La mia Make-Up Bag d’emergenza [o quel che è]

Da svariati mesi ho deciso di radunare alcuni trucchi in una pochette da portare in giro per ritocchi d’emergenza o trucchi da fare ex novo nel caso (raro) in cui esca struccata o mi risvegli per magia nella magione  abusiva di Tony Stark dopo una notte di follie. (Nella speranza di non incontrare Pepper-Gwyneth Paltrow, dubito crederebbe alla storia che in fondo io amo  Jarvis-Paul Bettany. Se state brancolando nel buio andate oltre, vi perdono).

Povero, non ha nemmeno diritto a un posto nei titoli di coda di Iron Man 3

La scelta è ricaduta su prodotti pratici da portare in giro o che magari a casa non usavo mai (è il caso del correttore). Se vi interessa, ve ne rivelo l’arcano contenuto:

Roba Fissa (o per la base, o roba che mi scordo di togliere)

  •  Correttore: Boi-ing di Benefit, n.01

Come vi ho accennato già in altri lidi, ho comprato questo coso tempo fa e non sono mai riuscita a usarlo per colore (troppo chiaro), consistenza (non abbastanza idratante per me) e generale antipatia nei confronti del prodotto. Nonostante tutto, però, è pur sempre un costoso correttore, e su un’isola deserta mille volte meglio lui che niente. Il fatto che il colore sia così chiaro, per lo meno, mi permette di usarlo anche sul viso senza problemi, e in un certo senso illumina le occhiaie se si tratta di ritoccare il trucco. Poverino, diamogli una seconda possibilità in questo modo. Per il resto, possa esplodere la sua progenie.

  • Blush: Blushing Blush Powder Blush di Clinique, “Smoldering Plum”

Questo è davvero uno dei prodotti che uso di più quando sono fuori. Il mio tratto caratteristico è quello di assomigliare a un defunto fresco di giornata, per cui una bella ritoccata di blush non me la nego mai. Questo è ottimo per quando si è in giro perché ha una scrivenza modulabile e non immediatamente intensa come altri blush (quello Kiko in primis). Con ciò non voglio dire che non scriva (anzi!), ma che se vi spennellate senza pensare una dose di blush sulle guance non sembrerete Moira Orfei o affette dal fuoco di Sant’Antonio (o entrambe le cose contemporaneamente).

  • Fondotinta: Bio Détox Organic Poudre Perfectrice di Bourjois, “54 Beige”

Questo fondotinta in polvere compatta (sì, ho anche la versione liquida che detesto) si auto-definisce perfezionamento in polvere (traduzione fatta a caso, ovviamente) e promette otto ore di impeccabile durata e opacità. Mah, sulla durata avrei da ridire, ma mi va bene pure così. La cosa ottima di questo fondo  è l’inci verde e gli ingredienti bio, nonché la confezione  dotata di ampio specchio girevole, pieghevole, servizievole.
Si stende facilmente con la spugnetta (che meriterebbe una bella lavata) ma non con il pennello (e certo, direte voi) e ha il formato ideale per essere applicato in giro. Ah, sì, l’ho comprato a Parigi a luglio dell’anno scorso, quando ho attraversato le Alpi per sentire Dente dal vivo nella capitale francese [estiqaatsi].

  • Cipria: Ideal Finish Powder mattifying di  Nivea, “02 Nude”

Comprai questa cipria in un piccolo viaggio ad Heidelberg nel 2010, quando la mia pazzia cosmetica era ai suoi albori e andavo in giro con un fondotinta Clinique (come sempre comprato da mia maTre). Scoprire la cipria fu fantastico. Rendeva la mia pelle uniforme, di porcellana, super mat ma non farinosa. Fu amore! Quando cominciai a guardare gli inci notai che aveva addirittura UN silicone (guardare tutto l’inci, che comunque non è malaccio, no, eh?), così decisi di abbandonarla al suo destino di emarginazione  cosmetica. Di recente ho pensato che un silicone ogni abdicazione di Papa non mi avrebbe uccisa, così l’ho messa nella make-up bag. Ha la sua spugnetta (ormai ricettacolo di germi, batteri e mostri invisibili) che mi fa sentire sempre Mary Poppins sui tetti. Non di rado, ultimamente, mi ha aiutato a fissare il correttore o a rinfrescare un po’ il viso. Non la uso insieme al fondo Bourjois perché lui di suo è già molto opacizzante.

