Capelli: I miei prodotti SVOLTA

Per la fortunata serie sui Capelli, come da titolo oggi vi ammorberò coi prodotti SVOLTA (scritto  grande), quelli che in un modo o in un altro  hanno radicalmente cambiato  i miei capelli o il mio modo di rapportarmicivicivici. Non mi dilungherò eccessivamente su ogni prodotto, anche perché è probabile che tornerò a rompervi le scatole in futuro sulle stesse cose. (Immaginate l’asino di Winnie Pooh, Eeyore/Ih-Oh, mentre dice “evviva”).

Dovete perdonare la foto, oscena in ogni suo aspetto. Con cavi inutili sullo sfondo, parti sfocate etc. Purtroppo il tempo per le foto scarseggia.

Dovete perdonare la foto, oscena in ogni suo aspetto. Con cavi inutili sullo sfondo, parti sfocate etc. Purtroppo il tempo per le foto scarseggia.

1) Balsamo Splend’Or

Di questo balsamo – con un buon inci, senza siliconi e con vero olio di cocco mon amour – potrei solo dire che ne ho comprato una scatola intera all’ingrosso. Avete capito bene, una scatola di cartone con DODICI confezioni dentro. Tale è il mio amore per un prodotto che mi ha condotto fuori dal  tunnel dei siliconi districando i miei nodi e fungendo da prodotto multi uso (balsamo, ma anche base per impacchi o per il cowash, ovvero la pratica di lavarsi i capelli con solo balsamo e zucchero di canna – yes, avete letto bene). Il tutto per un prezzo più che onesto: 1 euro e trenta in media.

Potrei vivere senza? ne dubito. In ogni caso non provate a togliermelo.

2) Piastra GHD

Vi ho accennato al mio rapporto con la piastra in epoca adolescenziale: sognavo capelli lisci e in cambio ottenevo un parruccone piuttosto informe. Tutto è cambiato con la GHD, una piastra alquanto costosa che vale ogni singolo centesimo speso: con un po’ di pazienza infatti  perfino io che ho la manualità di un canguro mancino riesco ottenere risultati quasi profescional. I capelli mantengono la piega per più giorni [normalmente vedevo il frutto del mio duro lavoro svanire con una sola dormita] e non si autodistruggono formando diecimila triple punte nel giro di due utilizzi come con le vecchie piastre. Ovviamente si tratta sempre di un aggeggio che stira i capelli, non fa di certo bene, ma mettiamola così: per danneggiarli davvero ci mette molto più tempo.

Io ho un modello super-basico comprato a New York [col danaro di mia sorella], ma a Palermo mi approprio di quella di mia maTre, acquistata dal parrucchiere di fiducia. La sua è super accessoriata, ha una custodia con le frange molto boho-chic, il copri-piastra, due pinzoni glam, e mi sembra che funzioni anche meglio. Ma vabe’, sono dettagli, ecco. Il succo è: ghd o muerte! (parlo per me, of course).

ghd o muerte

Il mio stile è sempre molto accurato.

3) L’Henné

All’inizio avevo provato l’henné unicamente come tinta naturale. Desideravo avere dei bei riflessi rossi senza danneggiare i capelli e avevo trovato lui (nello specifico quello di Lush). Poi, piano piano, ho capito: l’henné stava lentamente fortificando i miei capelli, rendendoli quasi immuni allo stress della piastra e del phon (che io, per inciso, ho super potente). Difficile abbandonare un prodotto del genere. Anche perché, nel caso in cui non si voglia cambiare colore, c’è sempre la variante neutra (aka Cassia).

4) L’olio di cocco

Ne ho parlato spesso (tipo qui) e forse meriterebbe un monumento in marmo di Carrara, ma per me l’olio di cocco rimane un prodotto fondamentale nel mio percorso di fortificazione tricotica (manco stessimo parlando dell’anima umana o di che so io). Soprattutto d’estate è mio grande e simpatico amico: protegge i capelli dal sole e dal mare come nessuno. Ai lov iu!

