Clarisonic Mia 2: Prime Impressioni (e profonde riflessioni)

Lo so: per ora stanno parlando tutti del Clarisonic. È arrivato da poco in Italia e blogger e giornaliste hanno confezionato chilometrici post a riguardo, alla faccia mia che ho penato per averlo, desiderandolo ardentemente dal 2011, quando lo vidi per la prima volta a New York. [Lì la scelta era: o quello o la GHD, oppure prendere entrambi e rimanere per sempre nella Grande Mela a mendicare. La GHD si è rivelata un acquisto ottimo, anche perché l’ha pagata mia sorella e la usiamo entrambe. Buahhaha. No, davvero, rifarei questa ardua e discussa scelta mille volte.]

Per chi non sapesse di che diamine stiamo parlando – beata iNioranza, dico io – farò un brief, come si dice nelle aziende milanesi e nei peggiori bar di Caracas. A chi invece conosce bene l’articolo in questione do il permesso di saltare alla parte successiva, evidenziata col titoletto dall’engimatico nome PRIME IMPRESSIONI.

Custodia ambigua, Clarisonic, Caricabatterie

Custodia ambigua, Clarisonic, Caricabatterie

Dunque. Il Clarisonic è un aggeggio senza il quale noi occidentali consumisti non potevamo vivere: si tratta di una spazzola oscillante per struccare e pulire in profondità il viso. (Non si parla di scrub o esfoliazione). Il modello in mio possesso, il Mia 2, ha ben due velocità con cui potrete scartavetrarvi la faccia e una comoda custodia dall’ambigua forma (nel senso, può sembrare un’arma, ecco) per portare in viaggio l’arnese. In dotazione c’è anche il caricabatterie – a calamita, fighissimo! – e un detergente in crema. Altra cosa simpatica e cordiale di questo aggeggio è che fa una specie di bip ogni volta che dovete cambiare la zona del viso da trattare (in totale si parla di sessanta secondi). Da poche+settimane viene venduto da Sephora (in Italia, sì) a 149 euro. Non dirò altro, in giro (tipo qui)  si trovano mille informazioni e io non sono una persona attendibile.

Il caricabatterie a calamita è una genialata.

Il caricabatterie a calamita è una genialata.

Prime Impressioni

Doverose info sulla mia pelle, che definire mista è un po’ troppo: ho punti neri sul naso, couperose su guance e attorno al naso, ma per il resto è una pelle tutto sommato normale. Sulla definizione di «normale» esistono numerosi dibattiti psico-filosofici, sorvoliamo.

Il Clarisonic Mia 2 è  giunto tra le mie avide mani a maggio, dono dei miei zii et cugini così amorevoli da cedere ai miei più scemi desideri. L’hanno preso (diverso tempo prima) sul sito francese di Sephora, non so ovviamente a quale esorbitante costo.

Questo post non è una vera e propria recensione perché ho l’esoso arnese tra le mie mani (vai pensieri ambigui: ORA!) da solo un mese e per una recensione approfondita dovrò vedere i risultati sul lungo periodo, fare delle prove eccetera.

Ho cominciato a usare il Clarisonic (a volte una, a volte due volte al giorno) con il detergente Viviverde Coop, ma poiché come al solito mi faceva tirare la pelle  ho deciso di dare una possibilità al detergente in dotazione con l’Esoso Arnese. Sul momento sembrava andar bene, finché la mia pelle non ha cominciato a disintegrarsi (seccarsi, ndt) bevendosi litri di crema idratante (il Trattamento Levigante alla Rosa Mosqueta di Weleda, roba forte!).

Detergente Clarisonic aka il Demonio

Detergente Clarisonic aka il Demonio

La fronte – la prima zona a essere trattata quando uso il Clarisonic – ha cominciato a essere ruvida, come con dei piccoli solchi. Non brufoletti sottopelle, ma qualcosa che non so definire e che penso di poter interpretare come folle disidratazione.

In soldoni, non userò mai più – questo è certo – il gel detergente  Clarisonic. Cascasse una pannocchia (Cit.).

Venendo invece alla testina data in dotazione («Sensitive: per pelli normali»), beh, è tutt’altro che morbida, come ho sentito dire spesso. Forse la barba di due giorni di George Clooney è più soffice.

«Anche io ho sofferto per il Clarisonic», ha dichiarato George ai microfoni immaginari di Vanity Nerd.

