Cura delle Unghie (d’emergenza o di routine)

Su questi lidi non parlo spesso di nail care, come diciamo noi milanesi veri (NB: sto scherzando, e poi non sono nemmeno milanese). Purtroppo sono una di quelle persone che da quando era piccola si sfoga mangiandosi le unghie (che scriverlo fa davvero schifo, ma sorvoliamo) e solo a periodi alterni riesco a controllare questa abitudine (chiamarla così mi pare sbagliato, contattate uno psichiatra per una corretta definizione).

Da qualche mese però, complici le feste (Natale, ndr), un paio di manicure e il bellissimo smalto Chanel Rouge Rubis che mi hanno regalato due miei cugini (tanti cuory per voi) sono riuscita a tenere le unghie piuttosto in salute.
A Palermo non facevo niente di particolare per tenerle in forma: rimuovevo lo smalto con un acetone classico comprato in un maxi-boccione (preso in un negozio di articoli per estetiste), mettevo la mia amata crema di Crabtree & Evelyn e buonanotte.

Qui a Milano, invece, si è palesato il dimonio sotto forma di prodotto per le unghie: il leva smalto a immersione. (Questo, per capirci).

Io e questo genere di prodotto abbiamo dei trascorsi burrascosi: un’estate di svariati anni fa avevo dovuto interromperne l’utilizzo perché mi stava distruggendo le unghie (era di Sephora, nel caso possa interessarvi). Quando l’ho ricomprato – questo è di Shaka – mi sono ripromessa di usarlo solo per le emergenze, ovvero:

1) ho appena messo lo smalto ma anziché rimanere ferma per venti minuti ho avuto l’urgenza di ravanare in una borsa e un’unghia si è rovinata irrimediabilmente: urge togliere lo smalto solo su quella e rimetterlo.
2) Bradley Cooper ha appena suonato alla porta e io ho lo smalto sbeccato ovunque con ricrescita di 20 giorni e altre disgrazie analoghe.

Stoltamente ho ignorato questa promessa e nelle ultime due settimane ho usato con una frequenza illegale il levasmalto a immersione. Ciò ha portato inevitabilmente a unghie che si sfaldano, deboli e disgraziate.

So bene che il mondo può fare benissimo a meno dei miei Consigli Non Richiesti, ma mettere nero su bianco cosa ho fatto per farle riprendere in tempi record può essere utile come memo anche per la sottoscritta, nel caso mi ricapiti (e si sa che ho la memoria di un portapenne in acrilico). Inoltre credo che sia una buona routine per mantenere sane le unghie, se si ha tempo. Per cui. Ecco.

nail care

Inizialmente mi ero limitata a mettere la crema per le mani (la mia esosa Crabtree and Evelyn all’olio di Jojoba) sperando in un miracolo dal cielo. Niente. Ero passata al burro di karitè: le unghie sembravano leggermente più “solide”, ma in realtà continuavano a sfaldarsi.

L’unico rimedio utile è stato superare la culopesantite che mi attanaglia e  passare la lima a sei facce di Essence su tutte le unghie.

Questa lima è – se vogliamo – la versione hardcore del Blocco Levigatore Unghie 4 Fasi di Sephora (un nome più corto no?), che io ho a Palermo e che fa un ottimo lavoro (ma costa il doppio della lima Essence).

Ha sei diverse texture con cui esfoliare, levigare e lucidare la superficie delle unghie. Visto il numero di passaggi (da ripetere su ogni unghia) solitamente mi rompo le balle al pensiero di usarla, ma in caso di insonnia è un ottimo rituale conciliante.

Dicevo: ho passato la lima su tutte le unghie e poi ho riapplicato un po’ di burro di karitè, concentradomi sulle unghie e lasciando perdere il resto delle mani. Qui a Milano ho questo dei Provenzali – rubato a mia sorella – che trovo super gradevole perché è montato con l’olio di mandorle (ergo è più morbido e spalmabile) e leggermente profumato.

Dopo un po’ ho tolto l’eccesso di burro con una salvietta e ho lasciato assorbire il resto. Qualche ora dopo – visto che per il nervosismo mi stavo continuando ad accanire sulle mie povere unghie – ho messo la Base Attiva Crescita di Pupa, uno smalto trasparente  risalente alle Guerre Puniche (credo sia di mia sorella) cui non avrei dato neanche un centesimo e che invece si è rivelato davvero buono. Rimane lucido sulle unghie e dà la sensazione che siano ben dure e levigate. So che avrei dovuto lasciarle respirare  ma la presenza di smalto per me è un buon deterrente quando si tratta di onicofagia.