Riciclo foto da vecchi post, as usual. Guest star: l’olio di ricino

5) L’olio all’Amla

Qui ho scritto il mio post di puro amore per l’olio all’amla. In due parole, ha sulla mia intera testa un effetto mai provato prima con nessun prodotto. Cura la cute dai rossori e/o dai pruriti, ammorbidisce i capelli in maniera quasi surreale, lasciandoli leggeri e setosi. In più lo si può applicare sui capelli asciutti senza il rischio di seccarli. Devo dire altro?

foto riciclata olè olè

6) Spazzola tonda Tek

C’era un tempo in cui credevo che l’abilità di fare la piega con la spazzola appartenesse solo ai parrucchieri e a mia cugina Chiara, futura avvocatessa di gigasuccesso con l’anima da hairdresser. Mi ostinavo a usare delle spazzole tonde in setole sintetiche  rivestite in metallo, cioè la MORTE se vuoi lisciare i capelli (buone invece per fare i boccoli, ma io sono impedita). Grazie a Mary ho scoperto come scegliere la giusta spazzola per fare una piega liscia: di legno e possibilmente con le setole naturali (mi piacerebbe però sapere come le prendono, poveri cinghialini).

Per caso poi mia sorella ha comprato questa spazzola Tek da Coin. [Sì, avete ragione, compra tutto lei – ma lavora da anni e può investire nel progresso tricotico]. Ecco, con questo arnese perfino io (il canguro di cui sopra) riesco a dare una forma decente ai capelli per far sì che la fase di piastratura (?) serva solo a fissare un lavoro già fatto con la spazzola, che toglie il crespo e dà una vera lisciatura.  L’effetto è ancor più vicino a quello di un parrucchiere (magari di uno molto molto scarso con anima da avvocato, che ne so). Medito di comprarne una tutta mia, al momento scrocco che è una meraviglia.

Dopo avervi stordito con le mie chiacchiere torno al mio mondo tricomaniaco, sperando di leggere quali sono stati i vostri, di prodotti SVOLTA. (Se volete, chessò, dirmelo con un post a mo’ di inutiliTAG* sarebbe assaj bello). Bacini rosa.

*fusione tra “inutilità” e “tag”, mio copyright di cui vado sommamente fiera.

52 Comments
  • Lucyliu
    Posted at 11:34h, 24 luglio Rispondi

    Come per la pelle io ho pure i capelli “monini”. Urge post in merito! Luv

    • gliuppina
      Posted at 22:36h, 24 luglio Rispondi

      non avendo i capelli grassi non saprei cosa consigliare : ( uffola!

  • lisecharmel
    Posted at 12:17h, 24 luglio Rispondi

    tanto amore per il gattino, sia nella foto che nel disegno.
    con l’olio di cocco ci si fa un po’ tutto mi pare, volendo (se è puro), ci si condisce pure l’insalata, perché io non me lo sono ancora procurata?
    la mia routine dei capelli non val neanche la pena di nominarla: li lavo con lo shampoo che capita, ci metto il balsamo che capita, li strofino nell’asciugamano e fine. per questa ottima ragione sembro un piatto di spinaci mal cotti.

    • gliuppina
      Posted at 22:38h, 24 luglio Rispondi

      la gatta Irene ringrazia molto :3
      Rido per il piatto di spinaci! l’olio di cocco in effetti lo vendono anche nei negozi di alimentari “etnici” (detesto l’aggettivo), mi dimentico sempre di scriverlo e sì puoi farci di tutto! pure struccarti. Indi consiglio caldamente l’acquisto.

  • Frivolezze in rosa
    Posted at 13:43h, 24 luglio Rispondi

    3 prodotti sui sei che hai elencato sono anche per me un must: balsamo splend’or, olio di cocco ed hennè, non saprei nemmeno più rinunciare ad uno di questi tre! La piastra l’ho abbandonata e da quando l’ho fatto i miei capelli da boccolosi, gonfi e un po’ crespi, sono diventati piatti e lisci. Misteri -.-
    Per la spazzola ci sto lavorando, ancora ne utilizzo alcune patacca, ma rimedierò! 🙂

    • gliuppina
      Posted at 22:39h, 24 luglio Rispondi

      Evviva, evviva! Beh ottimo che l’abbandono della piastra abbia annullato il crespo, a me credo che non accadrà mai @__@
      la spazzola è proprio un ottimo acquisto, la amo *__*

