L’Oréal Lo Sfumato (interazione con l’henné e altra roba)

L’altro giorno mi guardavo le chiome: per essere dei capelli costantemente stressati (me li piastro circa due volte alla settimana, alla faccia di chi mi vuole male), mi sembravano tutto sommato in forma. Doppie punte ce n’erano, ma non tante quanto ai vecchi tempi dei siliconi (e della mia vita pre-henné). Perché, quindi, non approfittare del loro buono stato per fare qualcosa di assolutamente anarchico e privo di senso?

Non ho trovato niente di meglio che cedere alla tentazione de Lo Sfumato L’Oreal, che con la sua carica di tamarraggine da quattro soldi da diversi mesi mi chiamava a mo’ di branco di sirene dagli scaffali di Tigotà.

Fonte: http://makeupfans.blogspot.it/2013/01/novita-loreal-paris-presenta-lo-sfumato.html

Mi frenava però l’idea di sbagliare l’applicazione, di diventare bicolor, di desiderare di guardare Jersey Shore o ascoltare Anna Tatangelo. Alla fine mi ha convinto la mia amica Slavi, la cui opinione per me conta molto e di cui – sinceramente – non mi aspettavo l’appoggio per questa ardua scelta. Più o meno la risposta che mi aspettavo, dopo aver sollevato la questione Sfumato, era: «Elena, sto riconsiderando la nostra decennale amicizia. Non chiamarmi più. Non sei tu, sono io. Ciao.» E invece. Vabbe’.

A parte queste cavolate, ho provato lo Sfumato nella variante per capelli castani [la n.2]  al (solito) grido di Si Vive Una Volta Sola, Male Che Vada Compro Una Tinta Garnier E Ciao.

Roba Pratica, Interazione con l’henné, foto, opinioni, eccetera

Preparare la pappetta da mettere sui capelli è facile, sulla confezione è spiegato tutto con cura. C’è anche scritto che chi ha fatto l’henné non dovrebbe usare il prodotto, ma io ho fatto un SiNior Henné privo di picramato (“Come un sole rosso acceso” di Lush) che non interagisce in nessun modo con le tinte o con le decolorazioni. Cioè, non fa diventare i capelli verdi, ecco. Se non sapete cosa conteneva il vostro henné vi sconsiglio di tentare, al massimo fate una prova su una ciocca nascosta, ma non buttatevi a occhi chiusi. Io ero certa della purezza del mio, ma comunque un lato di me era piuttosto in ansia. Un lato piccolo, eh.

Mi sono fatta aiutare da mia sorella nell’applicazione – che tutto sommato è abbastanza semplice grazie al pettinino in dotazione, ma se avete qualcuno che vi aiuti è meglio, soprattutto per la parte posteriore della testa, of course –  e ho lasciato agire la puzzosa mistura per venticinque minuti; ho controllato il livello della decolorazione e ho aspettato altri cinque minuti prima di risciacquare.

(Ah, ovviamente l’aiuto di mia sorella non ha garantito una perfetta applicazione, ma già in partenza non me l’aspettavo: stiamo pur sempre parlando di una cosa fatta in casa; i veri shatush sono quelli dei veri parrucchieri – queste so’ cazzate. Cazzate carine, però.)

Il risultato è abbastanza soft, avrei potuto tenere in posa il tutto per 45 minuti ma sinceramente non ho avuto il fegato. La vita – sana – dei miei capelli mi è passata un po’ davanti agli occhi e ho pensato che fosse meglio non esagerare.  Le foto con capelli osceni dovrebbero rendere l’idea del colore: la mia base attualmente è un castano tendente al rossastro (si vede meglio alla luce del sole, qui sembrano molto scuri), e le punte – decolorandosi – sono diventate decisamente più chiare e rossicce. Oddio, sono pessima a spiegare i colori. Vabe’, considerate che dal vivo si nota tutto molto poco.

In ogni caso partendo da una base di questo tipo non pensavo di diventare bionda, né sinceramente miravo a diventarlo. Se avessi desiderato un look alla Sabrina Ferilli sarei andata senza dubbio alcuno da un parrucchiere, o da un chirurgo estetico, o da entrambi.

La reazione dei capelli (ammutinamento? caduta improvvisa? esplosione?) e i relativi rimedi (plutonio? riti voodoo? udienza papale?)

