Skincare: Struccanti del periodo (Akamuti, Lush, ViviVerde Coop, Bioderma)

Amo i prodotti da skincare. Che, per i non anglofoni alla lettura, altro non sono che i prodotti per la cura della pelle (genericamente pelle del viso, o almeno, io sto parlando di quella). In questo periodo palermitano ho usato una caterva di prodotti, alcuni erano rimasti qui durante la mia permanenza a Milano, altri li ho portati io dal freddo nord, insomma, ho alternato quasi ogni giorno roba diversa per la gioia della mia pellaccia.

Premessa sulla mia pelle: secca. Punti neri su naso e guance, ma secca. Fine.

Oggi vi tedierò parlandovi degli struccanti (di vario genere) che ho utilizzato negli ultimi due mesi.

Skincare: Struccanti

Akamuti – Organic Virgin Coconut Oil (olio di cocco puro biologico)

L’olio di cocco è ottimo per struccare:  basta massaggiarlo sul viso e sugli occhi, rimuovendo il tutto con un dischetto umido o con quel che volete (un panno in microfibra per esempio).

Sul mio discusso (ma da chi?) post sullo struccante in crema Non Ti Scordar di Me molte mi avevano consigliato di sostituirgli l’olio di cocco, più economico e fico. Io già l’avevo usato in passato, ma non mi aveva del tutto convinto. Ora che l’ho usato di nuovo per un mese abbondante ho capito perché: è  troppo liquido/scivoloso.

Akamuti: olio di cocco

Quando strucco gli occhi ahimè entra dentro la congiuntiva (sarà il termine giusto? vabe’, dentro gli OCCHI) e mi lascia dei residui piuttosto fastidiosi che devo rimuovere con un cotton fioc. Non sto parlando della rima interna, che spesso pulisco coi bastoncini come in questa foto: parlo proprio dell’interno dell’occhio. Cosa sgradevole e un po’ pericolosa da fare. Purtroppo anche usandone pochissimo la situazione non cambia.

Con trucchi più leggeri questi problemi sono indubbiamente attenuati, ma è raro che d’inverno io mi trucchi in modo leggero. Sul viso nessun problema, ma per struccarmi preferisco altre formule.

Penso che – come sempre – sia tutto molto soggettivo, ma in sé è un ottimo prodotto che non smetterei mai di consigliare. Ormai lo saprete, erigerei una statua al concetto di olio di cocco, soprattutto per la cura dei capelli. Questo di Akamuti costa più degli altri perché proviene dal commercio equo-solidale (info qui), ma è di altissima qualità e fa un ottimo profumo di cocco.

(In giro ho trovato non poche ricette per burri struccanti homemade a base di olio di cocco, io ho solo molta paura di creare colonie di batteri, virus, germi, golem e cose di questo tipo – se però vi va di provare ve ne lascio una che prima o poi proverò anche io qui qui qui qui). (Sono una fifona, ma appena riavrò il mio gel di aloe pieno di conservanti lo farò).

Lush – Non ti Scordar di Me

Avevo lasciato una confezione di questo struccante a casa di Andrea (ciao Andrea), inutile dirvi che al centesimo struccaggio con l’olio di cocco + esercito di cotton fioc e congiuntiva in via di esplosione sono andata a riprendermelo. Non che lo usasse lui, eh, era mio ma lo tenevo lì. Ad ogni modo non ho nulla da aggiungere rispetto ai post che vi ri-linko qui qui qui qui e qui.

Non Ti Scordar di Me
Per chi fosse affetto da culopesantite ™, riassumerò la cosa: struccante in crema che uso solo sugli occhi massaggiandolo e rimuovendolo con un dischetto umido immaginando di essere un procione magico.