  • dramanmakeup
    Posted at 14:14h, 24 luglio Rispondi

    Amo i tuoi post, non te lo dico abbastanza.
    Io penso di avere un solo prodotto che potrei forse inserire in questa categoria, magari ci faccio un post 🙂
    La ghd è stata un mio sogno proibito per anni quando volevo i capelli lisci liscissimi ma oggettivamente mi stufo anche solo a pettinarli per più di un secondo, per me sarebbe sprecatissima.
    L’olio di cocco l’ho anche io -confezione molto meno figa- ma lo uso solo per struccarmi!
    Irene sembra guardare malissimo l’amla nella foto xD

    • gliuppina
      Posted at 22:40h, 24 luglio Rispondi

      Ahww ma tu non hai bisogno di piastra! hai dei capelli bellissimi che non necessitano di diavolerie di nessun tipo <3
      (a proposito, ricambio l'amore con bacini e cuoricini) 😀

      irene guarda male tutto e tutti, gattaccia antipatica!

  • Pamela
    Posted at 14:22h, 24 luglio Rispondi

    Di ghd ne ho 2 e posso dire che mi hanno cambiato la vita!! Invece il balsamo Splend’or ce l’ha con me: non scioglie i nodi neanche se ne metto mezzo litro!! E’ perfettamente inutile, per fortuna l’ho pagato meno di 1 euro…

    • gliuppina
      Posted at 22:42h, 24 luglio Rispondi

      Lo splend’or rimane un mistero per me, cambia tantissimo da chioma a chioma! ormai quando lo consiglio ho sempre paura di far prendere una sòla 😀

      • Pamela
        Posted at 09:26h, 25 luglio Rispondi

        Per quel prezzo vale la pena provare!! Ora però io ne ho ancora una confezione e mezzo da smaltire (ovviamente ne avevo prese due) e sto cercando un metodo alternativo per usarlo, considerato che non mi piace molto l’idea del cowash…

        • gliuppina
          Posted at 09:56h, 25 luglio Rispondi

          io lo userei come base per un impacco, se aggiungi qualche bell’olio e lo tieni in testa per un po’ può funzionare ; )

          • Pamela
            Posted at 13:02h, 25 luglio Rispondi

            Grazie del suggerimento!! Ci proverò!!

  • Ilaria
    Posted at 14:51h, 24 luglio Rispondi

    Ghd è stata la mia prima vera piastra che possiedo tutt’ora con grande soddisfazione e confermo ampiamente: vale tutti i soldi spesi. In seguito l’ho sostituita con Cloud Nine e mi trovo divinamente in quanto, finalmente, riesco ad ottenere risultati ottimi anche regolando la temperatura. I miei capelli sentitamente ringraziano. Mi ha incuriosito l’olio di cocco di questa marca… quello che avevo provato io non mi aveva entusiasmato!
    Un bacino al protagonista peloso in una delle fotine 🙂

    • gliuppina
      Posted at 10:00h, 25 luglio Rispondi

      Uh, Cloud Nine! non la conoscevo, ottima l’idea di regolare la temperatura *gaahh, la voglio!*
      L’olio di cocco dovrebbe essere uguale per tutte le marche, senza troppe aggiunte – però la profumazione varia parecchio, quella sì 😀

  • Giulia
    Posted at 15:09h, 24 luglio Rispondi

    Anche io adoro la Ghd, mi ha cambiato proprio al vita!Incapace come te e, per di più, con poca pazienza, sono finalmente riuscita a trovare una vera alternativa al parrucchiere forever!
    Complimenti per il tuo blog e per la tua ironia!
    Se ti va passa a trovarmi 🙂
    Giulia

  • shoppingandreviews
    Posted at 15:39h, 24 luglio Rispondi

    Io non ho ancora trovato i prodotti svolta, giusto i prodotti che mi fanno sembrare un poco più in ordine. Sappi che la mia wishlist è cresciuta tantissimo *____*
    L’olio all’amla lo corteggio da mesi, da quando l’hai recensito XD in autunno farò un bell’ordinuccio eccoverde :3

    • gliuppina
      Posted at 10:08h, 25 luglio Rispondi

      uhhhuhu spero ti piaccia, in caso contrario mi sentirò moooolto responsabile! <3

  • francimakeup
    Posted at 15:53h, 24 luglio Rispondi

    I prodotti Splend’ or mi piacciono tanto ma il balsamo al cocco non l’ ho provato perchè non amo l profumazione mi piace molto quelle alle mandorle

    • gliuppina
      Posted at 10:09h, 25 luglio Rispondi

      io invece ho provato solo quello al cocco! ma un giorno proverò anche gli altri 😉