Si sappia, amo i cosmetici Nivea e detesto che non siano commercializzati in Italia.

Inci Cipria Nivea

L’inci della cipria Nivea che ho assemblato con le mie manine fatate.

  • Matita: Make Up For Ever  Aqua Eyes 0L

Ebbene sì, sono una delle poche non amanti sfegatate di questa matita: avevo smesso di usarla perché su di me scrive molto poco (sì, lo so, bisogna aspettare un minuto e fare un’altra passata – ma io ho sempre fretta!), così per non sprecarla l’ho messa qui. In effetti all’occorrenza è un’ottima matita, che dura a lungo e che non mi fa bruciare gli occhi.

Notizia dell’ultim’ora: non la trovo più. È probabile che dopo aver sentito queste opinioni sia fuggita via per darsi all’alcol. E ora? damn it!

  •  Mascara: Outrageous Volume di Sephora, minitaglia

Dovrei decisamente aggiornare la pochette perché questa minitaglia è aperta da diversi secoli e credo si sia seccata. E’ pratica perché occupa pochissimo spazio, il mascara in sé non è male ma certo non lo comprerei full-size. [Ne parlo anche qui, comunque].

  • Primer Occhi: Urban Decay Primer Potion, minitaglia

Beh, perché non portarsi in giro la deliziosa minitaglia del mio primer preferito? chi non utilizza, quotidianamente, l’aggettivo “delizioso”? chi, come me, sta odiando questa infilata di domande retoriche? 

  • Ombretti/Prodotto per Sopracciglia: Eyebrow Set Catrice

Anche se come set per le sopracciglia non l’ho particolarmente gradito (vedi post sui win/fail del 2012), uso le polveri come ombretti. La mini-pinzettina e il pettinino sono comodissimi in caso di eyebrow-issues.  Insomma, due piccioni con una fava, per usare un’espressione per niente logora e abusata (cit. Microsoft Office Word 1998).

Make Up Bag

Roba Variabile

La Roba variabile è quella che cambia a seconda del trucco di giornata o di altre incognite che non sto qui a snocciolare.

Rossetto: porto dietro quello che ho indossato per uscire, non mi piace tenerne uno a marcire nella pochette. In questi giorni in cui per fretta/scazzo/etc non metto spesso il rossetto  tengo nella pochette  il Rimmel by Kate n.01  (già protagonista di questo post), colore che trovo versatile e adatto a plurime occasioni, dal mattino alla tarda notte (fascia oraria in cui in media sono a poltrire sotto le coperte).

Ombretti Vari ed Eventuali: quello che porto più spesso è l’arcinoto Long Lasting Stick di Kiko n.06, che posso mettere anche al buio e che non richiede pennelli. In alternativa porto una palettina, come quella di Clio per Pupa (le ho entrambe, non giudicatemi).

Profumi (i!)

  •  L’Occitane – Pivoine Flora. Eau de Toilette Intense, 10 ml

Da quando ho sentito per la prima volta questo profumo me ne sono invaghita tradendo furtivamente il mio amato e defunto Miss Dior Cherie L’eau. Comprarne una confezione mi sembrava dunque troppo, visti gli investimenti fatti per comprare le ultime boccette di Dior trovate in giro, ma quando ho trovato questo formato da borsetta non ho potuto resistere. Si fa pagare, eh, ben 20 euro per  la fialetta da 10 ml che però ha la pratica sfera di metallo da far scorrere su polsi, collo, gobbe di cammello e altre protuberanze che vorrete profumare. (Io mi limito alle prime due citate). Non credo di saper descrivere un profumo, diciamo che sa di peonia, così rimango sul vago e anche sul didascalico andante.

DSC_1256 peonia copy

  • Miss Dior Cherie L’eau travasato nel Vaporizzatore Universale Sephora

Beh, se al mattino mi sono spruzzata questo profumo e voglio ri-applicarlo, almeno ho la piccola scorta. Il contenitore Sephora costa sui 10 euro ma funziona molto bene, è facile da riempire e finora non ha mai perso liquami in giro.