Ho sempre sentito un costante fastidiello (termine tecnico), soprattutto su guance e naso, non trovando per nulla confortevoli le setole. Forse ho la pelle troppo delicata, o permalosa, o anomala, non so che dirvi.

Un lato positivo  però l’ho riscontrato: in effetti dopo l’utilizzo i pori  appaiono più piccoli, confermando l’effettiva efficacia del Clarisonic a livello di pulizia. Per il resto però il giUoco non vale la candela, per cui al momento ho smesso di usarlo.

Il Clarisonic con la sua simpatica testina "Sensitive". Già.

Il Clarisonic con la sua simpatica testina “Sensitive”. Già.

E quindi – direte voi – butti nel metaforico water cento-fanta-mila-paperdollari di Arnese perché non va bene per te?

No, al momento sto aspettando di recuperare una testina del tipo “Delicate” e fare altri tentativi. Dopo che l’avrò provata per un altro mese o più (a meno che non sopraggiungano episodi urendi come quelli di cui sopra) potrò fare una recensione completa.

Ho voluto scribacchiare lo stesso questo post per indurre chi è interessato all’acquisto a fare una profonda e impegnata riflessione, che consta di varie domande: la vostra pelle ha davvero bisogno di un oggetto di questo tipo? Avete un detergente delicato e idratante, a casa, da poter usare col Clarisonic? Potete spendere altri venticinque euro per una testina alternativa a quella in dotazione?
Certo, sono domande orientate soprattutto a chi ha una pelle delicata, ma meglio fermarsi a riflettere, non si sa mai. 

Io spero solo di trovare la giusta combinazione per usarlo, perché l’idea di struccarmi così mi piace assai, e al contempo l’idea di non usarlo affatto mi affligge non poco.

Se volete insultarmi nei commenti e darmi della consumista mangiata dal marketing, please, don’t.

40 Comments
  • Ilaria
    Posted at 22:10h, 17 giugno Rispondi

    Io, che il più delle volte non capisco nemmeno me stessa, non ho ancora deciso se mi ispira o no (stavo scrivendo “attizza”, ma poiché sono personcina educata non l’ho fatto. Ora l’ho fatto. Mh.)
    Vero è che sento anche molti pareri discordanti: persone a cui ha cambiato la pelle e la vita, altre che lo odiano, altre una via di mezzo. Per il momento di spendere 150€ non se ne parla (ma è noto che sono una coerente, io), perché se poi non mi serve a niente piango :/
    Grazie per la tua opinione… almeno per il momento mi tiene lontana dall’oggetto in questione 😀

  • francesca
    Posted at 22:18h, 17 giugno Rispondi

    ecco ora che hai detto che la testina sensitive non la trovi confortevole devo rimandare l’acquisto, secondo me sulla mia pelle me la distrugge

  • Ale // Dotted Around
    Posted at 23:11h, 17 giugno Rispondi

    In questi casi penso a quelle fortunelle delle americane che possono permettersi di spendere N paperdollari…e di riportare indietro l’arnese in caso non siano contente.
    Mi spiace per la tua esperienza, sigh. Io, per citare le categorie di Ilaria, faccio parte di quelle della via di mezzo: dopo quasi un anno di utilizzo dalle 2 alle 6 volte alla settimana posso dire che su di me non ha fatto miracoli. Però mi pulisce a fondo la pelle, mi migliora la secchezza in inverno e mi sembra abbia reso la pelle più luminosa. Epperò non ha fatto miracoli. Ho ancora le mie leggere discromie e le mie imperfezioni. Però lo amo per lo strucco.
    Ah e avevo preso sin da subito la spazzola delicate(??) azzurrina e sulla mia pelle sensibile non ha creato problemi. Però a dirla tutta pure quella per pulire i pori, che è meno delicata, non mi da problemi. Avrò temprato la pelle -col fuoco di mille battaglie…(semi-cit. che non faceva ridere, tra l’altro).
    Magari riprova con un’altra testina e vari detergenti, per mia esperienza vanno bene quelli molto cremosi/gel/morbidi/spumosi/nutrienti…incrocio le dita! u.u

  • Alis
    Posted at 23:49h, 17 giugno Rispondi

    Giuro che con questo post sono morta più volte dal ridere, e poi resuscitata per arrivare in fondo alla lettura!