ViviVerde Coop – Struccante Occhi Idratante Delicato

Questo è un prodotto più da estate (sempre per il discorso mi trucco di meno), ma anche in questi mesi ogni tanto l’ho tirato fuori per togliere gli ultimi residui di olio o per struccare le labbra. Come al solito se finisce dentro gli occhi bruciacchia un po’, ma non li irrita e poi insomma nessuno è perfetto (tranne Bradley Cooper).

struccante occhi viviverde coop

È un prodotto che si ama o si odia, un po’ come Non Ti Scordar di Me o Christian Bale (chi lo odia comunque non capisce un cazzo, scusate). Su alcune persone – tipo me – rimuove facilmente il trucco, su altre ha la stessa efficacia di una spruzzata d’acqua marina.

Con una pistola puntata preferisco la Perfezione Imperfetta di Christian Bale.

Ad ogni modo fa parte di una linea di prodotti a base di ingredienti naturali in vendita alla Coop, costa sui tre euro e qualcosa e vale la pena provarlo. Male che vada si ricicla per viso o labbra o per il tiro al piattello.

Bioderma – Solution Micellaire Sensibio H20 (acqua micellare, va’)

Adoro struccare il viso con questa acqua micellare, anche se dopo l’uso risciacquo sempre perché non mi pare carino nei confronti della mia pelle lasciarla in preda ai tensioattivi (e perché sono pazza, sì). I primi tempi mi aveva deluso, oggi non posso farne a meno. La ricompro di continuo con somma soddisfazione (ma devo dire che pur usandola quotidianamente non finisce subito, anzi).

bioderma

ViviVerde Coop – Salviette Struccanti Idratanti Delicate

SAY WHAT? Una persona con la pelle arrogante e odiosa come la mia di norma non dovrebbe guardare nemmeno in cartolina le salviettine struccanti. Ebbene, io me ne sono impipata (non ho badato a questo ragionamento) e ho voluto provarle rubandole a mia sorella e poi ricomprandole per ben due volte. Le uso di rado, soprattutto quando il male di vivere mi attanaglia o ho fretta, ma in quei casi – stando ben attenta a non strofinare con veemenza, ma in modo delicato – ottengo ottimi risultati. Per gli occhi non sono l’ideale se come me usate matite waterproof e mascara in abbondanza, ma nel mio caso non li irritano e questo è un bene.
salviette viviverde coop

Dopo l’uso ogni tanto mi brucia il contorno occhi, zona arci delicata, ma con una spruzzata di acqua termale torna tutto a posto. Se siete fanatici/che delle salviette non potete non provarle. Vi lascio questo post di Goldenvi0let che su di me ha avuto un forte potere persuasivo.

Se siete ancora in grado di intendere forse volete rispondere al quizzone del giorno (che non è un quizzone): qual è il vostro struccante preferito? Avete notato la mia monomania per questo argomento? Forse un giorno lascerò tutto e scapperò con un creatore di struccanti, scusa Andrea.

73 Comments
  • eirene06
    Posted at 14:08h, 13 febbraio Rispondi

    Christian Bale tuttalavita _< Per lo struccaggio sono fedelissima alla Beauty Farm, ma gli occhi sempre a parte col bifasico Sephora, l'unico mai provato che con una passata toglie tutto, e i miei occhi lacrimosi ringraziano!
    Provate anche io le salviette Coop, in quanto a rimozione trucco sono ottime ma se le uso troppo spesso mi sento la pelle che tira e brucia…

    • eirene06
      Posted at 14:12h, 13 febbraio Rispondi

      Maaaa c’era un frase in mezzo che s’è persa? O__O
      Dicevo, per fortuna in ambito skincare non ho la stessa compulsività che in ambito makeup (emmenomale sennò vivrei sotto un ponte), sarà la mia pellaccia bashtarda ma non solo non ho voglia di provare nuovi prodotti, detesto proprio cambiarli!

      • gliuppina
        Posted at 12:38h, 17 febbraio Rispondi

        La Beauty Farm mi incuriosisce da molto, ogni volta però mi dimentico che esiste! Appena smaltisco un po’ di roba magari la provo : )

        Le salviettine vanno usate di rado, sono d’accordo, anche la mia pelle non le ama ogni giorno (anzi).

