po’ fighetto). E’ davvero astringente e purificante. Del tipo che se ho un brufoletto di quelli che già so che saranno dolorosissimi, basta che ci metta un batuffolino di cotone con l’acqua di chinotto e che lo tenga su per una decina di minuti che davvero il brufoletto inizia a dare segni di cedimento. Giuro. Giuro!
    Di inci ancora ci capisco poco (ma vi seguo da brava alunna) e direi che è buono: acqua, limonene, citrus aurantium amara oil, glicerina, linalool. E poi riporto che cosa c’è scritto: il prodotto è senza coloranti, senza parabeni, senza conservanti, senza PEG (che non so che cosa siano! 0___0 ).
    Ripeto: è tonico, non strucca per nulla. Io lo utilizzo per ripulire la pelle dopo lo struccante bifasico, prima della crema da notte. Oppure al mattino, prima della crema da giorno, se mi alzo con la pelle un po’ unta. Quando ho periodi sani di pelle regolare, non lo utilizzo se non sul naso (ah!!!!! Punti neri!!).
    Il profumino? Se amate il chinotto, non potrete più farne a meno e lo vorrete davvero bere.
    Ora passo a ritirare il compenso che mi hanno promesso in cambio di questo marchettone 😉

    • gliuppina
      Posted at 12:11h, 13 dicembre Rispondi

      Ma è favolosa come cosa! 😀 Un tonico al chinotto è davvero histpster! proprio l’altro giorno ero da Eataly e se l’avessi saputo prima avrei dato un’occhiata, l’inci è sicuramente buono (molto semplice, ma deduco che l’arancia amara faccia il grosso del lavoro *__*).
      Ora cerco su google il packaging 😀 grazie di aver condiviso questa scoperta Elisa!

  • Elisa
    Posted at 11:35h, 12 dicembre Rispondi

    Uh! Aggiungo di prendermi con le pinze, perchè mio marito che ama il chinotto alla follia, quando metto l’acqua di chinotto mi dice che ho un odore fastidioso (che elegante!). Quindi, come sempre, è tutto soggettivo.

  • Alis
    Posted at 11:44h, 12 dicembre Rispondi

    Sono giusto alla ricerca del mio tonico, buono a sapersi 🙂

    • gliuppina
      Posted at 12:16h, 13 dicembre Rispondi

      Se lo provi fammi sapere! anche tramite insulti 😀

  • [Random] Win & Fail 2012 « Vanity Nerd
    Posted at 16:59h, 21 gennaio Rispondi

    […] Tonico: Bjobj Tonico Struccante Delicato (qui) […]

  • Fine primo trimestre | Mondo Make Up
    Posted at 16:08h, 12 aprile Rispondi

    […] epidermica. Prodotto BIO certificato. L’ho scoperto grazie alla blogger Vanity Nerd e qui trovate il suo articolo per saperne di più sul prodotto e le sue impressioni, ve lo consiglio […]

Post A Comment