Parigi: acquisti di makeup

Qualche post fa vi ho raccontato dello sconclusionato weekend che ho passato a Parigi da mia cugina (trovate il post qui). Non potevano mancare alcuni acquisti di make-up, non tantissimi perché ho smesso di comprare roba a caso, ma qualche sfizio non troppo inutile sì.

Bourjois

Adoro alcuni prodotti di Bourjois: quelli per la base in primis, ma anche gli eyeliner in penna e i rossetti. Questi prodotti si trovano facilmente online (perfino su Amazon!), ma come i miei più esperti biografi sanno, io resisto molto bene all’acquisto online di trucchi (a meno che non conosca già ciò che devo comprare), ma dal vivo mi trasformo in una Mani Bucate di prima scelta. Adoro guardare da vicino i prodotti, provarli sulla mano, farmi abbindolare. Aggiungete poi che il negozio monomarca Bourjois è adorabile (tutto ROSA) e ha sempre delle ottime offerte (prendi tre paghi due, 50% sul secondo prodotto etc), insomma, non avevo scampo.

haul-bourjois

Nota sui prezzi: ho messo quelli che ho trovato sul sito, io ho pagato tutto un po’ di meno grazie alle offerte in negozio.

Il correttore Radiance Reveal (11,95€) era stato consigliato da Lisa Eldridge in uno dei suoi video, ma anche da Alessandra-Soffice Lavanda, dei cui pareri mi fido molto: dato che il correttore è quella tipologia di trucco senza il quale io non potrei avere una vita sociale serena e che consumo in quantità industriali, ho voluto prenderlo.

La scelta di tonalità è molto scarsa: solo tre colori, uno molto chiaro (01 Ivoire), uno troppo scuro (03 Beige Foncé) e uno medio che ho preso io (02 Beige). Una via di mezzo tra l’1 e il 2 sarebbe stata perfetta, ma pazienza.
L’applicatore è simile a quello dei gloss (in spugna), mentre la consistenza è molto piacevole e idratante, copre bene le mie maledette occhiaie e l’unico problema che riscontro è il colore, che non valorizza molto la zona. Per ora lo applico insieme al colore più chiaro che ho a casa (il Naked Skin di Urban Decay Light Warm) per illuminare il contorno occhi e assomigliare in modo preoccupante a una conduttrice over 50 di Rai Uno.

Quando ho visto un nuovo eyeliner in penna, il Liner Feutre Slim (13,90€), l’ho provato immediatamente sulla mano e me ne sono innamorata. Ho già nel mio armamentario un eyeliner di Bourjois – con una punta completamente diversa – e mi trovo davvero bene, ma con questa ho raggiunto l’apoteosi della felicità. La punta è super sottile e il colore nero intenso, resiste al caldo – ne ho avuta la prova grazie allo scirocco pazzo che ha invaso Palermo in questi giorni – e alla palestra, rendendomi davvero fiera di questo acquisto.

La 1.2.3. Perfect CC Cream è un ri-acquisto: avevo il colore Ivoire, forse un po’ troppo chiaro per me, per cui questa volta ho preso il Beige Clair. È una buona CC Cream, il cui unico difetto è quello di sentirla un po’ troppo sul viso se non lo inciprio. Per il resto mi piace e se sono davvero di fretta, senza nemmeno il tempo di mettere la crema idratante, sa come porre rimedio.

Potevo infine uscire da lì senza un rossetto? È da un anno che uso e amo quelli della linea Rouge Edition 12 Heures (12,99€), li trovo davvero fantastici, con un buon rapporto qualità prezzo: durano a lungo, sono opachi ma non seccano, hanno un bel range di nude e rosa, cosa non facile da trovare (almeno per me). Questa volta ho preso il numero 31 Beige Shooting, che di beige non ha proprio una mazza (è un rosa antico opaco con una punta, forse, di beige), perfetto da mettere al volo prima di uscire in rigoroso ritardo. Uno dei pochi rosa antico a non invecchiarmi, stappo champagne metaforico.

Too Cool For School: Photoready Pact spf 25

toocoolforschool

Credo che questo packaging parli da solo sul perché io abbia preso questa cipria di Too Cool For School (tra parentesi: che nome fico è?).
Mia cugina mi aveva parlato di questa marca coreana, che io ignoravo bellamente, e quando mi ha fatto vedere online alcuni prodotti ho preteso di andare a vedere il loro stand da Lafayette.

