Skincare routine mattutina: DayTox, Vichy, LabCare, Dolce & Gabbana

skincare-routine-estate

Skincare routine! È da secoli che non vi aggiorno sulle mie interessantissime abitudini in fatto di cura della pelle, e siccome sono certa che là fuori c’è gente che non riesce a prendere sonno al pensiero di cosa io mi spalmi in faccia la mattina, ho deciso di rimediare. Se fossi Aranzulla ora ripeterei la parola skincare routine altre ottanta volte in modo del tutto immotivato solo per far salire il mio post in cima alle ricerche su Google, ma siccome sono la blogger col SEO peggiore della storia vi elencherò con semplicità quello che uso sulla pelle quando mi sveglio la mattina.

Sono per lo più prodotti nuovi, che sto testando da qualche settimana, su cui mi andava di spendere qualche parola.

DayTox Cleansing Foam*

È un detergente soffice in schiuma che pulisce a fondo il viso. Dopo aver disincrostato la faccia – con un po’ di acqua fresca – dalla patina di sonno che mi fa svegliare con l’aspetto di un leone marino adirato, passo sul viso una piccola quantità di detergente formando una schiuma davvero piacevole. Sciacquo e tadà! Pelle fresca e pronta per la crema.

Ha un odore fresco e profumato davvero buono, che fa iniziare la giornata col piede giusto. Si tratta di un prodotto vegan senza siliconi, parabeni e coloranti artificiali. Nel mio caso sgrassa per bene la pelle senza irritarla: considerate che la mia pelle mista è molto delicata, si arrossa per un nonnulla, tira al minimo detergente. Con questo si comporta molto bene, e se all’inizio lo trovavo un po’ troppo sgrassante lo utilizzavo un giorno sì e uno no. Ora che fa più caldo non mi dà più questa sensazione (mi tirava leggermente la pelle) e lo uso ogni mattina. Mi è anche servito a eliminare un episodio di dermatite seborroica nel giro di pochissimo tempo (ho seguito il consiglio del Dottor Paolo che mi suggeriva un detergente che pulisse in profondità e ha funzionato!).

La linea DayTox è in vendita da Douglas. Questo detergente costa 9,90€ per 150ml di prodotto. Ecco l’INCI:

Aqua, Palmitic Acid, Stearic Acid, Coconut Acid, Potassium Hydroxide, Propylene Glycol, Caprylic/Capric Triglyceride, Propanediol, Phenoxyethanol, Glycerin, Parfum, Cetearyl Alcohol, Sodium Hydroxide, Panthenol, Prunus Amygdalus Dulcis Seed Oil, Tocopherol, Tetrasodium EDTA, Limnanthes Alba Seed Oil, Ethylhexylglycerin, Glycine Soja Oil, Aloe Barbadensis Leaf Extract, Bioflavonoids, Brassica Oleracea Italica Extract

Un piccolo consiglio: la consistenza di questo prodotto (ma anche la sua efficacia) è pressoché identica a quella dell’Herb Day 365 Cleansing Foam che mi è stato inviato da un sito dedicato alla skincare coreana, per cui ve lo segnalo come perfetto dupe nel caso foste interessati a quel genere di prodotti ma vogliate una soluzione facilmente reperibile.

Vichy Normaderm Trattamento anti-imperfezioni rivelatore di bellezza

Dopo tanto, tanto tempo ho finito le mie amate creme di Antipodes (recensite qui). Ero in crisi ancor prima di finirle perché ero indecisa se ricomprarle o meno, ma mia cugina Lucia è riuscita a prevenire ogni sbattimento possibile regalandomi questo trattamento di Vichy. È una crema molto leggera e di facile assorbimento, con un ottimo profumo fresco e una consistenza piacevole in grado di illuminare subito la pelle preparandola al trucco in un batter d’occhi. Avevo provato a utilizzarla in inverno ma mi pizzicava la pelle, per cui ho deciso di conservarla per la primavera inoltrata. Adesso non mi dà più questo problema, ma vi consiglio di tenerlo in considerazione se, come me, avete la pelle delicata e vagamente permalosa. Non è, ovviamente, un prodotto vagamente bio o verde (anzi), ma non mi sta dando problemi. Non so se funzioni effettivamente come trattamento anti imperfezioni, però lo trovo un buon idratante da giorno adatto a pelli miste.

Trovate l’INCI sul sito Vichy, non lo incollo perché è in capslock e mi infastidisce visivamente (sono problemoni).

LabCare Siero contorno occhi anti age*

Io e i prodotti per il contorno occhi abbiamo rapporti sempre contrastanti: spesso per la fretta di dovermi truccare non metto niente, per poi trovarmi il correttore che si spalma a fatica, creando un effetto deserto alle porte di Las Vegas del tutto evitabile. Questo contorno occhi (lo trovate qui) elimina il problema: pur idratando molto bene la zona si assorbe molto velocemente, permettendomi di truccarmi subito e con facilità. Si tratta di un siero che promette tre azioni (rimodellare le palpebre, prevenire le occhiaie e attenuare le borse): io lo trovo molto rinfrescante e piacevole, ma ancora è presto per parlare dei tre magici effetti. Una cosa che ho apprezzato tantissimo è l’assenza di profumo, elemento che spesso mi fa lacrimare (mannaggia a lui). Lo so, le ho tutte io, ma sorvoliamo.