  • aledottedaround
    Posted at 16:11h, 24 luglio Rispondi

    ahaha bellissimo post!
    Ci ho pensato un po’, ma mi sa che il prodotto svolta per i miei capelli non l’ho ancora trovato: tanti buoni e validi, tanti che ho riacquistato innumerevoli volte, ma quello che mi fa urlare “è la svolta! è la svolta!” ancora non l’ho incrociato. Però c’è da dire che il mio capello è mosso ed io, in barba a tutte le possibili statistiche, ho il *terrore tricotico* (esisterà?) di lisciarlo. Anzi, più mosso è, più lo amo. E se penso che negli ultimi anni il mosso si è affievolito piango un po’. Quindi vedo le piastre e qualunque prodotto lisciante come oggetti del demonio da cui rifuggire(!) e cerco qualunque cosa prometta di enfatizzare i ricci, ma è una missione ardua!

    • gliuppina
      Posted at 10:10h, 25 luglio Rispondi

      Ma il tuo mosso è bellissimo e fai bene a coccolarlo! io d’inverno asciugandoli col phon non ho altra scelta, perché ho un “boccolo” super malleabile che resiste solo se non pettinato e asciugato all’aria. (e poi sì, avendoli crespi preferisco nettamente lisciarli :3 )
      Se trovi il prodotto svolta pro-ricci fammi sapere Ale! 🙂

  • Chia La Vie En Cosmetiques
    Posted at 16:15h, 24 luglio Rispondi

    Perchè devi farmi venire voglia di fare l’henné che con questo caldo crollo al sol peso di una forcina?
    Perchè devi farmi venire voglia di comprare una Ghd che sono povera?
    Andrò a fare il bagno nell’olio di cocco per consolarmi

    • gliuppina
      Posted at 10:16h, 25 luglio Rispondi

      ahahaha un bel bagno nell’olio di cocco è quel che ci vuole per entrare nell’atmosfera estiva. Se può consolarti anche io vorrei troppo farmi l’henné, ma ho rimandato a dopo l’estate perché imploderei dopo un’ora di pannolone in testa (è così che definisco il malloppone)

  • Emanuela
    Posted at 16:26h, 24 luglio Rispondi

    io adoro la mia ghd!

  • Isabella
    Posted at 16:28h, 24 luglio Rispondi

    Dunque: tempo fa, per scommessa col mio parrucchiere, mi son lasciata convincere a farmi crescere un pochino i capelli, tipo passare da 1 cm a circa 10, forse anche un caschetto. Orbene, il diabolico parrucchiere, sapendo che io mi stavo dando il tormento con la piastra per tenere lisci gli indomabili, mi ha proposto la cheratina. L’ho fatta, si, e non me ne pento perchè i risultati sono stati ottimi. 3 applicazioni in un anno e mezzo. Capelli meravigliosissimi. lucidi, lisci, niente piastre, nulla. Solo capelli e tanto amore. Poi. Poi ho cominciato a pensare che il capello lungo non fa per me, che volevo qualcosa di diverso, che dopo essere stata in Francia ho visto le donne francesi con i capelli a la garconne (so che ci vuole l’altra “c” ma ora non ho voglia di cercarla) e soprattutto la cheratina costa un botto, quindi, son tornata al taglio corto. Il che vuole anche dire drastica riduzione dei trattamenti. Olio di cocco (che tanto serve per tutto, vogliamo parlare di come strucca?), burri sparsi di Aromazone acquistati in campioncini come tester, shampoo normale, colore fatto in casa con i tubi dei parrucchieri (epic win del risparmio). Mi chiedo, e se provassi l’hennè? Neutro o come? io son castana scura… Mah. (fine della risposta lunga, vaga e che termina senza certezze). I love your posts!! 🙂

    • gliuppina
      Posted at 11:35h, 25 luglio Rispondi

      Grazie Isabella! <3 l'hennè io lo straconsiglio sempre…se vuoi dei riflessi rossi è perfetto, sui capelli scuri il suo risultato dipende molto, a volte si vede molto, a volte si vede poco. Comunque da Lush hanno varie versioni, per es. Caffè Caffè è adatto ai capelli castani perché dà pochi riflessi rossi (in teoria). Poi c'è la cassia che è neutra e non colora, per le indecise ; ) come effetto rinforzante è meravigliUoso!