Grazie a questi passaggi piuttosto semplici – lima, burro di karitè e smalto trasparente –  le mie unghie hanno recuperato un aspetto decente e piuttosto sano. Ora devo solo ricordarmi di ripetere più spesso questi passaggi o – semplicemente – di lanciare dalla finestra il levasmalto a immersione, per me deleterio come poche cose al mondo.

Voi avete una routine di cura delle unghie? Di cosa non potete fare a meno? Siete fan dei divani come la mia gatta Irene?

Bacini reiterati a voi.

54 Comments
  • Brisget Jones L'eleganza del riccio
    Posted at 14:42h, 10 marzo Rispondi

    Io ormai non posso più fare a meno del levasmalto ad immersione (a proposito…esistono già da anni???O_O ed io dov’ero???!!!ah già abito nelle lande desolate -_-‘). Ne ho uno di Maybelline che mi ha quasi fatto cadere le unghie ma felicemente riconvertito “ricaricandolo” con altro levasmalto più delicato, anche se effettivamente la spugnetta di questi barattolini è sicuramente più abrasiva del dischetto di cotone ma è noto che le mie terga pesano più di qualsiasi motivazione a tenere unghie sane XD

    • gliuppina
      Posted at 14:50h, 10 marzo Rispondi

      Il primo esemplare di smalto a immersione che abbia mai visto è di Sephora e credo risalga al 2009/2010, per me è un’invenzione geniale meritevole di svariati premi, ma purtroppo è davvero too much per me >__< l'idea di riempirlo con un levasmalto più delicato non è male però, da provare! 😀

  • Foffy
    Posted at 14:57h, 10 marzo Rispondi

    Io devo smetterla di curare le unghie, perché sono come i miei capelli: crescono alla velocità della luce!XD
    E sono anche belle forti. Però se alle volte sento il bisogno di coccolarle il burro di karité è ottimo 😉

    • gliuppina
      Posted at 15:44h, 10 marzo Rispondi

      invidia! sia per le unghie che per i capelli 😀
      Karitè mon amour, ha un effetto pazzesco e istantaneo! una statua per lui 😀

  • thebeautycase
    Posted at 15:17h, 10 marzo Rispondi

    io il levasmalto a dimmersione l’ho sempre usato senza problemi…ma perché vi dà fastidio? il solvente che contengono è più aggressivo dell’acetone normale o è la spugnetta che gratta? sono curiosa, non avevo mai pensato potesse fare danni 🙂

    • gliuppina
      Posted at 15:46h, 10 marzo Rispondi

      Sinceramente non so se dipenda dall’acetone contenuto o dalla spugnetta. Secondo me è la combo delle due cose mista al fatto che l’unghia sta a contatto con molto solvente e per più tempo!
      Come sempre dipende sempre dalle singole persone, io sono sfigatissima in queste cose XD

      • thebeautycase
        Posted at 23:48h, 10 marzo Rispondi

        è vero, non ci avevo pensato 🙂 poi sì, naturalmente è tutto soggettivo: quello che su di me fa benissimo su di un altro potrebbe fare danni 🙂

  • thebeautycase
    Posted at 15:17h, 10 marzo Rispondi

    si si, A (staccato) DIMMERSIONE. abbiate pietà, sono una pessima dattilografa.

  • annalaurabenincasa
    Posted at 15:24h, 10 marzo Rispondi

    Diciamo che io ho passato da anni la fase di attacco alle unghie e di solito mi sfogo sulle pellicine. Comunque la mia routine è simile alla tua, solo che io ci passo pure una penna unghie rubata a mia mamma della Mavala e a turni uso il Nail Rescue della Rimmel è che la manna dal cielo per le unghie sminchie.

    • gliuppina
      Posted at 15:47h, 10 marzo Rispondi

      il Nail Rescue è lo smalto fortificante? Se è quello l’ho usato anche io ai tempi (quando il levasmalto Sephora mi distrusse le unghie) e mi ha salvato letteralmente! Lo amo, dovrei recuperarlo (chissà dov’è finito).

      La penna unghie invece cos’è? 🙂 me curiosa!