Com’era prevedibile, le punte hanno accusato un bel colpo. Rispetto ai miei alti standard di morbidezza le ho sentite subito secche e visibilmente danneggiate, ma non in modo disastroso. Per porre rimedio il giorno seguente (dopo le foto che vedete, in cui i capelli sono in uno stato di profondo scoramento) ho fatto uno dei miei giga-impacchi.

Dal vivo la mia base non è così scura e le punte non così sparate. Ma più o meno siamo lì.

Dovendo terminare ancora la sempiterna Crema Rigenerante per capelli Mil Mil ho usato questa come base, nonostante contenga la temibile PARAFFINA LIQUIDA. Tananana-tanataaaaah! Per arricchire il tutto ho aggiunto alla crema Mil Mil un po’ di olio di cocco, un po’ di olio di mandorle e il mio amato olio all’amla Khadi.

Ho tenuto l’impacco tutta la notte (cosa che non ripeterò perché è oltremodo scomodo) e il mattino seguente i miei capelli sembravano nuovi, come se non avessero subìto alcuna decolorazione. Ovviamente le doppie punte sono rimaste, quello è un problema risolvibile solo con un paio di forbici da parrucchiere – checché ne dicano Pantene o Elvive o Garnier. Di certo però si notano un po’ meno.

Conclusioni e ringraziamenti (cit.)

Per chi volesse informazioni più precise sullo Sfumato, foto con un senso e tante altre belle cose, segnalo il post di Chia – che già a suo tempo mi aiutò a sdoganare l’idea di questo prodotto nella mia mente, rivelandomi quanto potesse funzionare bene.

Io tutto sommato sono soddisfatta, i capelli non sono esplosi e il risultato mi piace. Il tutto per 9 euro e 90. Per una che ama lamentarsi va benissimo così.

Voi, da uno a dieci, quanto avete voglia di lanciare il pc dalla finestra dopo questa amena lettura? Siete pronti al gigantesco post che sta prendendo vita nella mia mente, tutto a tema CAPELLI? (in capslock). Io no, ma voi siatelo. Bacini.

47 Comments
  • Soffice Lavanda
    Posted at 07:39h, 20 giugno Rispondi

    Il risultato è carino… Che le punte soffrissero era prevedibile, ma d’altronde togliersi uno sfizio male non fa. E se proprio la situazione non va bene, si può sempre tagliare XD

    • gliuppina
      Posted at 20:00h, 24 giugno Rispondi

      Esatto! E credo che dovrò farlo presto XD ma ci sta, poi tornerò a inondarli di hennè 🙂

  • Manuki
    Posted at 07:57h, 20 giugno Rispondi

    Mi sembra si venuto bene!
    Io l’ho fatto per tanti anni ed anche le mie punte ne risentivano parecchio ma avevo i capelli corti e le punte venivano tagliate in fretta.

    • gliuppina
      Posted at 20:00h, 24 giugno Rispondi

      Grazie Manu! Anche i miei non resisteranno molto, soffro molto a vederli così!

  • Jane_D
    Posted at 08:20h, 20 giugno Rispondi

    E’ venuto bene! Le sirene si erano azzittite ma dopo questo post si è risvegliata la mia voglia di Sfumato XD
    Io attendo con gioia di leggere il post a tema CAPELLI! *_*

    • gliuppina
      Posted at 20:01h, 24 giugno Rispondi

      Le sirene sono sempre dietro l’angolo!
      io temo molto invece il post sui capelli, verrà un tomo di mille mila parole 😀

  • cruezadema
    Posted at 08:53h, 20 giugno Rispondi

    L’ho fatto anche io,circa trune settimane e fregandomene del recente hennè ho lasciato la pappetta per ben 45 minuti,libera di distruggere i miei capelli. Una parte di me si sentiva trasgressiva e fuori dagli schemi(“chi se ne frega delle regole,rock!!!”) l’altra pregava di non dover correre da un vero parrucchiere a tagliare via un inguardabile sfumato verde-pattumiera.
    Fortunatamente niente ciocche verdi solo un effetto parecchio acceso e punte secche che ho coccolato con una bella maschera idratante :°)

    • gliuppina
      Posted at 20:10h, 24 giugno Rispondi

      *___* brava! (rido per lo spirito trasgressivo XD )

      • cruezadema
        Posted at 21:59h, 24 giugno Rispondi

        potevo ritrovarmi con le punte verde-acido,figo!