    Allora io non ce l’ho e al momento non avrei nemmeno tanta voglia di spendere cotanta cifra in cotanto arnese. In più non so, ma mi dà l’impressione che sui rossori non faccia tanto bene… ma ammetto di non averlo mai provato.
    Certo, se mi eliminasse ever i punti neri che mi causano brufolazzi bestiali, potrei pensare di sposarlo… 🙂 viva la coerenza.

  • LaMary
    Posted at 01:26h, 18 giugno Rispondi

    il commesso Sephora quando sono andata a vedere l’anteprima a Milano cercava di invogliarmi all’acquisto con… “eh no! è qui il bello!! Lo trovi solo in viale Vittorio Emanuele!” -.- avevo già speso 80 euro…altri 150 non avevo voglia di lasciarglieli li…
    Non so se mi serve, però l’ho visto per così tanti anni e lo ammiravo senza poterlo avere…questo esoso arnese…uffa!! forse era meglio se se lo tenevano lì in America senza indurmi in tentazione…. 🙁
    Io sulle guance ho dei pori assurdi… magari a Natale del 2060 potrei regalarmelo…

  • dramanmakeup
    Posted at 07:22h, 18 giugno Rispondi

    Ecco il post tanto atteso! Inutile dire che come sempre riesci a scrivere post utili e a farmi morire dal ridere (la barba di George? ma come ti vengono certe idee?)
    La GHD è un’altro dei miei sogni proibiti tra l’altro hahahaha se l’ha pagata tua sorella hai fatto una scelta ottima all’epoca, non c’è che dire.
    Il Clarisonic mi attira da un sacco di tempo, principalmente per le migliaia di video stranieri in cui ne parlano come se fosse la soluzione a tutti i mali del mondo. Io oggettivamente non ho grossi problemi di pelle e non mi aspetterei miracoli in ogni caso, diciamo. Però non avendo delle *problematiche* per cui vale la pena di rischiare di trovarmici male non penso ne valga la pena, anche e soprattutto per il prezzo non esattamente basso che ha. Insomma, la tua esperienza mi ha fatto riflettere un po’ di più e penso che tutto sommato non mi convenga prenderlo. Certo, se trovassi 150 euro o quello che è per strada probabilmente correrei da Sephora urlando.

  • Chia La Vie En Cosmetiques
    Posted at 09:15h, 18 giugno Rispondi

    Dopo aver letto tutto ciò desidero codesto Arnese ancor più ardentemente, non temo la pelle da dinosauro…dottore, sono grave?

  • Boo - Insane Bazar
    Posted at 09:23h, 18 giugno Rispondi

    Partendo dal presupposto che sono morta dal ridere con questo post, devo dire che l’Esoso Arnese (cit.) non fa proprio per me… A parte il prezzo che non potrei sostenere, la mia pelle è talmente delicata e super sensibile che avrei paura di farmi del male!!!

  • Piper C
    Posted at 14:11h, 18 giugno Rispondi

    Che ridere che fai! Io alla barba dell’amico George non ci avrei pensato neanche dopo una notte insonne xD
    Comunque il clarisonic è uno dei (pocherrimi) prodotti su cui mon ho mai sbavato (che sia malata io? Mah). Credo che la ragione sia il prezzo decisamente folle e la mia pelle non particolarmente problematica, e riflettendoci su, come consigli giustamente te, mi rendo conto che con quei soldi posso comprare almeno 7 rossetti mac, o tutti (o quasi) i pennelli real techniques, o svaligiare il sito neve cosmetics… meglio che la smetta di sognare XD

  • Federica - Ecobiopinioni
    Posted at 14:29h, 18 giugno Rispondi

    Ti ringrazio del tuo punto di vista. Come te sono attratta da tempo immemore da questo aggeggino delle meraviglie. Mi hanno sempre frenata il costo un po’ esorbitante e il timore che la mia pelle, molto simile alla tua da come la descrivi, possa non amarlo poi tanto.

  • Elli
    Posted at 14:33h, 18 giugno Rispondi

    Dopo aver letto lo desidero ancora meno di quanto già poco lo desiderassi prima! La mia pelle è sfigata, zone disidratate si alternano a zone grasse solo su un lato del mento. Si, ho dei problemi seri ._.
    Detto ciò trovo che costi davvero troppo, preferisco continuare ad usare il mio detergente delicato Esselunga XD

  • cruezadema
    Posted at 21:34h, 18 giugno Rispondi

    mi incuriosisce da matti anche se continuo a pensare che la mia pelle potrebbe ribellarsi violentemente(definirla sensibile è tristemente riduttivo),la testina in dotazione non mi sembra il massimo della delicatezza (sensitive?XD).
    sono curiosa di sapere come ti ci troverai nel tempo( e con un testina meno cazzuta)..