        Christian Bale <3

  • Fran
    Posted at 14:11h, 13 febbraio Rispondi

    Christian Bale vince, diosanto!
    Grande Ele, Bioderma for life!
    Io il cocchino sugli occhi lo tollero bene, fortunatamente.
    La Coop non ce l’ho qui e la Lush mi sta sul culo.
    Ecco.
    Baci a te

  • justhermione
    Posted at 14:19h, 13 febbraio Rispondi

    Oddioooooooooooooo mi sto spisciando dal ridereeeeeeeee XD sei una forza. Davvero. Non è facile essere spiritosi qb parlando di struccanti 😉
    Io devo ancora trovare la quadratura del cerchio, spesso uso le salviette (male male malissimo), ma è anche vero che mi trucco solo nel w.e. Infrasettimana faccio gioire il prossimo con il mio muso zombiesco al naturale!

    • gliuppina
      Posted at 12:42h, 17 febbraio Rispondi

      Grazie! XDD

      Le salviette se non ti danno problemi non sono proprio il male, su, magari sciacquando il viso dopo è anche meglio! Se poi durante la settimana non ti trucchi il tuo viso non soffrirà particolarmente 😉 (ti invidio, io senza trucco sembro in fin di vita!)

      • justhermione
        Posted at 13:03h, 17 febbraio Rispondi

        tesoro, io senza trucco sono verde più o meno… ma fatica al cubo truccarsi la mattinaaaa XD sono pigra, e tanto al lavoro vengono tutti vestiti come i peggio straccioni….almeno io c’ho un minimo di contegno. 😛 al massimo mi tuffo sul fondo minerale con un’abile mossa!

  • Foffy
    Posted at 14:24h, 13 febbraio Rispondi

    Questo post è utilissimo per chi come me soffre al momento dello struccaggio. Vorrei comunque provare l’olio di cocco perché ho sentito ovunque che ne vale la pena, ma non ho Lush nelle vicinanze e il prodotto che più mi interessa è proprio il Non ti scordar di me :-/
    Come salviette io mi trovo molto bene con quelle Shaka, però con l’eyeliner in gel non bastano, mi scartavetro gli occhi >_<

    • gliuppina
      Posted at 13:00h, 17 febbraio Rispondi

      Se soffri è arrivato il momento di passare agli oli! 😉 anche se io non mi trovo benissimo con l’olio di cocco lo consiglio comunque perché merita almeno una prova. Poi ci sono altri oli più “pesanti” altrettanto validi come l’olio di mandorle con cui di solito faccio un bifasico insieme all’acqua di rose. Fammi sapere se provi qualcosa 🙂

  • Chia La Vie En Cosmetiques
    Posted at 14:56h, 13 febbraio Rispondi

    Esistono persone che odiano Christian Bale? E’ proprio vero che la selezione naturale non fa più il suo dovere 🙁
    Io sono per l’olio di cocco sempre, comunque e ovunque (ci ho oliato anche una porta) e Bioderma, of course <3

    • gliuppina
      Posted at 13:01h, 17 febbraio Rispondi

      (rido)
      Oddio, dovrei oliare anche io la porta della mia stanza! grazie dell’idea 😀

  • Ste pi
    Posted at 14:59h, 13 febbraio Rispondi

    Per me Christian Bale è un mah.. non lo odio ma non lo amo.. evviva l’indecisione XD
    Parlando di struccanti…. la Bioderma l’ho adorata e l’ho accantonata solo per l’olio di cocco. Sai che non avevo mai sentito di irritazioni durante la fase di struccaggio con lui?
    La Lush inizia a stare sul culo anche a me per cui la evito senza rimorsi 😉

    • gliuppina
      Posted at 13:10h, 17 febbraio Rispondi

      Uh ma povero olio di cocco, non mi irrita però mi finisce dentro gli occhi e devo rimuoverlo, è questo che mi dà un po’ fastidio 🙂 però li uso in modo diverso, la bioderma solo sul viso e l’olio solo sugli occhi. Non so perché ti sto ammorbando in questo modo, la smetto 😀