  • shoppingandreviews
    Posted at 10:03h, 20 giugno Rispondi

    inizia a piacermi. anch’io sono molto trasgressiva… mi tingo i capelli con le tinte chimiche e uso shampoo senza siliconi e faccio impacchi vari con oli, ehm ehm…

    il risultato è molto carino ^_^

    • gliuppina
      Posted at 20:12h, 24 giugno Rispondi

      l’importante è fare quello che fa bene ai nostri amici capelli con consapevolezza ; ) no? non riuscirei mai a essere totalmente talebana 😀

      Grazie Dani!

  • fashionoodles
    Posted at 10:09h, 20 giugno Rispondi

    Io sono una maniaca del “NON TINGERSI I CAPELLI PRIMA DEL NECESSARIO” 😛 e poi sono decisamente troppo imbranata per poter fare una cosa così delicata a casa! Mi ritroverei i capelli arancioni, tipo! hahahah

    • gliuppina
      Posted at 20:13h, 24 giugno Rispondi

      anche io sai, ma questa non è una tintura, è PEGGIO! XD una bella decolorazione senza criterio alcuno, però è a prova di imbranati, lo posso assicurare!

  • laludovica
    Posted at 10:35h, 20 giugno Rispondi

    se avessi i capelli lunghi lo farei troppo anche io >.<

    • gliuppina
      Posted at 20:13h, 24 giugno Rispondi

      tu staresti benissimo, ti verrebbero belliiiii e non arancioni *__*

  • The Fashion Cat
    Posted at 11:01h, 20 giugno Rispondi

    È un po’ l’effetto che ho io ora dato che non faccio l’henne da mesi (voglio le giornate più lungheeee) XD tutto sommato carino dai!!

    • gliuppina
      Posted at 20:14h, 24 giugno Rispondi

      ahhaah lo shatush da henné è la cosa migliore! 😀 grazie!

  • frivolezzeinrosa
    Posted at 11:57h, 20 giugno Rispondi

    L’effetto mi pare venuto molto bene! Io per fortuna ho già le punte che tendono a un rosso più chiaro e visibile rispetto al castano/mogano delle radici. Grazie sole che me li schiarisci tu, altrimenti farei un macello a doverlo fare da sola! <3

  • Ery
    Posted at 12:43h, 20 giugno Rispondi

    L’effetto è molto carino e il tuo post molto divertente. 🙂

  • francesca
    Posted at 13:38h, 20 giugno Rispondi

    molto molto carino e naturale 🙂 stai proprio bene!

    • gliuppina
      Posted at 19:04h, 25 giugno Rispondi

      Sono contenta che sembri naturale, grazie Francesca!

  • Blanche
    Posted at 15:10h, 20 giugno Rispondi

    Amoti. A parte che come al solito mi hai fatto morire (la reazione dei capelli e i rimedi XDD)…
    Oddio, anche io sto passando dalla fase “ma lo shiatsu non era un massaggio?” al “no no, non lo farò mai!!” al tragico “quasi quasi ci provo”.
    In fondo, al limite mi rapo a zero che tanto fa caldo. La tua esperienza mi rassicura parecchio, solo che resta il fatto che sono una che ha bisogno di una preparazione psicologia anche solo per fare una maschera colorata. Vabbè, vedremo, chi vivrà vedrà!

    Intanto ti dico che stai benissimo, e su questo non ci sono dubbi!

    • gliuppina
      Posted at 19:05h, 25 giugno Rispondi

      <3 Blanche, l'amore è corrispostISSIMO! bimbominkiate (mie) a parte, credo che lo shatush faccia proprio questo effetto di attrazione/repulsione, se deciderai di cedere al suo fascino tamarresco fammelo sapere (e vedere!).
      Prima anche io ero iper-terrorizzata al pensiero di cambiamenti cromatici in testa, ma a poco a poco mi sto spingendo verso vette inesplorate molto interessanti.
      (sì, smetto di drogarmi, lo prometto).

