Netflix Addiction: Episodio I (perché iscriversi e cosa ho visto all’inizio)

Quando un anno fa Netflix approdava sul suolo italico, avevo praticamente smesso di guardare serie tv, fatta eccezione per qualcosa vista insieme ad Andrea (The Affair, Halt and Catch Fire). Motivo principale la pigrizia, l’impossibilità di trovare in modo legale alcune serie tv e il poco tempo a disposizione.

L’idea però tutto sommato mi attirava, così ho aperto un account con quattro profili, uno per me, uno per Andrea e altri due per i nostri amici Giulio e Laura. Ogni profilo è una persona diversa e può guardare Netflix su qualsiasi dispositivo desideri: in questo modo paghiamo 3 euro al mese, una cifra davvero irrisoria (ed è del tutto legale, non è un modo per fregare nessuno, anzi).

schermata-2016-10-26-alle-13-44-40

L’unica cosa che non si può fare è entrare con un profilo (per es. “Elena”) su più dispositivi contemporaneamente: un profilo = una persona. E in effetti non vedo perché dovrei guardare Netflix contemporaneamente dal computer e dall’iPad.

Non sto qui a dirvi la comodità di Netflix: posso cominciare una puntata sulla Smart TV, interromperla, continuare a guardarla sul computer, vederne un’altra nella tv normale col Chromecast e se sono dai miei e voglio passare un’oretta con Irene sulla pancia mi basta portare l’iPad o usare il loro computer. Non devo ricordarmi a che puntata di una serie sono arrivata, pensa a tutto lui. Evviva la tecnologia! Da qualche mese è possibile anche scaricare gli episodi sul proprio smartphone per guardarli senza connessione, ma è inutile dirvi che sul mio One Plus One non è ancora disponibile questa funzione (e chissà se lo sarà mai). Sigh.

Il catalogo delle serie tv e dei film disponibili si amplia quasi ogni settimana, e non fa che migliorare. Io ho cominciato guardando TUTTO Doctor Who (le serie nuove, ovviamente), un’impresa che non sarei riuscita mai a compiere senza Netflix: nove (NOVE) stagioni non sono roba da poco. Adesso le prime serie sono state tolte, ed è un peccato, perché avrei volentieri ricominciato dall’inizio, gettando in parenti e amici il sospetto di un’irrecuperabile malattia mentale.

schermata-2016-01-13-alle-18-31-51

Uno screen random di Doctor Who con un Dalek che non può essere un vero fashion blogger.

Terminata questa intro per chi vive sotto i sassi e non sa cosa sia questo prodigio della tecnologia, oggi vi parlo di tre serie originali (cioè prodotte proprio da Netflix) che ho guardato nel corso di quest’anno. Continuerò poi nelle prossime puntate blaterando anche di serie disponibili su questa magica piattaforma ma non prodotte da Netflix, tipo Suits. Se volete leggere fin da ora altri consigli, fate un salto da S. che ha scritto un post  proprio l’altro giorno (giuro di non averla copiata, questo post è nelle bozze da ottobre. OTTOBRE!).

Daredevil & Jessica Jones

Netflix, dicevamo, produce delle serie proprie, spesso prodotti di altissima qualità (a volte schifezze immani ma io grazie a dio non le guardo). I veri nerdZ lettori di fumetti sono super contenti per il fatto che tra questi prodotti – quelli fichi – rientrino delle serie Marvel, come Daredevil: la prima stagione è di una bellezza unica. Scritto molto bene, con un cast davvero convincente, la serie parla di Matt Murdock, avvocato cieco ma con grandi abilità (anche detti SUPERPOWERZZZ) che decide di combattere il crimine di Hell’s Kitchen, quartiere di New York, diventando un supereroe. Ok, potrei aver semplificato al massimo la vicenda, ma ne vale davvero la pena. Anche chi detesta i supereroi e le mascherate di vario genere lo potrà apprezzare, soprattutto la prima stagione. La seconda secondo me perde mordente (a causa anche del diverso villain principale) e soprattutto nel finale diventa una mezza ciofeca, ma niente di inguardabile.

Meno divertente ma comunque degno di visione – a causa della presenza del mio grande amore David Tennant – è Jessica Jones: qui ad avere dei veri superpowerZ è un’investigatrice privata super forte che se la dovrà vedere con un villain con cui ha dei conti in sospeso – vi piacciono le mie trame molto TV Sorrisi e Canzoni? Anche lei lavora a New York e presto incontrerà Devil. Nella sua serie compare Luke Cage, altro supereroe invincibbbbbile (l’unico nero della Marvel!) a cui hanno dedicato un’altra serie targata Netflix che però non ho ancora visto.
Mentre guardavo Jessica Jones ero in piena visione di Doctor Who, per cui potete immaginare quanto fosse strano vedere Tennant nella doppia veste di malvagio Killgrave e buonissimo Time Lord.