Due parole sulla pochette

L’ho trovata mettendo in ordine i trucchi di mia Matre, la quale possiede una cifra di pochette-omaggio che si aggira intorno ai 500 esemplari (vabe’, sto esagerando, ma neanche troppo). È di Dior – come si evince dalla D penzolante – e riesce a contenere una quantità folle di prodotti, meritandosi per questo il mio amore. Certo, ha un difetto: dai lati sotto la cerniera i prodotti più piccoli tendono a uscire scomparendo nel Big Bang della borsa, come dev’essere successo alla matita di Mufe di cui ho constatato la scomparsa poco fa. Ri-dannazione!
Chiaramente se devo uscire di sera con una borsetta lascio a casa tutto l’ambaradan e porto solamente il rossetto con uno specchietto da borsa, volevo specificarlo nel caso in cui la cosa potesse interessare ai miei numerosi biografi.

E ora l’immancabile domanda che fa tanto social: voi avete una pochette che allieta la vostra borsa con il suo peso? O lasciate i trucchi sparsi in giro sperando che una divinità li protegga dagli urti? Fatemi sapere, potrei copiare eventuali soluzioni salva-spazio.

22 Comments
  • lidalgirl
    Posted at 21:14h, 01 maggio Rispondi

    Quanto sei pirla <3

    Anche mia madre ha infinite pochette e trousse da viaggio, siano benedette le madri che si ingraziano le commesse delle profumerie (non sephora ovviamente).
    Io però nella mia pochette da borsa ho due rossetti, una mini palette di rossetti depottati (sì, c'ho problemi, perché poi nel taschino interno della borsa metto il rossetto che ho messo prima di uscire…) e basta, il resto sono beni di prima necessità ovvero lacrime artificiali, medicinali e cosedadonne.

    • gliuppina
      Posted at 17:32h, 02 maggio Rispondi

      la mini palette di rossetti l’ho intravista l’altro giorno!
      io i beni di prima necessità dovrei infilarli pure, anziché spargerli in giro o in altre mini-pochette @_@

  • irinavonp
    Posted at 21:15h, 01 maggio Rispondi

    Per me è raro portarmi una pochettina con tutto l’occorente, di solito porto specchietto, correttore simil touché eclat di Kiko, pennellino retraibile e rossetto del giorno…Comunque un silicone ogni abdicazione di papa è decisamente consentito!! xD

    • gliuppina
      Posted at 17:34h, 02 maggio Rispondi

      Ecco, porti le cose essenziali e sicuramente utili 😀 io spesso non tocco neanche metà della roba che mi porto dietro, ma la mia psiche necessita di un mega borsone di trucchi!

  • francimakeup
    Posted at 22:09h, 01 maggio Rispondi

    Mi piace l’ idea di mettere prodotti che non piacciono tanto per smaltirli essendo obbligati a usarli in mancanza d’ altro. Guarda anche a me la matita 0l di Mufe è piaicuta così così

  • Luisa
    Posted at 22:22h, 01 maggio Rispondi

    Io i cosmetici Nivea li trovo in Francia, dove vado ogni anno in ferie…..mi sono trovata molto bene con i fondo tinta! Mi chiedo anche io perchè non siano commercializzati in Italia…

  • amaranthinemess
    Posted at 22:30h, 01 maggio Rispondi

    c’è stato un periodo della mia vita in cui volevo fare la donna adulta sempre in ordine e mi portavo in giro una pochette tipo questa ma non l’ho mai usata ho continuato ad andare in giro con la matita colata e il fondo minerale scomparso ahahaha così un giorno ho affrontato la triste realtà ed ho abbandonato la mia pochette a casa xD

  • Fidya
    Posted at 09:40h, 02 maggio Rispondi

    Ma sono l’unica ad essere stata colpita dalla spugnetta della Ideal Finish Powder mattifying di Nivea!!!! <3

  • Angelica
    Posted at 10:46h, 02 maggio Rispondi

    Tony Stark, che gran bonazzo! *-*
    E, per la cronaca, amo Dente!!!
    Detto ciò, mi ha incuriosito da pazzi il fondo Bourjois compatto, se è vero che è così opacizzante devo provarlo! Anche io avevo il liquido e l’ho swappato perché lo trovavo detestabile!
    Io la pochette ce l’ho e dentro ci tengo, oltre al rossetto indossato prima di uscire, solo blotting papers, cipria e specchietto, di tanto in tanto ci infilo una minitaglia di mascara, un correttore e una matita per sopracciglia!