      • annalaurabenincasa
        Posted at 18:29h, 10 marzo Rispondi

        Siii quello li! Brava! Lo faccio comprare a tutte le mie amiche! E’ una pennina che rilascia dell’olio arricchito con vitamine per le cuticole, io lo uso per spingerle indietro quotidianamente 😉

  • inachis
    Posted at 16:18h, 10 marzo Rispondi

    Io uso un set per unghie del marchio Seacret che mi hanno regalato un paio di mesi fà, contiene un olio per cuticole (prodotto che non ho mai usato prima d’ora e trovo piacevole), una crema che sarebbe per il corpo ma io uso solo per le mani e il blocco a 4 fasi come quello di Sephora. Da quando faccio questo trattamento una volta la settimana le unghie non mi si scheggiano più.

    • gliuppina
      Posted at 16:51h, 10 marzo Rispondi

      Anche a me piace l’olio per le cuticole, adoro metterlo quando ho il tempo di immergere un po’ le mani in acqua calda, fa la differenza!

  • linda
    Posted at 19:45h, 10 marzo Rispondi

    Stronger base della Rimmel + Gurugù di Lush = il paradiso degli artigli
    E poi ho sempre le unghie cortissime, fortunatamente hanno una forma allungata e sembrano sempre fighe 🙂

    • gliuppina
      Posted at 19:48h, 10 marzo Rispondi

      Buona Gurugù, l’ho provata un paio di volte! 🙂

      Beata te! 😀

  • Vanessa Joey Arciero
    Posted at 20:35h, 10 marzo Rispondi

    per motivi lavorativi le mie unghie debbono essere corte, ma mi piace comunque tenerle curate. Non ho mai fatto il gel, e per questo le unghie sono sane, ma la sera prima di andare a dormire applico sempre un pò di Gwdihw Nail Wizard Balm. E uso sempre un solvente acetone!

    • gliuppina
      Posted at 22:54h, 10 marzo Rispondi

      Uh, è il balsamo col gufetto! Adorabile, un giorno lo voglio provare 🙂
      Nemmeno io ho mai fatto il gel, non credo potrei sopportarlo!

  • lisecharmel
    Posted at 20:53h, 10 marzo Rispondi

    Io amo i divani come la tua gatta Irene. Infatti sono talmente pigra che non ho mai voglia nemmeno di mettere lo smalto e perciò ho unghie in ottima salute 🙂

    • gliuppina
      Posted at 22:55h, 10 marzo Rispondi

      L’importante è non farsi le unghie sul divano come Irene! XD

  • Piper C
    Posted at 23:52h, 10 marzo Rispondi

    Le mie unghie si sfaldano spessissimo! Spesso mi ritrovo a vederle saltare via a blocchi o.O in realtà la colpa è dei continui urti che subiscono quasi quotidianamemte a caiusa di allenamenti e partite. Pensavo di massaggiarle con l’olio di mandorle (da smaltire, ndr)… non saprei…

    • gliuppina
      Posted at 15:32h, 11 marzo Rispondi

      Perché no? Anche l’olio di mandorle dovrebbe idratarle e rinforzarle un po’ (ti consiglio però di inumidire le mani prima). Se però ti capita di prendere anche pochissimo burro di karité provalo, sulle unghie è una manna : )

  • Silvia
    Posted at 21:57h, 11 marzo Rispondi

    Guarda, ti capisco… io mi torturo unghie e pellicine da quando ho memoria e poi, come i coccodrilli, piango perché ho le unghie orribili… e mai una volta che lo smalto stia bene sullo scempio che intorno >.< Per non parlare del fatto che anche le mie si rompono e sfaldano a veli ogni 3×2, son sempre lì a tagliarle per farle ricrescere meglio, ma nulla 🙁
    Proverò anch'io a mettere un burro nutriente solo sulle unghie, speriamo! 🙂

    • gliuppina
      Posted at 00:41h, 12 marzo Rispondi

      Sob!
      Le mie unghie soffrono relativamente poco per lo smangiucchiamento, ma è anche vero che un po’ di solvente in più le uccide, quindi forse sì, è colpa mia se arrivano a rovinarsi così >__<
      però l'esfoliazione e il burro di karitè fanno tanto, spero funzionino pure per te! <3 <3