Non so dirvi quanto siano belli e geniali anche i concept dei prodotti, non solo le confezioni: avrei voluto prendere un po’ qualsiasi cosa (c’era un balsamo labbra inutile come la peste a forma di GATTO!!11!!!1), ma non conoscendo nulla mi sono buttata su questa cipria leggermente colorata (Natural Beige) da portare in giro, perfetta per il suo piumino, lo specchio grande e la pupina castana ritratta sopra (costa sui 29 euro, io anche qui avevo uno sconto). L’ho provata qualche volta e non è polverosa, anzi, si sente appena sul viso. Ha un SPF 25 e mi sembra un acquisto quasi sensato!

toocoolforschool1

toocoolforschoolbag

Anche il sacchetto è stupendo e meritava una foto.

Mi hanno dato qualche campioncino di maschere e scrub e io non vedo l’ora di provarli, vi farò sapere come sono.

Voi conoscete questi prodotti? Come sempre, se c’è qualcosa che volete consigliarmi per indurmi in tentazione io sono ben propensa a segnarmi tutto e a incolparvi per eventuali acquisti. Bacini rosa a voi.

5 Comments
  • Isabella
    Posted at 17:30h, 18 ottobre Rispondi

    Ma la cipria è un amore!! Io temo fortemente il giorno in cui arriverò a Londra o a Parigi e anche il mio conto corrente è in ansia. Quando ho fatto il giro nel sud della Francia a fine giugno (quello delle farmacie, per capirci) mi sono accaparrata subito un back up della 1 2 3, che ormai ha sostituito il fondotinta nella mia routine quotidiana, ed ho preso quella tinta per labbra di cui non ricordo il nome ma il colore si ed è Grand Cru, che mi è costata la visita di ben DUE negozi ad Avignone perchè in uno tutte e dico TUTTE le confezioni erano state aperte, ed il commesso *simpaticissimo* (hai presente quei brufolini posizionati vicino al naso che appena li sfiori ti lacrima l’occhio e vorresti maledire l’intero creato? ecco, uguale) a cui ho chiesto se per caso ne avesse uno confezionato e integro mi ha liquidata con un “no” secco e neanche lo sforzo di dare un’occhiata. Al secondo giro è andata meglio e il colore è bellerrimo. Sono curiosa del correttore, io avevo preso l’Healthy Mix ma per le mie occhiaie tende un po’ troppo a finire nelle pieghette. Attendo parreri su quello che hai preso tu! Perchè Bourjois non c’è in Italia e Lisa Eldridge continua a consigliarcelo? Perchè? Bacini rosa anche a te!

    • gliuppina
      Posted at 10:47h, 19 ottobre Rispondi

      Rimpiango i bei tempi in cui Bourjois era venduto in profumeria sotto casa! Ero una giovine adolescente e mia madre mi comprava dei begli ombretti ;D
      Grand Cru è un colore favoloso ma col tempo mi sono un po’ stufata della texture non sempre omogenea, dovrei dargli un’altra chance perché è da un po’ che non lo uso – hai fatto bene però a cercarla alla faccia del commesso stronzo, è uno dei colori più belli che ho!
      Concordo anche sull’Healthy Mix correttore, un po’ troppo cremoso per me…

  • Cherry Diamond Lips
    Posted at 18:20h, 18 ottobre Rispondi

    Bourjois poco niente. Avevo preso un rossetto liquido che non so più dove sia finito. Non so… stranamente non mi conquista.
    La cipria è veramente bellissima <3 Il pack è stupendo e anche io l'avrei presa solo per quello… lol!

    • gliuppina
      Posted at 10:45h, 19 ottobre Rispondi

      Io mi trovo molto bene, i rossetti liquidi forse sono il prodotto che uso di meno ormai, ma il resto lo amo!

      dannato makeup coreano, con quel pack infinocchierebbe chiunque XD

  • lenuccia
    Posted at 10:11h, 20 ottobre Rispondi

    La cipria è davvero kawaii! anche io avrei ceduto (anche perché non ho mai abbastanza ciprie o fondotinta!). Il nome, poi, sarebbe perfetto per me (sono insegnante). L’ultima volta a Parigi (lo so, sembra il titolo di un film in bianco e nero) non ho preso cosmetici, ma quando un paio di anni fa ci sono stati i miei gli ho commissionato una terra Boujours (a forma di cioccolato!) e un mini blush molto carino, in un’adorabile confezione con pennellino. Sarebbe bello avere di nuovo questa marca in Italia: cerco di non comprare troppo online perché preferisco toccare con mano i prodotti.

Post A Comment