  • Ilaria
    Posted at 15:17h, 13 febbraio Rispondi

    sono sempre più indecisa su cosa provare, il Non Ti Scordar Di Me o l’olio di cocco. L’olio mi lascia un po’ meh perchè non mi piace l’effetto oleoso e odio il cocco XD
    Quanto costa la boccia da 250ml di acqua micellare?
    Concordissimo su Christian Bale, btw *_*

    • gliuppina
      Posted at 13:11h, 17 febbraio Rispondi

      L’olio costa decisamente di meno, però anche Non ti scordar di me è oleoso – anzi appiccicoso direi 😀
      L’acqua micellare come ha scritto anche Elena più sotto costa sui 13 euro : )
      Bale <3 <3

  • Soffice Lavanda
    Posted at 15:42h, 13 febbraio Rispondi

    Abbiamo ben tre prodotti in comune. Esci dalla mia testa!

  • Country Rose
    Posted at 16:05h, 13 febbraio Rispondi

    Che bel post! Hai un modo di scrivere insuperabile! Presto proverò l’olio di cocco per struccarmi, spero non mi faccia questo fastidiosissimo effetto negli occhi.

    • gliuppina
      Posted at 13:13h, 17 febbraio Rispondi

      Grazie mille : )
      Forse basta usarne pochissimo, una chance gliela darei comunque 🙂

  • cruezadema
    Posted at 16:58h, 13 febbraio Rispondi

    C’è davvero qualcuno che odia Bale?
    “brucerai all’inferno,peccatore”

    Comunque nomini troppi “bravi” ragazzi, mi distrai dal post!

    Lo struccante della Coop mi piace tanto, ne provai un(ricco) campioncino grazie a Lidal ma non ho avuto modo di ricomprarlo -in questo paese dimenticato da dyo la Coop te la sogni ç_ç – appena mi capita di abbandonare questa landa desolata faccio scorta.

    • gliuppina
      Posted at 16:02h, 17 febbraio Rispondi

      Becky se vuoi posso mandartene una confezione, ho fatto scorta questa estate e per ora lo uso poco (e prima che finirò la mia boccia tornerò di certo alla Coop), fammi sapere su feisbuc 🙂

      • cruezadema
        Posted at 16:20h, 17 febbraio Rispondi

        <3 mille cuori
        approfitto della tua bontà solo se mi permetti di ricambiare in qualche modo..

        • gliuppina
          Posted at 16:34h, 17 febbraio Rispondi

          ma va’, non c’è bisogno! 🙂

  • Elena
    Posted at 18:00h, 13 febbraio Rispondi

    Ilaria, la confezione da 250 ml della Bioderma costa circa 13 euro, è più conveniente quella da 500 ml che se non erro dovrebbe venire sui 17 euro.
    Io adesso la sto usando nuovamente, l’avevo usata con molta soddisfazione in passato e l’ho ripresa con altrettanta soddisfazione adesso, quando la mia pelle ha avuto una (fortunatamente momentanea) fase di pazzia e non tollerava più nessun prodotto.
    L’olio di cocco mi incuriosisce, ma al contempo mi fa un po’ paura.
    Il mio problema principale comunque non è tanto la detersione della pelle, quanto piuttosto lo struccaggio degli occhi: anche se non sono solita truccarmi come una drag queen devo sfregare e risfregare, con il risultato di irritarmi gli occhi e di svegliarmi la mattina con simpatici residui neri sotto gli occhi (il cuscino ringrazia). La Bioderma sugli occhi non toglie nulla, il latte detergente non ne parliamo, l’ultima volta in profumeria mi sono fatta impaccare delle salviette struccanti per occhi della Lycia che non sono granché (tremo stasera al pensiero di dover rimuovere l’ombretto in stick di Kiko, la bestia nera dello struccaggio degli occhi). In questo contesto di mediocrità l’unico struccante vagamente decente che ho provato è il bifasico L’Oreal, ma anelo a qualcosa di meglio.