  • Misato-san
    Posted at 01:13h, 19 giugno Rispondi

    io probabilmente sono una delle tre persone nel mondo che ne ha letto solo bene (giuro, sei la prima che leggo che ne parla male, l’unica altra è Ale lassù che comunque sta nel mezzo XD) e non riesce a sentirsene attratta. E non per questioni di denaro, ma proprio di diffidenza nei confronti del mezzo.
    Spero tanto che la testina nuova ti aiuti visto che ce l’hai… tristezza però.

  • Soffice Lavanda
    Posted at 13:02h, 19 giugno Rispondi

    Hai praticamente confermato ciò che pensavo di ‘sto coso… bene, bene…

  • lisecharmel
    Posted at 15:35h, 19 giugno Rispondi

    io lo bramo moltissimo, ma non lo comprerò (almeno non a breve), perché conoscendomi potrebbe fare la muffa insieme ai mille elettrodomestici che già possiedo e non uso. comunque ieri ero da sephora e la commessa cercava di vendermelo in tutti i modi, ma poi è arrivato il promoter a dirle che li avevano finiti! °_°

  • svampi4
    Posted at 16:50h, 20 giugno Rispondi

    Non mi arrischierei a comprarlo conoscendo la mia pellaccia cattiva, se non mi piacesse potrei davvero piangere sopra le spoglie del mio portafoglio vuoto.

    • svampi4
      Posted at 16:51h, 20 giugno Rispondi

      ps: e naturalmente grazie per averci detto la tua :*

  • kenderasia
    Posted at 18:02h, 21 giugno Rispondi

    Pensa che io lo trovo fin troppo delicato XD ma ho una pellaccia orrenda.
    Non trovo cha sia nulla di miracoloso – i residuati dell’acne ogni tanto rispuntano ma è un problema esclusivamente interno – però mi ha migliorato tantissimo la grana della pelle e me la rende liscissima…

  • Pamela
    Posted at 23:38h, 26 giugno Rispondi

    Ciao
    io ho preso il modello Aria, con la base e 3 velocità, qualche settimana fa negli USA.
    A dire la verità l’ho comprato per mio marito che ha la pelle molto grassa e con punti neri e pori dilatati (un disastro insomma!!), ma lo uso anche io che ho una pelle mista simile alla tua. Anche noi siamo in fase test, d’altronde è solo una settimana che lo stiamo usando, entrambi con le testine per i punti neri: per ora non ci sembrano particolarmente aggressive, solo un leggero fastidio quando si passa sul naso, ma penso che ci abitueremo.
    Per il detergente… io mi trovo bene con quello Kiel’s alla calendula preso a saldo negli States, ma credo che per comprarlo in Italia sia necessario un mutuo, per cui sto cercando alternative come te. Sono ben accetti i consigli 🙂
    Ciao!!
    Pam

  • Elisa
    Posted at 22:19h, 03 agosto Rispondi

    Volevo condividere la mia esperienza…dopo aver girovagato per giorni su forum e siti mi sono decisa all’acquisto “miracoloso”. La spinta definitiva mi e’ stata fornita dall’aver trovato un sito “pirata” che a meno di un terzo del prezzo di listino mi ha spedito da Hong kong probabilmente un apparecchio non originale ma perfettamente identico in tutto e per tutto (marchi, scatole e spazzole compresi) a quello venduto sui siti ufficiali…dico identico anche perche’ ho visionato soppesato, studiato a fondo l’originale da Sephora…lo uso da 2 mesi ed e’ perfetto…al prezzo pazzesco di 229 euro (ho preso quello per il corpo) non l’avrei MAI comprato! Lo uso tutti i giorni e devo convenire che, si e’ molto efficace nella pulizia, ma si deve stare attentissimi a non superare i tempi consigliati e soprattutto trovare un detergente delicatissimo da abbinargli. Pensavo di poter abbandonare definitivamente gli scrub che faccio settimanalmente, ma la pulizia che offre l’apparecchio non e’ cosi’ profonda…in sostanza e’ un aggeggino simpatico, utile…ma non indispensabile. Per quanto riguarda la spazzola per il corpo e’ si più grande rispetto a quella per il viso ma non abbastanza da rendere comodo e rapido il suo uso sotto la doccia….inoltre per le zone per cui sarebbe indicata (gomiti per esempio) e’ un po’ troppo morbida…