  • Svampi
    Posted at 15:53h, 20 giugno Rispondi

    Mi piace tantissimo *__* (come potrei dirti il contrario? me lo son fatta anch’io!) tutto sommato se ci stufiamo possiamo tagliare le punte no?? *autoconvincimento*

    • gliuppina
      Posted at 19:06h, 25 giugno Rispondi

      Sììì! è quello lo spirito. Se fa schifo, ZAC!
      grazie Svampi <3

  • Insane Bazar
    Posted at 16:33h, 20 giugno Rispondi

    Io adoro leggere i tuoi post, perché mi fai sempre scompisciare dal ridere! Spero solo che il risultato non ti abbia portato a violentare le tue orecchie con Anna Tatangelo ;))

    Miss Piggy

    • gliuppina
      Posted at 19:06h, 25 giugno Rispondi

      Ahahaha grazie Miss Piggy! 😀 per fortuna niente Tatangelo, credo che il mio cervello non avrebbe retto a uno shock simile…

  • dramanmakeup
    Posted at 16:57h, 20 giugno Rispondi

    Ti sta benissimo *___* mi hai dato l’ispirazione per un post hahaha

    • gliuppina
      Posted at 19:07h, 25 giugno Rispondi

      Grazie S.! Sono più che onorata, yeeee!

  • Alis
    Posted at 21:16h, 20 giugno Rispondi

    Ti sta bene, mi piace! Poi questo tipo di colorazione mi piace un sacco sui capelli un po’ mossi, fa un po’ l’effetto vedo non vedo.
    Io ci ho ragionato tanto questa primavera se farmelo o meno, ma avendo già i colpi di sole biondi la cosa si faceva un po’ più complicata… poi ho i capelli lisci spaghetto, quindi l’effetto alla fine è diverso, se non è fatto bene secondo me la “banda di colore” si nota di più.

    Insomma, alla fine sono capitata in mano a due parrucchieri che dovevano schiarirmi leggermente e farmi le punte biondissime… e sono venuta fuori tutta bionda punto. Ma non mi dispiace alla fine 😛

    • gliuppina
      Posted at 19:09h, 25 giugno Rispondi

      Bella tutta bionda *__* specie sui capelli lisci-lisci!
      io pur avendoli mossi li porto più spesso piastrati per comodità (paradossale, vero?), ma come giustamente dici l’effetto è di gran lunga migliore sul mosso, che nasconde gli stacchi netti 😀

  • Natalìa - Maquillicious
    Posted at 11:53h, 22 giugno Rispondi

    No, vabbè, l’effetto su di te è stupendo!
    L’ho fatto anch’io questa settimana, ovviamente fregandomene delle istruzioni ed entrando in rampage mode. Alla fine però il risultato mi piace, e anche a me dal vivo si nota molto poco. Ora aspetto solo di diventare come Dr. Evil (o zio Fester, date le occhiaie).

    • gliuppina
      Posted at 19:11h, 25 giugno Rispondi

      Grazie Natalia! 😀 ahahahahah zio Fester mi provoca grande ilarità (e dire che mi paragono di più al cugino It per quando mi asciugo i capelli a cazzo ottenendo un parruccone lungo e vaporoso). Vado a leggere il tuo post ORA! (scritto gigante)

  • Claudia
    Posted at 14:44h, 24 giugno Rispondi

    Sento il bisogno di commentare anche solo per il dramatic chipmunk <3 Lo amo troppo, e inserito così nel post mi ha uccisa (anche se adesso voglio sapere qual è la musica che avevi in mente tu!).
    Comunque il risultato è carino e abbastanza naturale, il che è una grande cosa perché non se ne può più di vedere la gente andare in giro con i capelli bicolore (cavolo si chiama SFUMATO per un motivo, se i tuoi capelli passano da nero a biondo senza alcuna sorta di gradazione io delle domande me le farei). Dal mio canto per un certo periodo sono stata tentata di provarlo, però vuoi perché avevo già una sfumatura di mio (residuo di vecchia ricrescita+capelli schiariti dal sole+diosolosacosa, altro che shatush), vuoi perché avevo altri programmi per i miei capelli, alla fine l'ho lasciato dov'era!