  • cocoshangai
    Posted at 13:39h, 02 maggio Rispondi

    donna che non ama la 0L, ti ho trovata *_*. All’inizio ne ero entusiasta, ma sarà stato il mio autoconvincimento psicologico visto quanto avevo sborsato, poi il punto di vista oggettivo ha avuto la meglio T_T
    La tua pochette è decisamente vincente rispetto alla mia che non ha alcun senso di esistere (anche io rubata alla madre, collezionatrice di pochettine omaggio da decenni): tipo tre rossetti (che puntualmente non metto mai), un mascara, l’unico lipgloss in mio possesso (che non metto mimai), un pettine, un profumo roll-on diverso da quello che indosso, una cera per le sopracciglia, la cipria che fa dentro fuori. Ok, urge riorganizzazione del microbo. Comunque anche se è inutile non riesco a farne a meno, mi da sicurezza, l’ennesimo peso dentro la borsa 😛

    Dente, che mi dici *___*, è stato a Roma da pochi mesi (insieme a Brunori sax, tanto per), ma vederlo oltralpe vale mille punti in più <3

  • Boo - Insane Bazar
    Posted at 14:11h, 02 maggio Rispondi

    Io in borsa mi porto esclusivamente il rossetto del giorno, il burrocacao e qualche volta la cipria! Devo avere anche un campioncino di mascara che però non ho mai usato!
    Preferisco truccarmi a casa, quando sono in giro sono troppo pigra per i ritocchi!

  • The Sound of Beauty
    Posted at 14:16h, 02 maggio Rispondi

    L’immagine della matita mufe che si da all’alcolismo mi ha fatto morire <3
    Io mi porto dietro una piccola pochette di plastica arancio fluo di Collistar, con dentro moment, assorbenti, rossetto del giorno, cipria compatta quando me la ricordo… Insomma una vergogna rispetto alla tua super organizzata pochette! Però mi piace molto il vaporizzatore di Sephora e dopo che ne hai parlato mi chiedo come mai non l'ho mai desiderato fino ad ora. Ah sì, forse perché mi sparo talmente tanto profumo prima di uscire che non ne avrei bisogno. Ma insomma una rinfrescatina ogni tanto non guasterebbe eh
    Luv per dente

  • Michela Littlestinker emme
    Posted at 18:12h, 02 maggio Rispondi

    Anche io ho la pochette che tra l’altro è della clinique con una forma utile perché è un parallelepipedo. Ho sempre dei beni di “prima” ;D necessità: collirio, burro cuticole nella sua tenerella lattina di metallo, la cipria se sono truccata in genere quella più economica che ho o in via di smaltimento, così da ottimizzare… poi in base al trucco il rossetto/burro colorato/matitone della giornata, le blotting papers,un nome un programma (che alla fine uso solo in aereo!). Non manca mai il profumo da borsetta, perché alcune volte lo metto quando sono già da un pò in giro anziché a casa. Mumble mumble … vabbè salviettine rinfrescanti per ogni uso consentito… un coltellino svizzero che mi aiuta in caso di pranzo fuori per aprire oggetti (regalo di mio marito ahahahahha credeva che potesse salvarmi in caso di orsi assassini in città, manco andassi a scalare l’Everest!) … … poi sempre e dico sempre 2 burrocacao di cui uno con protezione solare che può essere usato anche sul viso (ricordasi la mia couperose), in genere esclusivamente bio (ora ho badgerbalm spf15 ed è amore a prima sniffata nonstante sia l’unscented, temo le api assassine in caso di profumi se non s’era capito!).
    Un bacio e attendo qualche altro bel post 😉

  • Michela Littlestinker emme
    Posted at 18:49h, 02 maggio Rispondi

    p.s. dimenticavo, Tony Stark+notte di follie i luv u 😉 … Pepper non ti dico anzi sì: ho i capelli come i suoi nell’ultimo film per colpa sua ahahahahahahhaah (risata diabolica!)