    • gliuppina
      Posted at 16:05h, 17 febbraio Rispondi

      Se il tuo problema sono gli occhi allora una chance all’olio di cocco la darei! toglie tutto, qualsiasi cosa, bisogna solo stare attenti a rimuovere tutto col cotone – ma conosco moltissime persone che lo amano senza riserva. In alternativa un bifasico fatto con olio di mandorle e acqua di rose (quella da supermercato coi conservanti, così non va a male 😉 ) anche questo è ottimo, toglie tutto e non dà problemi. Fammi sapere se li provi : )

      • elenabartolone1@gmail.com
        Posted at 18:43h, 19 febbraio Rispondi

        Ti dirò che, avendo letto varie recensioni favorevoli (sono molto suggestionabile) ero andata da Naturasì fermamente convinta ad acquistare l’olio di cocco, ma la sua consistenza solida e densa mi ha scoraggiato. Già, perché nella mia pinnolaggine io lo immaginavo liquido. Invece suppongo che vada usato come tu usi il Nontiscordardime, no?
        In effetti mi ispira più l’idea del bifasico fai da te con l’olio di mandorle e l’acqua di rose…Scusa la domanda idiota, ma dove si può trovare un olio di mandorle decente ma non troppo costoso? E perché non si può usare puro? Grazie mille 🙂

        • gliuppina
          Posted at 12:41h, 20 febbraio Rispondi

          Oddio 😀 pensa che avevo scritto nella prima versione del post il motivo della sua solidità e come lo uso, poi ho preferito tagliare corto XD ti spiego subito! d’inverno l’olio di cocco si solidifica, superati i 20/22 gradi diventa liquido 🙂 per ora sì, l’ho usato come il Non ti scordar di me!
          L’olio di mandorle più conveniente in commercio è quello dei Provenzali, si trova nei grossi ipermercati (Auchan, Ipercoop) e da OVS e in qualche altra profumeria tipo Limoni, bisogna cercare un po’ 🙂 Si può usare puro, la comodità del bifasico è che l’acqua di rose rimuove l’untuosità dell’olio e aiuta a pulire meglio, dipende da cosa preferisci tu ecco! Fammi sapere 🙂

          • Elena
            Posted at 19:08h, 20 febbraio Rispondi

            Grazie di avere svelato il mistero dell’olio di cocco! Continuavo a guardare quel barattolino con aria perplessa 😀
            E grazie anche per le informazioni sull’olio di mandorle! Temevo fosse più difficile da reperire, invece ho presente quello dei Provenzali, appena passo da Limoni o da OVS lo prendo, non vedo l’ora di fare la prova!
            Un’ultima seccante domanda: per il bifasico fai da te fai 50% olio e 50% acqua di rose?

            • gliuppina
              Posted at 10:40h, 21 febbraio Rispondi

              Sì, però puoi fare a occhio e cambiare leggermente le proporzioni se lo vuoi meno oleoso 🙂
              (non era una domanda seccante, anzi, più che lecita!)

              • Elena
                Posted at 17:55h, 21 febbraio Rispondi

                Grazie ancora 🙂

  • raguthititti
    Posted at 19:23h, 13 febbraio Rispondi

    L’ha ribloggato su Raguthi.

  • shoppingandreviews
    Posted at 20:28h, 13 febbraio Rispondi

    adoro quell’olio di cocco akamuti <3 lo uso solo quando faccio trucchi "artistici" (ah ah ah) o molto strong, per tutto il resto ho donato il mio cuore alla bioderma, mi strucca tutto. però anch'io risciacquo il viso :3

    • gliuppina
      Posted at 16:06h, 17 febbraio Rispondi

      uhh, su di te funziona anche sugli occhi la bioderma? con me è un po’ malvagia da quel punto di vista, ma la amo lo stesso 😀

      • shoppingandreviews
        Posted at 18:19h, 17 febbraio Rispondi

        sì, anzi è l’unica cosa che funziona sugli occhi senza farli bruciare/arrossare… mi strucca anche i prodotti waterproof 😀

        • Elena
          Posted at 19:09h, 20 febbraio Rispondi

          Pensa la soggettività: io adoro la Bioderma sul viso, ma sugli occhi non è in grado di togliermi neanche l’ombretto più scrauso!