Stranger Things

Sul filone dell’avventura ma soprattutto del revival anni Ottanta, dei film della nostra (insomma, di chi è vecchio come me) infanzia analogica, dei giochi di ruolo e dei walkie-talkie, Netflix ha fatto un piccolo capolavoro che si chiama Stranger Things. La sigla è un tripudio di inquietudine con quella scritta che si compone lentamente sulle note di un sintetizzatore, e quasi avevo timore di cominciarla per paura di spaventarmi troppo. Nah! Se siete dei cacasotto come me non dovreste avere grossi problemi. I protagonisti, com’è giusto che sia, sono un gruppo di bambini avventurosi che incontrano Eleven, una strana bambina di poche parole. Molto probabilmente l’avrete vista, per cui non credo ci sia bisogno di dire altro (un amen e un condividi!!! per chi l’ha vista in italiano: lei si chiama Undici detta Undi. Bestemmio divinità inventate ad hoc).
Non vedo l’ora che esca la seconda stagione e sono un po’ in ansia perché se non dovesse essere bella come la prima rovescerò parecchi tavoli.

Per oggi mi fermo qui, e anche se non ho detto praticamente nulla che non si trovi già su Wikipedia mi andava di parlare di telefilm (io li chiamo ancora così) e soprattutto sapere che ne pensate di queste serie, se le avete viste.

Bacini rosa a voi!


Disclaimer: Netflix ignora la mia esistenza e questo post l’ho scritto mea sponte, non sono stata pagata da nessuno eccetera eccetera, amen e condividi. 

P.S.: Non credo di prendere di buon grado commenti come “ma perché pagare quando puoi averli gratissse???” per cui se non vi rispondo sapete perché. Anzi, vi rispondo sin da ora con questo video.

9 Comments
  • Lady V
    Posted at 11:53h, 27 gennaio Rispondi

    Io aaaaamo Netflix! *_*
    Ho fatto 2 account per me e maTre che divora tutti i documentari e film, effettivamente potendo spartirselo in più persone la convenienza è enorme, così invece pago solo io 😛 In ogni caso, sono ottimamente spesi!

    Stranger things in verità l’avevo già vista attraverso altre metodiche (ehm). appena l’ho messo sono partita immediatamente con The Crown, per poi innamorarmi di Broadchurch e Luther, iperconsigliate!
    Mi darò ben presto a Daredevil e compagnia bella, anche se al momento mi solletica soprattutto Downtown Abbey… a i u t o (aka addio vita sociale XD).

    • gliuppina
      Posted at 12:44h, 27 gennaio Rispondi

      ahuahua è un bel regalo per la mamma! avevo tentato di convincere mia sorella ad aprire il suo account a nostra madre ma ancora non sono riuscita a spiegarglielo XD
      Broadchurch, Luther e Downton Abbey le avevo viste nella mia vita pre-Netflix (anche io, ehrm…sorvoliamo) e le adoro! anche se Downton Abbey l’ho interrotta verso la 4 stagione rimane una serie che ti stra-consiglio, è bellissima (almeno fino a dove l’ho vista io!).

  • Caterina
    Posted at 13:24h, 27 gennaio Rispondi

    Anche io da poco sono entrata nella spirale di Netflix con possibilità di uscirne pari allo 0. Attualmente ho visto, come serie originale, Love, con la tipa che faceva Community (non so se lo conosci). Molto carino!.
    Poi ovviamente Stranger Things amore assolutissimo e anche io se la seconda stagione non fosse all’altezza potrei piangere a litri 😀

  • Valentina
    Posted at 18:36h, 28 gennaio Rispondi

    adoro Netflix, guardo di tutto e di più!

  • lise.charmel
    Posted at 15:06h, 30 gennaio Rispondi

    una mia amica mi ha passato uno dei suoi “account residui”, per cui anche io sono recentissimamente entrata nel magico mondo (ho visto una puntata di “Chiamate la levatrice”). perdona l’ignoranza: le serie si possono vedere anche in lingua originale? e se sì, come si fa? grazie!

    • gliuppina
      Posted at 18:02h, 30 gennaio Rispondi

      Certo, io guardo tutto in lingua originale, a volte anche con i sottotitoli in inglese (non sempre però). Tu dove lo guardi? Sul computer quando metti pausa ti spunta una barra, il quarto simbolo è quello di lingua e sottotitoli. È lo stesso simbolo che compare anche sulle varie app, fammi sapere se lo trovi!

  • Lisbeth
    Posted at 17:55h, 30 gennaio Rispondi

    Quanto mi piace Netflix! Mio papà si è fatto un mega ripasso di film western, io guardo sia film che serie tv. The Crown mi è piaciuta tanto, al momento sto guardando Boris…

  • lise.charmel
    Posted at 17:39h, 31 gennaio Rispondi

    grazie! stasera provo (io lo guardo dal tablet)

  • comprar tratamientos de uñas online
    Posted at 13:06h, 10 febbraio Rispondi

    Me too!

Post A Comment