Vi lascio l’INCI:

Aqua, Alcohol denat., PVP, Hydroxyethylcellulose, Phenoxyethanol, Cocoyl Proline, Ethylhexylglycerin, Sodium Hydroxide, Hydrolyzed Wheat Protein, Glycerin, Centaurea Cyanus Flower Water, Citrus Aurantium Amara Flower Water, Hamamelis Virginiana Leaf Water, Butylene Glycol, Glycyrrhetinic Acid, Sodium Hyaluronate, Tocopheryl Acetate, Helianthus annuus Seed Oil, Aesculus Hippocastanum Seed Extract, Mannitol, Avena Sativa Kernel Extract, Panax Ginseng Root Extract, Hesperidin Methyl Chalcone, Steareth-20, Benzyl Alcohol, Potassium Sorbate, Sodium Benzoate, Acetyl Tetrapeptide-11, Acetyl Tetrapeptide-5, Dipeptide-2, Palmitoyl Tetrapeptide-7, Retinyl Palmitate, Tocopherol, Acetyl Hexapeptide-8.

Dolce e Gabbana Dolce – Perfumed Body Lotion

Prodotto bonus: quello che metto sulle braccia prima di uscire di casa, per idratarle e – soprattutto – profumarle da morire. Che ci crediate o meno, si tratta di un campioncino. Alla faccia del campioncino, direi, perché è una bottiglia da 100 ml di crema profumata per il corpo, che credo di aver ricevuto da Sephora un giorno in cui l’inferno deve essersi ghiacciato per qualche ora – non mi spiego altrimenti come sia potuto accadere che nel mio sacchetto non siano finite le solite creme anti age o i profumi da uomo rivoltanti che mi propinano solitamente. Ad ogni modo, questo sample è rimasto nel mio cassetto per qualche mese. Ero convinta che sarebbe stato stucchevole e/o a base di petrolati pazzi, per cui mi ero decisa a regalarlo a qualcuno, finché la povertà non mi ha messo di fronte al fatto che avevo bisogno di una nuova crema per il corpo pur essendo al verde. Mi sono dovuta ricredere: ha un profumo buonissimo, dolce e fresco ma non stucchevole che rimane sul corpo per tutto il giorno. Idrata anche abbastanza bene: considerate che la metto sulle braccia per attutire gli effetti della cheratosi e pur non potendo fare miracoli, mi sta aiutando molto. Si assorbe in fretta, così riesco a metterla anche quando ho pochi secondi prima di dovermi vestire, inforcare le cuffie con Spotify e fuggire (in ritardo) a lavoro.
La adoro e con sommo dispiacere ho appena scoperto quanto costa la full size (la trovate qui, c’è anche l’INCI in capslock).

Quello che manca in questa routine quasi estiva è un buon solare di facile assorbimento, se ne avete uno da consigliare scrivetemi o mandatemi aeroplanini di carta.

Bacini rosei a voi.

Disclaimer: i prodotti contrassegnati dal magico asterisco mi sono stati inviati a scopo valutativo, ma la scelta di utilizzarli, menzionarli e linkarli è mia. Nessuno mi ha pagato per scriverne. 

10 Comments
  • Isabella
    Posted at 21:25h, 15 giugno Rispondi

    Buongiorno carissima, prima di tutto, ti chiedo (e con urgenza) una foto del leone marino adirato perchè non riesco a figurarmelo! Detto questo, occhio a nominare Aranzulla che poi ti cancellano da Wikipedia, è adiratissimo anche lui come il succitato leone marino. Come solare, se intendi per il viso, io sto usando Clarins 50+ antiage, ma non so se può andarti bene perchè è parecchio corposo. Essendo io passata ad una pelle riarsa (che bella parola da insegnante di geografia delle medie, vero?) dopo gli ultimi sconvolgimenti ormonali, mi trovo bene, ci ho perfino messo sopra il fondotinta senza grossi patemi, e non ho avuto alcuna reazione allergica. Per il corpo ho preso Biotherm gel spf 30 che è leggerissimo e asciutto e si può usare anche sul viso,dove però ancora non l’ho provato. Io come skincare sono nel tunnel Caudalie, per colpa della farmacia che mi hanno aperto a 100 metri da casa. Destino infame (per il bancomat). Ricambio i bacini rosa!

  • Lisbeth
    Posted at 22:53h, 15 giugno Rispondi

    Dolce io l’avevo in versione eau de parfum (anzi, Madre lo aveva, ma son dettagli, no?) e mi piaceva tantissimo. Adesso vorremmo prendere la nuova versione col tappo rosso.

    • gliuppina
      Posted at 16:22h, 16 giugno Rispondi

      Devo andare ad annusarli entrambi *___*

  • Ilaria
    Posted at 11:21h, 16 giugno Rispondi

    Come solare ti consiglierei il celebre La rochè.posay tocco secco, oppure il dream screen di benefit.

    • gliuppina
      Posted at 16:22h, 16 giugno Rispondi

      Grazie Ilaria! <3

  • Takiko
    Posted at 16:14h, 16 giugno Rispondi

    Maaaaaaa… come sarebbe la consistenza del coso coreano di preciso? Tipo crema densa che poi sotto l’acqua diventa schiuma schiuma schiuma? Perché in Giappone vendevano un sacco di cosi di quel tipo XD

    • gliuppina
      Posted at 16:23h, 16 giugno Rispondi

      No no, non diventa schiuma schiuma ma una crema leggermente schiumosa 😀

Post A Comment