  • therougesucre
    Posted at 20:45h, 13 febbraio Rispondi

    l’unico olio vegetale che fin’ora non mi ha bruciato gli occhi è quello di riso. tutti gli altri mi provocano latrati e agonia per mezz’ora.
    anche il cocco è un po’ gne, non fa male, ma mi lascia sul chi va la.

    • gliuppina
      Posted at 16:07h, 17 febbraio Rispondi

      sì? damn it! io vado in fiamme con l’olio di jojoba e con quello di ricino se non ricordo male – prima li mettevo nel bifasico ma ora me ne guardo bene.

      • therougesucre
        Posted at 19:51h, 18 febbraio Rispondi

        il ricino è un timonio!
        se si trova l’olio giusto è una manna. cioè niente più sbattimenti di roba che brucia, occhi che sanguinano ecc.
        ora sto usando un bifasico con riso, acqua e centrimonium chloride (balsamo) al posto del tensioattivo. Penso non lo cambierò mai più e gli altri rimarranno forever alone.

  • Fransis
    Posted at 20:48h, 13 febbraio Rispondi

    l’olio di cocco prima o poi lo proverò. Il lush mi è scomodo da reperire e lo trovo caro 🙁
    Lo struccante occhi viviverde mi era piaicuto molto, mentre le salviettine le ho odiate a morte!! bruciavano bruciavano bruciavano :S

    • gliuppina
      Posted at 16:08h, 17 febbraio Rispondi

      a me bruciacchiano il contorno occhi, capisco il fastidio 🙁
      sono per provare l’olio di cocco : ) nonostante quanto da me scritto nel post XD

  • Chiara
    Posted at 21:30h, 13 febbraio Rispondi

    Buahahahah, mi hai convinta, voglio diventare un procione magico pure io X°°°D *rotola*

  • Isabella
    Posted at 21:40h, 13 febbraio Rispondi

    Ma perchè io volevo commentare qui e invece l’ho fatto su Facebook? E vabbè. Aggiungo che sto leggendo con interesse le ricettine homemade che hai postato.

  • imaginarymiki
    Posted at 09:12h, 14 febbraio Rispondi

    La Bioderma era la mia acqua micellare preferita, prima di scoprire il tonico ViviVerde con cui strucco l’impossibile e costa tre volte meno.
    Ho provato ad usare l’olio di cocco, ma mi sembra non vada d’accordo con la mia pelle, che in questo periodo è parecchio permalosa.
    Mi piace moltissimo invece il Cleanse&Polish di Liz Earle.

    • gliuppina
      Posted at 16:20h, 17 febbraio Rispondi

      Devo proprio provarlo quel tonico!
      Il Cleanse&Polish è molto famoso ma non l’ho mai provato, devo rimediare 🙂

  • lucrezia
    Posted at 09:20h, 14 febbraio Rispondi

    Adoro Christian Bale e…..ho comprato (usandolo con soddisfazione) il Non ti scordar di me per “colpa” della tua recensione!!!! 😀
    lucrezia

    • gliuppina
      Posted at 16:35h, 17 febbraio Rispondi

      Ahhh come sono contenta! doppiamente direi 🙂

  • satine89
    Posted at 10:43h, 14 febbraio Rispondi

    Il mio preferito in assoluto è la Bioderma, assolutamente! Ho preso anche il dupe della L’Oreal e non mi sta deludendo per niente!!!

    • gliuppina
      Posted at 16:36h, 17 febbraio Rispondi

      Bioderma for president! 😀 (di che non si sa, oggi non ci sto molto con la testa)

  • Alis
    Posted at 14:31h, 14 febbraio Rispondi

    La Bioderma la uso sempre anche io… E pure il non ti scordar di me!
    Per il resto non uso altri, ho provato a struccarmi con l’olio di cocco ma non mi è piaciuto l’effetto che lascia dopo sul viso (intorno agli occhi non mi sono fidata)!