  • io
    Posted at 16:04h, 17 agosto Rispondi

    questo aggeggio è praticamente nè più nè meno di uno spazzolino elettrico…. 2 velocità, avviso dopo tot secondi, solo più grande e con setole più dure di quelle di uno spazzolino oralb… perchè spendere tutti quei soldi per una cosa che potete comprare a 20 euro? (e utilizzando 2 spazzolini diversi usarlo per 2 scopi) se volete fare esperimenti sul vostro viso basta quello..tra l’altro più agevole per le dimensioni della spazzola. il clarisonic viso ha la spazzola grande come quella del clarisonic corpo…
    detergenti?! è già aggressivo questo tipo di pulizia, non usate fantomatici detergenti viso specifici, delicati, neutri, bio o chi più ne ha più ne metta, il viso è una parte delicata, la pelle ha un pH leggermente acido, usate un detergente intimo per la pulizia quotidiana, è la cosa più adatta, non è aggressivo nemmeno sulle pelli affette da dermatite, va bene su pelli secche e pelli grasse e rispetta il pH naturale, non è troppo aggressivo con la normale flora batterica, quindi la pelle non si ribella producendo più sebo e nemmeno si secca eccessivamente con l’uso quotidiano. con il clarisonic non usate niente, la spazzola che vi raspa è più che sufficiente………
    il succo è: non fatevi fregare dalle strategie di mercato e nemmeno dalle pubblicità, esistono già prodotti analoghi e anche migliori a prezzi decisamente contenuti. soprattutto non fatevi fregare dalle promesse dei prodotti venduti in profumeria, le promesse sono tutte bufale, parola di una che in profumeria ci lavora…

    • Lyd
      Posted at 18:53h, 06 novembre Rispondi

      Che emozione, ma allora c’è qualcuno che ha avuto la mia stessa brillante idea di prendere una testina Oral B e utilizzarla con questo scopo!
      Devo ancora provare, a dire la verità, ma davvero non riesco a non pensare che non sia la stessa cosa. Anche perché io i problemi di imperfezioni li ho in zone localizzate e quello spazzolone del Clarisonic magari potrebbe andare ad interferire anche con le zone che “stanno bene”.
      Ok, ora son convinta. Proverò l’Oral Sonic.

  • lindsay
    Posted at 11:32h, 27 ottobre Rispondi

    L’avevo comprato sul loro sito quando ancora sephora non lo aveva in esclusiva italiana: l’ho venduto su ebay dopo una settimana pero’, ogni volta che vado da sephora, alla loro domanda “hai gia sentito parlare di clarisonic??????” io dico subito “ALT. CE LHO.NON ROMPERE” così la smettono di cercare di rifilarmelo a tutti i costi!
    Non da la soddisfazione che da una bella lavata con LE MANI… esattamente come accade per lo spazzolino elettrico per i denti:
    sembrano tutte buone idee e pensi “GENIALE!” finita l’estasi torni ai metodi tradizionali pensando “SCEMA”.

    Ciao ciao.

  • Laura
    Posted at 16:36h, 27 ottobre Rispondi

    Ho iniziato ad usare il clarisonic da una settimana, il risultato è – per ora – pelle veramente pulita e “più secca”. Io ho una pelle mista e mi sembra che mi stia aiutando nel dare una regolata alla produzione di sebo XD DOMANDONE: Secondo te con che detergente viso Lush potrei usarlo? Finora ho usato sempre e solo Erbalibera, ma non mi sono fidata ad usarlo con il clarisonic vista la consistenza!

    • gliuppina
      Posted at 19:07h, 27 ottobre Rispondi

      Ciao!

      Al momento anche io ho questo dubbio, nel senso che secondo me è “pericoloso” (tra molte virgolette) usare un detergente aggressivo col Clarisonic. Ce ne vorrebbe uno schiumoso e morbido, e non ne conosco nessuno >_< forse un normale sapone idratante potrebbe andare. Mumble mumble.

      • Laura
        Posted at 19:32h, 27 ottobre Rispondi

        Che dici di Maisenza? Io non l’ho mai usato (è nella mia wishlist!)