  • Isabella
    Posted at 22:06h, 11 marzo Rispondi

    Io ho avuto dei miglioramenti nello sfaldamentoo da quando non taglio più le unghie, ma le limo e basta. E’ una grande sfida per la culopesantite, ma in effetti son migliorate. E poi uso olio d’oliva + oe di limone ogni tanto, e una crema per le mani di Esselunga, quella col gabbiano sull’etichetta, che ripensandoci forse contiene karitè. Le mie spesso più che sfaldarsi formano delle “costoline” per il lungo, le ho fatte vedere a un dermatologo dell’ospedale dove lavoro, e miha detto che non ci si può fare molto. :-/

    • gliuppina
      Posted at 00:43h, 12 marzo Rispondi

      uh, olio d’oliva e oe di limone sembrano ottimi insieme *__* io ogni tanto l’oe di limone l’ho aggiunto al burro montato di karitè ed è una bomba per le unghie <3

  • Misato-san
    Posted at 22:09h, 11 marzo Rispondi

    questo post sta facendo terrorismo psicologico sulla mia fragile persona ;_;
    mi spiego in due parole: acetone a immersione! (sono 3? ehm XD)
    ho comprato quello Shaka l’anno scorso ma, complice il fatto che sono entrata in una strana fase con le unghie (da “mai senza smalto” a “ce l’ho qui di fianco e mi pesa il culo di mettermelo”) l’ho usato pochissimo, ora mi chiedo se non sia il caso di lasciarlo alle cose d’emergenza e prenderne uno normale (ma senza acetone, quello me le uccide e basta) anche come sprone a riprendere a smaltarmi…

    avrai intuito che la routine unghie qui non è pervenuta XD (ce l’avevo ma dovrei raccontare roba di mesi fa…)

    • gliuppina
      Posted at 00:44h, 12 marzo Rispondi

      Ahaha non volevo fare terrorismo psicologico! Molte persone lo usano senza problemi, ma forse le mie sono già deboli perché le smangiucchio, non so 🙁

      comunque la cura delle unghie è la cosa che mi pesa di più tra tutti gli aspetti della cura di sé, ti capisco bene 😀

  • Margherita
    Posted at 02:18h, 12 marzo Rispondi

    Non sapevo che i boccettini a immersione rovinassero le unghie! ! A me è appena successo con uno smalto di kiko blu che dopo una settimana mi ha aperto le unghie come libri. .. non succede a nessuna??? Baci e grazie per il tuo blog! ! :))

    • gliuppina
      Posted at 19:19h, 12 marzo Rispondi

      È una cosa molto soggettiva, a me le rovinano ma non è detto che sia per tutti così per fortuna! Vale la stessa cosa per gli smalti 🙂
      baci e grazie a te per l commento!

  • Soffice Lavanda
    Posted at 11:36h, 12 marzo Rispondi

    Anche io mi rosicchio le unghie quando sono nervosa-stressata quindi capisco tutto perfettamente. Ma tu hai mooolta più costanza e dedizione di quanta ne ho io, e per questo ti stimo immensamente *_*

    • gliuppina
      Posted at 19:20h, 12 marzo Rispondi

      Grazie! In realtà nell’ultimo anno non ho avuto costanza e dedizione per nulla, ma fingerò che non sia così MUAHHAAHH! <3

  • Ste pi
    Posted at 11:52h, 12 marzo Rispondi

    vade retro levasmaltoadimmersione!!
    non l’ho mai preso proprio xchè ne diventerei succube.. già così le mie unghie si sfaldano quando le guardo con insistenza, figuriamoci se uso l’acetone e le lascio pure in ammollo!!
    aawwwnn la lima a sei facce *_* la amavo tanto.. non l’ho piu’ trovata negli stand essence :-((
    hai fatto bene a scrivere questo post, in caso di emergenza è sempre utile!! 😀
    bascccciii

    • gliuppina
      Posted at 19:22h, 12 marzo Rispondi

      Hai fatto bene a tenertene lontana allora! XD

      La lima per un po’ non l’ho vista più nemmeno io, ma proprio oggi l’ho vista rispuntare in uno stand. E ho notato che H&M ha fatto i cubotti uguali a quelli Sephora!