    • gliuppina
      Posted at 16:40h, 17 febbraio Rispondi

      Io l’olio sul viso non lo sopporterei molto (così come il non ti scordar di me!) però sugli occhi non è male, non brucia, peccato sia davvero scivoloso 😀

  • lisecharmel
    Posted at 20:38h, 14 febbraio Rispondi

    Il procione magico mi ha fatto morire. Hai preso in considerazione il latte detergente vivi verde? Io vorrei provare mille cremine struccanti, dalla spiezia al take the day off.

    • gliuppina
      Posted at 16:44h, 17 febbraio Rispondi

      L’ho usato per un po’ il latte detergente viviverde ma – a parte la mia antipatia per il latte detergente come prodotto – questo non mi puliva bene la pelle 🙁 l’ho accantonato in un angolo!
      Spiezia ispira molto anche a me!

  • lidalgirl
    Posted at 01:12h, 15 febbraio Rispondi

    A me invece l’olio di cocco non dà problemi agli occhi, non tiscordardicoso sì e pure sul viso non mi piace.
    Ciò che la skincare divide, l’amore per un certo Welshman (no, non Tom Jones) unisce.
    Viva l’amore.

    • gliuppina
      Posted at 16:58h, 17 febbraio Rispondi

      sul viso nontiscordardicoso è la MUERTE! Via, sciò!
      ahahahahha se fosse Tom Jones riderei per sempre. Viva l’amore barbuto.

      • lidalgirl
        Posted at 18:42h, 17 febbraio Rispondi

        Tom Jones ha già una squadra di quasi sole donne a The Voice, non ha bisogno di noi!

  • norax
    Posted at 15:17h, 16 febbraio Rispondi

    Ciao, leggo da un po’ il tuo blog e volevo complimentarmi, è davvero bello e tu mi fai sbellicare dalle risate 🙂
    comunque, riguardo il post: mi ero decisa ad abbandonare finalmente il mondo dei bifasici siliconici e darmi all’olio di cocco+panno in microfibra, ma ora ho paura che vada all’interno dell’occhio anche a me 🙁

    • gliuppina
      Posted at 16:59h, 17 febbraio Rispondi

      Grazie mille per i complimenti : )
      Sull’olio di cocco ti dirò, è una cosa molto soggettiva. Moltissime persone si trovano bene, io fossi in te lo proverei – se non ti trovi bene lo puoi usare come idratante sui capelli o sul corpo! è un olio meraviglioso. Fammi sapere 🙂

      • norax
        Posted at 22:00h, 17 febbraio Rispondi

        Lo uso già da un po’ sui capelli con grande soddisfazione, ieri alla fine l’ho provato anche come struccante e sono rimasta molto soddisfatta, ma devo ancora vedere come si comporta con un trucco occhi ben più pesantuccio 🙂

  • Skincare: Detergenti del periodo (Shiseido, Herborist, Lush) | Vanity Nerd
    Posted at 10:10h, 17 febbraio Rispondi

    […] Ed eccoci giunti al secondo episodio della saga Skincare: I prodotti del periodo, un emozionante viaggio all’interno dell’universo Sticazzi. (Per leggere l’Episodio I, dall’emozionante titolo Gli struccanti del periodo, clicca qui). […]

  • chatnoir3
    Posted at 23:48h, 17 febbraio Rispondi

    Lo struccante Coop lo uso anche io per togliere i residui ed è molto buono, ma cavolo, le salviette struccanti ViviVerde non le avevo mai notate e può sempre tornare utile tenerle in casa! Grazie per averne parlato! 🙂

  • Federica
    Posted at 00:43h, 20 febbraio Rispondi

    Questo benedetto olio di cocco prima o poi dovrò provarlo. L’acqua micellare Bioderma la uso ogni tanto, diciamo che gli preferisco prodotti più naturali, ma quando per sbrigarmi uso lei noto la differenza… strucca che è un piacere!

