Elchim: chi è il brand di phon e piastre che ho provato al Cosmoprof

Elchim: made in Italy dal 1945

Se prima d’ora non avevate mai sentito parlare di Elchim, nessuna paura: nonostante sia uno dei brand più antichi nella produzione di elettrodomestici (ma specializzato in asciugacapelli professionali), fino a pochi mesi fa si rivolgeva solo ai professionisti.

Da quello che ho potuto vedere, non posso che essere felice di questo cambio di rotta: era un peccato che un brand italiano, attivo dal 1945, che produce prodotti di altissima qualità (ma, vi dirò, a prezzi onesti) non fosse accessibile a tutti.

Per intenderci, stiamo parlando di un livello qualitativo pari a Parlux e ghd, col plus del made in Italy.

Forse lo saprete, ma per me il phon e la piastra sono due oggetti sacri: ho investito molto nei miei e col senno di poi so di aver fatto bene, perché da quando li utilizzo sono diventata molto più brava nello styling, stressando meno i capelli e smettendo di odiare quotidianamente il mio aspetto (yeee).

Quindi sì, ero molto curiosa di conoscere Elchim al Cosmoprof: ecco cosa ho potuto testare.

Elchim Natures Touch

Piastra Natures Touch: wowza!

Ho provato sulla mia chioma – grazie alla mano esperta di Vincenzo Ragusa, siculo come me (ha un salone a Siracusa, che è uno dei posti più belli al mondo) – la novità presentata in fiera: la piastra Natures Touch. In pochi minuti sui miei capelli piatti e sottili Vincenzo ha fatto dei meravigliosi boccoli larghi senza dover passare più di una volta sulla stessa ciocca. La piega è durata a lungo e il giorno dopo avevo ancora i capelli perfetti!

Elchim_Vincenzo_Ragusa

Andiamo alle specifiche tecniche: la piastra ha 11 temperature tra cui scegliere (si va dai 95° a 235°) per adattarla a ogni tipologia di capello, profili arrotondati per creare boccoli e onde, e piastrine basculanti che sono perfette per fare un liscio naturale – non rigido e un po’ fuori moda come accade con altri prodotti.

È leggera e molto facile da maneggiare, per cui è probabile che quando a metà aprile debutterà sull’e-commerce non me la farò scappare: il prezzo sarà di 145 euro, perfettamente in linea con altri marchi di questo livello (se non addirittura più economica).

Elchim_cosmoprof

Le piastrine sono in ceramica e ossido di titanio e grazie alla tecnologia HIT (High & Instant Temperature) sviluppa – e qui cito Elchim –  «temperature costanti e uniformi su tutta la superficie».

Se vi serve una nuova piastra professionale, vi consiglio davvero di fare un pensierino su questa qui.

Il Phon 3900 Healthy Ionic (giallo margherita!)

Credo di avere emesso più e più gridolini (almeno nella mia mente) quando ho visto questo phon. Yellow Daisy – da ora in poi lo chiamerò così – oltre ad avere un design stupendo, molto rétro con la sua cromatura un po’ anni Cinquanta, è estremamente leggero e compatto.

L’azienda ha deciso di omaggiarmene uno, così ho potuto provarlo a casa: per me che ho un Parlux – uno dei phon migliori in circolazione – è stato molto interessante fare un confronto tra i due (anche se, a difesa del mio vecchio phon, il mio ha già 3 anni suonati).

Yellow Daisy è molto meno rumoroso di qualsiasi asciugacapelli abbia mai provato, il che sul momento ti fa anche chiedere “ma funziona?”. Ha un tasto che regola la potenza del flusso d’aria e un altro per il calore: io l’ho usato al massimo perché devo, come sempre, contrastare il crespo e fare la piega.

Credo di averli asciugati in meno di dieci minuti (ma erano ben tamponati, ovviamente), e ho fatto pochissima fatica a placare il crespo e le onde che si formano all’attaccatura dei capelli (vade retro, non siamo più negli anni Trenta). In più non avevo la sensazione di friggere la chioma con eccessivo calore, anzi. In due parole, l’ho amato.

Nella scatola ci sono due tipi di beccucci e una piccola sacca per contenere il phon, davvero utile perché conto di portarmelo in viaggio viste le sue dimensioni contenute e il peso piuma (sono contro i phon da viaggio, non servono a niente a parte farmi uscire pazza e rendere i capelli super crespi).

Per gli amanti delle specifiche tecniche, il 3900 Healthy Ionic ha una potenza di 2400W effettivi a 240 V, il che riduce del 30% i tempi di asciugatura.

Lo trovate qui, già disponibile per l’acquisto, a 100 €. Prima che pensiate che io possa guadagnare da eventuali vendite, no, non sono stata pagata e non sono qui per vendere nulla, ma ho per voi un codice sconto sull’intero sito – il che non guasta mai.

Basta inserire il codice spring2017 al check-out per ottenere 10€ di sconto su una spesa minima di 69,90€. L’offerta è valida fino al 31 maggio 2017.