        • gliuppina
          Posted at 19:34h, 27 ottobre Rispondi

          lo adoro, ma abbinato al Clarisonic meglio di no…!

  • [Blog] Pomeriggio blogghereccio da Sephora #1 | Vanity Nerd
    Posted at 10:02h, 19 novembre Rispondi

    […] è subito venuto fuori il discorso Clarisonic. Ho dichiarato la mia antipatia causa rapporto burrascoso (troppo aggressivo per me, pare) e Giada […]

  • Francy
    Posted at 23:41h, 04 dicembre Rispondi

    Ciao! Io mi sto trovando molto bene col Rio Sonicleanse che, a quel che leggo, è uguale al Clarisonic Mia 2, ma costa circa un terzo! Io ho la pelle misto-secca e, usato una volta al giorno coi comuni gel viso in vendita al super, affina la grana della pelle. Penso sia un buon compromesso al prezzo giusto. L’ho preso sul sito di QVC.

    • gliuppina
      Posted at 22:12h, 06 dicembre Rispondi

      Grazie del consiglio! 🙂 penso però che non prenderò altri aggeggi di questo tipo perché la mia pelle per ora non ne vuole proprio sapere!
      a presto 🙂

  • Diannux Camozzi
    Posted at 20:24h, 14 dicembre Rispondi

    Gliuppina io domani vado a comprarlo…. Preghiamo tutti insieme Santo Gluteo affinche’ non faccia disastri sulla mia stupida pelle che odia i detergenti e ancora devo capire cosa vuole da me!!!

    • gliuppina
      Posted at 03:13h, 15 dicembre Rispondi

      argh, io continuo a detestarlo, mi desertifica la pelle : ( spero che la tua non sia altrettanto sensibile! in bocca al lupo : )

      • Diannux Camozzi
        Posted at 18:50h, 15 dicembre Rispondi

        Vendilo no? Io l ho comprato oggi. Gli do tempo un mese, se entro quel lasso di tempo la mia pelle non apprezza lo vendo su subito.it XD

        • gliuppina
          Posted at 19:50h, 15 dicembre Rispondi

          è un regalo dei miei cugini e mi sembra brutto : (
          so che è inutile tenerlo se non riesco a usarlo, infatti ci sto pensando su…
          vedremo 🙂

          • Diannux Camozzi
            Posted at 11:49h, 18 dicembre Rispondi

            allora…lo sto usando da domenica!!! Devo dire che in pochi giorni mi ha tolto il 90% dei punti neri che avevo sul naso, il che è sorprendente. La pelle è più soffice ma devo dire che se prima la crema idratante era quasi un di più ora la mia pelle se la “beve”. I brufoletti sono ancora li…non che ne abbia molti però vediamo se migliora anche questa situazione. L’ unica cosa è che sopratutto la mattina lo uso con il tonico (che poi è un acqua micellare) della viviverde coop…spero di non fare danni! Comunque scusa se ti stalkerizzo 🙂

            • gliuppina
              Posted at 11:58h, 18 dicembre Rispondi

              Ma va’, anzi! mi fa piacere sapere come va : ) io non so davvero se devo prendere una crema per il viso bomba o lasciare perdere. Forse chiederò al mio dermatologo di fiducia 🙂

              • Diannux Camozzi
                Posted at 12:36h, 18 dicembre Rispondi

                ma hai provato anche la delicate? perchè io sto quasi pensando di procurarmene una se è parecchio piu delicata della sensitive…

                • gliuppina
                  Posted at 12:44h, 18 dicembre Rispondi

                  Sì sì, va molto meglio ma il giorno dopo mi trovo con la faccia screpolata e arida : (

  • Clarisonic Mia 2: una nuova speranza | Vanity Nerd
    Posted at 10:01h, 22 gennaio Rispondi

    […] vi dicevo un imprecisato numero di mesi fa in questo post – che vi consiglio di leggere se non sapete di cosa io stia parlando – la mia avventura […]

  • [Win] Antipodes: creme viso Vanilla Pod & Avocado Pear | Vanity Nerd
    Posted at 10:00h, 10 giugno Rispondi

    […] la mia pelle fosse diventata arida dopo il primo utilizzo del Clarisonic, mille anni fa (vi lascio qui e qui i miei post in merito). Non riuscivo a uscire da questo tunnel quando ho capito che […]

Post A Comment