  • cip
    Posted at 11:23h, 20 febbraio Rispondi

    Il tuo blog mi piace quindi continuerò a seguirti anche se ha detto che non capisco un cazzo perché odio Christian Bale. XD

  • Piper C
    Posted at 14:22h, 23 febbraio Rispondi

    Bah, ogni volta che vedo il non ti scordar di me mi sale l’odio -.-”
    L’olio di cocco sarà il prossimo “struccante” che proverò, al momento sto usando una specie di balsamo struccante dell’esselunga e voglio finirlo xD

  • Arianna
    Posted at 01:10h, 16 marzo Rispondi

    ciao! volevo solo testimoniare quanto amo “non ti scordar di me” acquistato dopo aver letto un tuo post. sciogliere il mascara è un gioco da ragazzi e la mie vere sembianze da panda vengono fuori fresche fresche giusto in tempo x andare a nanna. adoooro.
    In questi giorni di mega raffreddore poi ho scoperto un altro uso magico: lo spalmo attorno al naso e mi da sollievo evitando che la mia pelle si squami. giuro tutte le creme più delicate del mondo e anche il burrocacao un pò mi bruciavano ma LUI no <3
    Ah ho acquistato anche "mai più senza" che amo allo stesso modo…ma questa è un'altra storia :*

    • gliuppina
      Posted at 01:34h, 16 marzo Rispondi

      Arianna, sono contentissima! Non tutti amano Non ti scordar di me e quando qualcuno si trova bene con lui sono automaticamente felice 🙂 L’utilizzo come balsamo lenitivo poi non l’ho mai provato ma in caso di necessità lo sperimenterò di certo! (ottima idea tra l’altro).
      Anche Maisenza è molto amorevole col suo profumino dolce *_*
      grazie per avermi scritto, davvero mi fa un immenso piacere <3
      (se mi prendi per pazza è comprensibile)

      • Arianna
        Posted at 10:37h, 16 marzo Rispondi

        considera che non vedo l’ora di lavarmi la faccia x sniffare “mai senza” ….direi che ce ne vuole xchè io consideri qualcuno pazzo 🙂 e comuqneu siccome ormai è da un pò che stalkero nell’ombra iltuo blog adesso te lo posso dire che mi piace assai soprattutto x il tono nerd-scanzonato con cui lo scrivi :*

  • Ilaria80
    Posted at 16:32h, 18 marzo Rispondi

    L’olio di cocco Akamuti ha un profumo paradisiaco, ma ho smesso di usarlo come struccante perchè mi lasciava la vista appannata.
    Della Viviverde ho provato latte e tonico che sono per me IL MALE: mai dei prodotti struccanti mi hanno bruciato così tanto da farmi letteralmente piangere. Per questo sono un po’ prevenuta nei confronti dello struccante occhi: non vorrei ripetere l’esperienza.
    La Bioderma è forse la mia soluzione struccante preferita: veloce ed efficace. Mi piacerebbe provare le acque micellari So’ Etic Bio.

    • gliuppina
      Posted at 23:11h, 18 marzo Rispondi

      Anche a me l’olio di cocco ha appannato spesso la vista, che fastidio 🙁

      Davvero ti hanno bruciato tanto? allora ti sconsiglio decisamente lo struccante occhi! Alla larga 🙂

      L’acqua micellare So’ Bio la sto provando, è molto idratante e la trovo perfetta col Clarisonic. Di base però preferisco sempre la Bioderma <3

  • themorgana1985t
    Posted at 10:54h, 18 aprile Rispondi

    Lo struccante Bioderma l’ho provato una sola volta, in mini taglia (era la versione col tappo verde), e non mi è piaciuto proprio, non struccava per niente. Però parlano tutte bene di questa con il tappo rosa-fucsia che potrei decidermi a provarla. Anche io ho usato l’olio di cocco per struccarmi e non mi ci son trovata male ma devo ancora decidere se mi piace o no perchè poi ci metto un po’ di più a levarmi i residui untuosetti dalla faccia

Post A Comment