      Bacini :>

  • laurapalmermakeup
    Posted at 13:52h, 12 marzo Rispondi

    ex -ma mica tanto- onicofaga al rapporto! u_u
    io ormai non mi divoro più le unghie come facevo anni fa però ogni tanto le rosicchio (se magari i bordi non sono come dovrebbero) e ancora peggio mi distruggo le pellicine attorno; forse dovrei cominciare a cospargermi le dita di sterco di topo oppure cercare di stare più tranquilla.. anche se la prima opzione mi sembra più attuabile ç__ç

    • gliuppina
      Posted at 19:23h, 12 marzo Rispondi

      Povere noi ;__; io le pellicine non le tocco per fortuna, so anche darmi una regolata quanto a rosicchiamento, ma vorrei vedere un buon medico in ogni caso per smettere di sfogare così il nervosismo >___<
      oppure provare lo sterco di topo XD

  • Michela Littlestinker emme
    Posted at 16:49h, 12 marzo Rispondi

    La mia fase stress è tipo la tua, solo che ora devasto pellicine a “sangue” a periodi alterni!
    Io uso i levasmalto ad immersione (sephora o kiko) ma poi ho l’abitudine di pulire le unghie con saponetta, acqua calda e spazzolino per levare i residui, proprio per il terrore che resti in superficie e me le rovini.
    Invece adoro il prodotto della Cien del Lidl costa poco ed ha un comodo dispenser ed ho letto che molte ci hanno ricaricato il vecchio leva-smalto bagnandoci la spugna 🙂
    Per i prodotti salva unghie deboli-molli-fragili-sfaldose(-anti, -ate … are ere ire l’h fan fuggire!) amo e mai mi smetterò di consigliarlo LUI e solo LUI: il Badger cuticle care, rapido funzionale e se ti annoi puoi anche usarlo sulle mani tanto è efficace, amore delle mie unghie sofferenti, 5 sere e tornano già presentabili! Spero di esserti stata utile, Baci “Rosa smalto laccato”!
    P.s. anche l’olio di cocco fa discreti miracoli se lo usi come emergenza a mani umide,in caso non avessi a portata di mano altro; l’ho scoperto per puro caso usandolo sul corpo (quello che avevi anche tu al monoi (mandòcaspitastàla”i”condieresi?) dell’Erboristica) e magari avendone sciolto troppo lo mettevo sulle mani la sera, con unghie bellissime al mattino.

    • gliuppina
      Posted at 19:25h, 12 marzo Rispondi

      Ottimi consigli Michela, grazie! *__*
      il levasmalto della Cien non l’ho mai trovato, adoro l’idea della pompetta e infatti tempo fa avevo riempito di acetone una confezione di tonico Clinique fatta allo stesso modo XD

  • Elena
    Posted at 18:32h, 12 marzo Rispondi

    Per amore di cronaca, dall’altro della mia veneranda età, preciso che acquistai il primo leva smalto ad immersione nel lontano 1998: era di una marca piuttosto sfigata da supermercato, forse Miss Broadway, o qualcosa di ancora più scrauso. L’idillio, nato dall’odore caramelloso, si infranse con le difficoltà di infilarci le dita dei piedi.
    Fine dell’idillio.
    Attualmente uso l’acetone più scrauso che trovo, di quelli anonimi a un euro, perché ho notato che quelli delicati, emollienti, senza acetone ecc. non tolgono un bel nulla, soprattutto gli smalti scuri.
    Sulle mani metto un po’ quello che capita, anche se ho notato che le consistenze burrose rendono meglio (adesso infatti sto usando come crema man i il burro corpo di TBS al cocco).
    Sulle unghie invece mi sono trovata benissimo con i prodotti Essence. La pennina per le cuticole che rilascia l’olio emolliente di cui si parlava su la fa appunto anche Essence ed è eccellente. Idem per l’olietto per le unghie, che però adesso non riesco più a trovare. Pollice verso invece per il leva cuticole in gel, che tra l’altro ha un applicatore pessimo.
    Per questa funzione ho usato per anni, con molta soddisfazione, uno smalto scrub di Bottega Verde, ma non so se sia ancora in produzione.
    Comunque, ho appena visto un fantastico kit di tre smalti curativi Collistar (scrub, un olietto trifasico molto figo e la base indurente) e sono già in fissa 😀

    • gliuppina
      Posted at 19:30h, 12 marzo Rispondi

      Oh *_*
      L’olietto per le unghie di Essence ce l’ho anche io, è ottimo! Quando faccio una manicure coi controcavoli lo uso sempre :3
      devo dare un occhio al kit Collistar XD

  • Elena
    Posted at 18:15h, 13 marzo Rispondi

    http://www.ditano.com/shop/product/9441-collistar-kit-sos-unghie-perfette-smalto
    Ma quanto è carino quel prodotto trifasico? *_*
    Probabilmente sarà acqua colorata, ma che importa!