  • Isabella
    Posted at 18:56h, 02 maggio Rispondi

    Ci ho messo un mesetto per trovare la pochette da borsa adatta, e alla fine ho deciso di usare una bianca di Biotherm (omaggio della profumeria, ovvio). Dentro ho: lacrime artificiali, burro di cacao home-made, minijar di fondo minerale, pennello retrattile preso nel cestone delle svendite di Sephora, mini taglia del mascara Diorshow (esaurita, ma mi diverte l’effetto che fa il mega scovolone che esce dal mini tubetto), il mascara Essence (quello nero e argento), il Blush & Bronzer di Elf (che poi rimpiango quando mi trucco comodamente in bagno), una matita nera Essence e una rossa per labbra che non ricordo più, mini kit di ago e filo (colpo di scena da donna-di-una-volta). Ah, poi un gloss Elf nel tubetto e il rossetto che ho messo prima di uscire. E la mini palette di Dior coi colori nude che vanno sempre bene. Ho due borse ENORMI.

  • Alquanto Inutile
    Posted at 14:44h, 03 maggio Rispondi

    il bio-detox liquido mi sta veramente creando dei problemi v_v

  • darknessm
    Posted at 20:09h, 05 maggio Rispondi

    Non ho una pochette di questo tipo perchè solitamente utilizzo piccole borsette a tracolla (grandi più o meno quando la pochette stessa :D) perchè causa accademia porto da un min di 2 ad un max di 4 buste -.-
    Per cui tengo un gloss fisso ed il rossetto che di solito cambia a seconda di quale indosso come te^^

  • Misato-san
    Posted at 01:08h, 06 maggio Rispondi

    quanta roba XD

    io ho una pochette (di Too Faced <3 ) con dentro le veline opacizzanti (che poi uso raramente, basti dire che le ho comprate d'urgenza a giugno 2011 e ce le ho ancora…), specchietto, cipria ma solo d'estate/se devo stare fuori più di 8 ore ed essere fintoimpeccabile, matita della rima interna del giorno, rossetto del giorno ed eventuale matita. Stop.

    Poi ho un sacchetto (di quelli del bento XD) dove ci sono i beni di prima necessità, ossia medicine, igienizzante mani (fondamentale se sei una swatchatrice seriale, firulì firulà XD), assorbentichenonsisamai e d'estate un fermacapelli… ah sì, l'asciugamanino per le mani (retaggi dell'amore per la Nipponia. però è utile XD)

  • Alis
    Posted at 23:39h, 07 maggio Rispondi

    Eh si che ce l’ho pure io!!!
    Però non è fornitissima come la tua! La mia è una di quelle vecchie di Kiko (comprata in saldo a 3 euro yeah) che contiene soprattutto lucidalabbra o rossetti/matite/mascara che voglio finire e che quindi utilizzo quando sono in giro o di corsa 🙂

  • tizy1289
    Posted at 21:48h, 30 maggio Rispondi

    L’hai mai visto il Nivea Store a Berlino? Sono rimasta in trance là dentro per due ore buone, e vi sarei rimasta anche tutto il pomeriggio se non avessi avuto moroso e amico spaccaballe che scalpitavano per uscire. E – maledetta me – non ho comprato alcun prodotto makeup. Che il cielo mi fulmini. Ricordo, però, di aver rimediato un detergente viso favoloso: peccato sia finito e che qui in Italia non lo vendano. Maledetti tedeschi che hanno tutte le fortune o maledetta Italia che è sempre sfigata?

    • gliuppina
      Posted at 14:07h, 08 giugno Rispondi

      Oh no, non ci sono stata! Dannati crucchi, hanno il comparto cosmetico migliore del mondo >___< (in realtà li amo e li invidio molto, beati loro)

  • [inutili]TAG – L’ultimo arrivato [acquisti dissennati del periodo] | Vanity Nerd
    Posted at 08:16h, 05 luglio Rispondi

    […] da eoni. Rimarrà il mistero. Ho il sospetto che sia un OPI verde militare. BAH. 20. Ultimo profumo Pivoine de L’Occitane, che forse un giorno comprerò in full size *è carisssssimo*. – Per finire questo post ci […]

Post A Comment