Il phon (rivoluzionario) 8th Sense

Sul sito vedrete che ci sono altri modelli di asciugacapelli (e ci sono anche i ferri arricciacapelli, se amate il genere).

Vi segnalo in particolare il phon 8th Sense perché è adatto davvero a tutti i tipi di capelli: da quelli afro a quelli super sottili, fino a quelli – delicatissimi – dei bambini piccoli. Questo grazie alla sua anima altamente tecnologica, che permette di combinare aria e temperatura in infiniti modi. Un aspetto che credo di non avere mai visto prima, anche perché il phon memorizza la scelta fatta e la ripropone una volta acceso. Amazing!

Elchim-8th-sense

Mia cugina Chiara, molto esigente in fatto di capelli, prova il getto di 8th Sense.

Un’altra cosa che ignoravo, è che modulare il potere del calore e la pressione dell’aria serve a modellare i capelli, permettendo di fare pieghe diverse (per esempio le onde morbide, o per pieghe ancora più complicate per le quali serve molto calore ma a una velocità più bassa).

Anche 8th Sense è estremamente silenzioso e consuma poco, un vero gioiello nel panorama degli asciugacapelli: un prodotto sì professionale ma che può rendere felice veramente chiunque.
E se come me amate i prodotti belli (oltre che performanti!) vi prego di dare un’occhiata al modello con la cromatura Sunset Copper (molto simile al nostro amato oro rosa) oppure al colore Verde Menta, davvero adorabile. Per questi due ho emesso gridolini dal vivo, me lo ricordo ancora.

Questo è tutto, spero di avervi incuriosito o semplicemente contagiato un po’ di entusiasmo per una novità per me davvero importante nel panorama dei capelli (la mia obsessiòn).

Fatemi sapere se conoscevate questo brand e se sono l’unica ad averlo scoperto solo ora!

Bacini a voi.

Disclaimer: Il phon 3900 Healthy Ionic Yellow Daisy mi è stato omaggiato a scopo valutativo dall’azienda, ma non sono stata pagata per scrivere questo post, che ho redatto mea sponte. Non guadagno dalle vendite e questo non è un post sponsorizzato.

6 Comments
  • Rosaria
    Posted at 12:53h, 24 marzo Rispondi

    Salve,
    Ho apprezzato il tuo post e siccome sono in forte dubbio tra l’acquisto di un phon professionale parlux ( il mod advance light) è un Elchim( il 3900 Healthy ionic) speravo in un tuo consiglio!! Quello che cerco è leggeeezza e potenza ma sembra che nessuno dei 2 ha entrambe le combinazioni ( nel senso che il 3900 è più potente del parlux perché segna 2400w a confronto dei 2200w dell’advance, mette quest’ultimo è leggerissimo con un peso di soli 456gr rispetto ai 550gr del 3900). Siccome sono due prodotti eccellenti ma con un certo prezzo, volevo un parere a riguardo prima di spendere una cifra cospicua per le mie tasche, puoi aiutarmi?

    • gliuppina
      Posted at 19:07h, 25 marzo Rispondi

      Ciao Rosaria,
      Non avendo provato il modello di Parlux che descrivi (il mio è vecchiotto!) non so consigliarti con precisione. Il mio consiglio è di scegliere la caratteristica che ti interessa di più: la potenza o la leggerezza? Io, per le mie esigenze (capelli crespi) sceglierei la potenza. Però posso assicurarti che l’Elchim è comunque leggerissimo, oltre che super compatto. Fammi sapere poi cosa scegli! Secondo me sono entrambi ottimi investimenti.

  • lenuccia
    Posted at 19:03h, 03 aprile Rispondi

    Molto carino questo tuo resoconto del Cosmoprof! Stavo pensando di acquistare un nuovo fon e questo sembra proprio fare al caso mio (oltre a non costare uno sproposito)! Grazie della dritta!

    • gliuppina
      Posted at 10:54h, 04 aprile Rispondi

      Grazie Lenuccia! Se lo prendi fammi sapere cosa ne pensi 🙂

  • Fra
    Posted at 08:01h, 15 aprile Rispondi

    Ciao,
    “spinta” dall’entusiasmo della tua recensione e dalla qualità del mio vecchio elchim (ha qualcosa come 15 anni e funziona ancora egregiamente però, ahimè, pesa troppo per i miei 40 minuti di asciugatura) mi sono decisa ad acquistare il 3900.. C’è solo una cosa che mi lascia perplessa,puzza veramente tanto di plastica!Anche il tuo all’inizio era così?!Ti prego dimmi di sìiii (da leggere con tono disperato)!

    • gliuppina
      Posted at 18:43h, 02 maggio Rispondi

      Ciao Fra, non mi sembra di ricordare questo odore (altrimenti lo avrei scritto!) 😐 il mio ogni tanto puzza di bruciato, credo che abbia la pessima abitudine di acchiappare i capelli perché ogni tanto noto che si incastrano sulla griglia esterna (cosa che odio). Hai provato a contattare il servizio clienti? 🙁

Post A Comment