  • Barbara
    Posted at 14:28h, 17 marzo Rispondi

    Se Bradley Cooper suona a casa tua sei pregata di telefonare che monto sul primo turbo jet disponibile!
    A parte questo…io ormai sono secoli eterni che quasi non so di che colore reale siano le mie unghie. è dalle medie che sono nail polish addicted. Con il tempo ho imparato quel paio di trucchetti che salvano comunque la salute (ma che anche io pigramente mi ricordo di fare solo in casi estremi!!). Come te spesso mi trovo le unghie che si sfaldano, ed è un disastro perchè qualsiasi smalto non dura un pomeriggio che l’unghia si sfalda -.-‘ In realtà un buon 80% di colpa è dell’acetone, infatti, quando uso solventi privi di acetone (che funzionano uguali) non mi succede. Quindi si, butta il levasmalto ad immersione dalla finestra, se arriva Bradley lo distraggo io mentre ti togli lo smalto :p
    Mi servirebbe anche una buona base rinforzante, ma fino ad ora non è che mi sia impegnata più che tanto nella ricerca, proverò quella di Pupa, grazie dell’idea!

    • gliuppina
      Posted at 14:31h, 17 marzo Rispondi

      Rido molto 😀 grazie a te, quel levasmalto deve sparire da casa, decisamente 🙂
      La base a me piace tanto *__*

  • Alis
    Posted at 19:47h, 21 marzo Rispondi

    Io non uso più i solventi con acetone da anni ma le mie unghie in alcune dita sono sempre fragili… 🙁

    • gliuppina
      Posted at 22:03h, 22 marzo Rispondi

      Purtroppo al di là dell’acetone c’è sempre qualcosa che faccia male alle nostre povere unghie! mai provato il burro di karitè? io lo spaccio a chiunque ahahah

      • Alis
        Posted at 22:17h, 22 marzo Rispondi

        Ce l’ho in casa… Ma è quello puro e puzza -_- comunque faró dei mega impacchi eheheh

  • Federica
    Posted at 01:22h, 22 marzo Rispondi

    “So che avrei dovuto lasciarle respirare ma la presenza di smalto per me è un buon deterrente quando si tratta di onicofagia”
    Questa frase te la stra-quoto perché so benissimo cosa vuol dire, non mangio più le unghie da tantissimi anni ma se sto per più di due giorni senza smalto mi metto le mani in bocca e comincio a mangiucchiare le pellicine… mannaggia a me!

    • gliuppina
      Posted at 22:04h, 22 marzo Rispondi

      povere noi ;_; almeno qualcuno mi capisce!

  • Ilaria80
    Posted at 11:35h, 15 aprile Rispondi

    Il levasmalto ad immersione è un suadentissimo diavolo tentatore, altro che Satana!
    Io con le unghie sono di un pigro inenarrabile e uso solo tutti i giorni, anche se ho lo smalto, il Cuticole Care della Badger, così mi sento meno in colpa…

  • Serena - Specchio delle mie brame
    Posted at 19:59h, 11 maggio Rispondi

    sento un bisogno impellente di una lima a sei facce… ma è domenica sera, dovrò aspettare domani…

    secondo te è meglio quella essence o quella sephora? oppure sono uguali (cosa che spero, almeno compro quella che costa meno)?

    • gliuppina
      Posted at 01:28h, 12 maggio Rispondi

      Secondo me si equivalgono abbastanza, prendi quella Essence che costa sensibilmente di meno! 🙂

  • Zuccherock
    Posted at 16:15h, 12 maggio Rispondi

    Io non posso vivere senza una limetta, il taglierino ( si chiama così?) per cuticole e due smalti: il trasparente per la base e il rosso .Ma perchè qui in italia non fanno come nei paesi arabi dove ci sono le manicure express?Veri e propri negozi dove la manicure costa poco perchè espressa e viene utilizzata come tipo da noi il caffè al bar !

    • gliuppina
      Posted at 17:28h, 12 maggio Rispondi

      Me lo chiedo anche io! Pure in Cina ne è pieno (ma anche a New York e chissà in quante altre città), a Milano stanno aprendo a poco a poco ma spesso c’è molta gente e il concetto di espresso viene un po’ a perdersi.
      Dovrebbero aprirne ovunque, è davvero indispensabile una bella manicure secondo me 🙂

Post A Comment