    • gliuppina
      Posted at 19:32h, 25 giugno Rispondi

      la musica che avevo in mente era il classico gingle da colpo di scena, non saprei spiegarlo però 😀
      i capelli bicolor sono belli se sono intenzionali (ne ho visti!) ma per il resto no, e temevo proprio di diventare così, ma devo dire che grazie anche al colore di base ho ottenuto quello che volevo (che detto così pare chissà cosa, ma lasciamo stare).
      I capelli sicuramente ti sono grati di aver lasciato perdere, i miei non possono dire lo stesso!

      • Claudia
        Posted at 23:23h, 26 giugno Rispondi

        Eh insomma, gli altri programmi che avevo in mente erano fare uno sfumato un po’ meno classico, con i capelli che schiariscono e poi sulle punte un verde acqua. Cosa che ho fatto.
        I capelli forse non ringraziano tanto ma era una cosa che volevo fare da secoli e sono decisamente soddisfatta! 😀

  • Misato-san
    Posted at 15:23h, 24 giugno Rispondi

    mi piace tantissimo, io non lo farei mai perché tinte chimiche su di me no grazie ma mi piace tantissimo 😀

    • gliuppina
      Posted at 19:35h, 25 giugno Rispondi

      Grazie Misato <3 ti dirò, fai bene a non toccare chimicamente i tuoi capelli, io non lo facevo da anni e il pentimento sta prendendo il sopravvento!

  • Misspeony Sillage
    Posted at 09:11h, 25 giugno Rispondi

    ciao ! io mi ero fatta fare lo shatush dal parrucchiere, ma non mi piaceva, in pratica: base mogano e punte bionde. Sembrava una meches lasciata andare da tempo… ho preferito rifarmi le meches su tutta la testa. e anche io per un giorno ho avuto paura che tra shatush e meches…. di perdere tutti i capelli !! aaaarggggg
    cmq fidati: i nostri capelli (poveri) sono molto forti e tengono parecchio botta, pero una mia amica studente-parruchiera, si è cambiata colore di capelli 12 volte su un anno E HA COMINCIATO A PERDERE CIOCCHE FOLTE di capelli, ha dovuto tagliarli corti.
    morale della favola: appena finite le meches, li lascio NATURALI. praticamente anche con le meches, li decolorano, cioe li tolgono colore e poi applicano su il colore BIONDO. ovvio che le squame del capello per ricevere il colore si aprono. insomma, non è una passeggiata di benessere in valle d’aosta x loro.

    • gliuppina
      Posted at 19:38h, 25 giugno Rispondi

      ODDIOOO, 12 volte in un anno è davvero troppo! io penso che alternando a qualche follia un buon trattamento a base di henné (anche neutro) i capelli possano reggere bene, a me li ha resi indistruttibili 😀 però è anche vero che è la prima volta dopo anni che li decoloro. Non so, forse anche io li lascerò naturali o li colorerò sempre con l’henné 😀 di certo la decolorazione la vedo una lontana e remota possibilità, vedremo!

  • Alquanto Inutile
    Posted at 12:30h, 29 giugno Rispondi

    mi sembra venuto bene ai miei poveri capelli ho fatto di tutto, compreso decolorarli completamente per tingerli di fuxia, quindi di certo la paternale non verrà da me XD Certo, si sono distrutti ed ho dovuto tagliarli di oltre 30 cm per recuperare una sorta di decenza (erano diventati un fashionissimo salmone sbiandito) ma alla fine si può sempre rimediare
    Dopo anni di pace in cui ho evitato di torturarli ho iniziato a fare l’hennè, rinforza un sacco e mi copre pure qualche capellino bianco, quindi non penso proprio che lo abbandonerò *_*

  • [Capelli!] Per chi non ha tempo da perdere: Weleda – Maschera Ristrutturante all’Avena | Vanity Nerd
    Posted at 18:31h, 29 settembre Rispondi

    […] ciò aggiungete l’insana idea di provare lo Sfumato L’Oreal, decolorazione che implica la necessità di curare maniacalmente i capelli, pena avere della paglia […]

  • [Capelli!] Per chi non ha tempo da perdere: PHYTO 7 | Vanity Nerd
    Posted at 18:35h, 02 ottobre Rispondi

    […] Ho pensato di prenderla però solo quando ne ho avuto davvero bisogno, ossia dopo il famoso  Sfumato di L’Oreal, portatore di grandi sventure tricologiche (non esageriamo, due doppie punte di […]

Post A Comment