      • Isabella
        Posted at 18:35h, 27 luglio Rispondi

        mi sa che lo provo, faccio un giro da Lush a Pisa. Con i capelli bianchi come si comporta? Voi siete GGGiovani ma io ne ho a pacchi.

  • Piper C
    Posted at 16:48h, 24 luglio Rispondi

    Sorvoliamo sui disegni e sul tuo stile che se ci ripenso scoppio a ridere e non sono più in grado di articolare un pensiero compiuto, credo proprio che a fine estate tenterò l’hennè neutro *.* dite tutti che fa miracoli!

    • gliuppina
      Posted at 11:36h, 25 luglio Rispondi

      zì! sul momento non sembra, ma a poco a poco si nota il cambiamento nei capelli, qualcosa di spaziale (per usare un termine molto anni ottanta) 😀

  • Manuki
    Posted at 18:42h, 24 luglio Rispondi

    Sono d’accordo anche io con diversi prodotti: la ghd l’ho usata parecchio anche io e sebbene non sia una cima tutti i facevano i complimenti come se fossi stata dalla parrucchiera!
    Il balsamo splend’Or e anche l’henné anche se è tanto che non lo faccio.
    Devo provare assolutamente l’olio di amla!

  • followingyourpassionsimona
    Posted at 23:05h, 24 luglio Rispondi

    Io lo Splendor me lo berrei se potessi! Lo adoro e non manca mai in casa, quando manca corro o mando subito qualcuno a comprarlo.
    Anche l’Hennè neutro si è infilato imperterrito nella routine capillifera e pure l’olio di cocco o monoi di Fitocose che è paradisiaco.
    Con quello di ricino faccio degli impacchi pre-shampoo e ovviamente lo uso per le ciglia! 😉
    L’unica cosa in cui discordiamo è la piastra, sono anni che non la uso più, se non a volte per il ciuffo ribelle laterale!

    L’olio di Amla mi manca.

    Following Your Passion
    Following Your Beauty
    FYP @Twitter
    FYP Facebook Page
    FYP on Bloglovin’

    • gliuppina
      Posted at 11:40h, 25 luglio Rispondi

      beata te che sei riuscita a disintossicarti dalla piastra, io sono dipendente anche quando tengo i capelli ricci per via del ciuffo-frangia . Mentre la dipendenza da Splend’or è difficile da curare 😀

  • Alice
    Posted at 02:41h, 25 luglio Rispondi

    Brava brava, vedo che produci!
    Allora l’olio di cocco lo uso anche io e devo dire che miei capelli sono decisamente migliorati da allora!
    L’hennè un po’ mi fa paura, anche se forse lo dovrei usare avendo i capelli tinti/meschati. La mia paura è proprio che mi si scuriscano o virino di colore!
    Ho visto però che lo shampoo Dorian Grey di Lush dovrebbe contenere hennè neutro… magari lo provo!

    Io mi trovo bene con la tangle teezer!

    Ma lo splend’or dove si compra???

    • gliuppina
      Posted at 11:48h, 25 luglio Rispondi

      Anche io ho la tangle teezer, una bella rivoluzione anche lei :3 ovviamente dovrò scriverne al più presto ; )
      In teoria l’henné neutro non dovrebbe colorare, io dovrò provarlo dal momento che ho fatto lo sfumato l’Oreal e per un po’ mi terrò il mio bel bi-colore 😀

      Lo splend’or lo compro al supermercato, da tigotà, da limoni…ormai si trova abbastanza facilmente 🙂

  • Pinnù
    Posted at 06:00h, 25 luglio Rispondi

    Quella piastra si sta insinuando tra i miei sogni… Voi blogger, mi avrete sulla coscienza! Il fumetto della gattina è bellissimo e tra l’altro, nella foto, la sua espressione è davvero indignata per la tua frivolezza 🙂

    • gliuppina
      Posted at 11:51h, 25 luglio Rispondi

      D’oh, responsabili di folli desideri siamo! XD
      ahahah sì, Irene è costantemente indignata, ha a cuore problemi più seri dei miei ; )

  • Federica - Ecobiopinioni
    Posted at 17:02h, 25 luglio Rispondi

    L’olio di amla è un po’ che medito di comprarlo, ma sicuramente lo includerò in uno dei miei prossimi ordini. Per non parlare della spazzola Tek. Io punto da un po’ una con rivestimento in ceramica

  • Misato-san
    Posted at 04:31h, 26 luglio Rispondi

    Irene… Irene ovunque XD <3 (tra l'altro Instagram sono due giorni che mi si apre sulla sua foto dove è abbacchiata ç_ç )

    venendo ai capelli, Splend'or <3 Saranno 20 anni che lo uso… ogni tanto provo altro ma lui è ammore.
    l'henné spero che alla lunga mi aiuti non solo col colore…

  • lunaspina
    Posted at 09:06h, 29 luglio Rispondi

    Impedita n.1 con le spazzole? Eccomi! La piastra funge anche da spazzola quando voglio lisciarli! Sì, lo so, non è normale tutto questo! Forse un giorno troverò anche io la spazzola giusta che mi cambierà la vita (disse con sguardo fiero). A d ogni modo, complimenti per il blog: ti ho scoperta poco fa e ti leggo con piacere! Utile e divertentissima!

    allaraoundlove.blogspot.it

    • gliuppina
      Posted at 17:31h, 29 luglio Rispondi

      Ahahah 😀
      grazie mille, davvero. Spero tu possa trovare la spazzola adatta al tuo futuro capillifero, ho molta fiducia 😉

  • GiareDiLuce
    Posted at 10:11h, 29 luglio Rispondi

    Ahahha è stato piacevolissimo leggere questo tag, innanzitutto per le risate 😀
    Molti dei prodotti che hai menzionato li punto o li ho comprati di recente, ma non ho ancora avuto occasione di usarli… spero che cambino la mia vita “tricotica” come han fatto con la tua! 🙂

  • MakeMeUp (@TheMorgana1985)
    Posted at 22:52h, 29 luglio Rispondi

    Che bello questo post. Mi è piaciuto moltissimo leggerlo. Io, a parte la tendenza a sporcarsi appena respiro, ho un buon rapporto coi miei capelli: mi piacciono scuri, con riflessi rossi e lisci e i miei sono scuri, con riflessini rossi e liscissimi (veri e propri spaghetti). Inutile metterli in piega perchè stanno come dicono loro, cioè belli dritti. Son tanti e crescono super in fretta (cosa che se li vuoi corti, come me, svuota un po’ le finanze).

  • Federica
    Posted at 14:53h, 07 agosto Rispondi

    wow! pensa che ho comprato lo splend’or shampoo e il balsamo da Ipersoap a Milano solo ed esclusivamente perchè erano in confezioni piccine da viaggio,ho pagato 80 cent l’uno! ora son ancora più contenta, non vedo l’ora di essere già in vacanza per provarlo! ^_^
    quanto alla piastra ghd… magari!! costa troppissimo 🙁

  • ester
    Posted at 22:32h, 27 febbraio Rispondi

    spinzettano i cinghiali pelo per pelo.e poi li liberano in natura ,e poi le bestiole muoiono per la vergogna

  • [Capelli!] Tek: spazzole tonde in cinghiale e pettine in legno [#occupycapellicrespi] | Vanity Nerd
    Posted at 12:15h, 01 agosto Rispondi

    […] Ben un anno fa vi parlavo su questi lidi dei prodotti che hanno cambiato la vita dei miei capelli; tra questi campeggiava la spazzola tonda Tek, scroccata a mia sorella e amata follemente per le più svariate ragioni (potete trovare il post qui). […]

  • MufiMakeup
    Posted at 21:46h, 14 ottobre Rispondi

    Ciao! ! Avevo bisogno di leggere un post così, voglio far crescere i capelli ma li ho secchi e fini e sto cercando dei prodotti che mi aiutino! Secondo te dove lo posso trovare quell’olio al cocco? ? Ho comprato quello di Tropicana ma sembra fatto di alcol e leggendo recensioni in giro forse avrei fatto meglio a risparmiare o miei soldi eheheh E l’olio all’Amla? ? Dove lo compri? Grazie!

    • gliuppina
      Posted at 11:21h, 17 ottobre Rispondi

      Ciao! io compro tutto su ecco-verde.it, ma ci sono anche altri siti che li vendono 🙂
      l’olio di cocco se vuoi provarlo subito chiedilo in erboristeria, ce l’hanno sicuramente! Sennò all’OVS o all’Upim 🙂

Post A Comment